[Kaos Live Report] 2CELLOS @ Il Centrale Live – Foro Italico – 26/07/2017

0

L’amore, sì. Intendo metterlo in chiaro subito: ciò che conta è l’amore. Sempre e comunque. Anche questa volta, anche parlando di musica. Tutto il resto non conta. Eh, sì… Bisogna fare molta attenzione perché loro non mancano mai; ci sono, ovunque, in ogni campo. Gli integralisti, i puristi. Che, poi, altro non sono che fondamentalisti convinti di avere in mano le (proprie) verità e convinzioni assolute da imporre a chiunque seminando zizzania e divisione e quindi non-amore.

Così anche il mondo della musica classica, è fatto di etichette prima ancora che di amore e di condivisione. Un mondo, questo, ormai arcaico, cristallizzato, fossilizzatosi in sé stesso, autoreferenziale, che pare in via di estinzione. Ma la musica classica – in ogni sua forma – in sé, invece, è più viva che mai. Questo grazie anche a quelle felici eccezioni che, mai, confermano la regola.

Ecco. Luka Šulić e Stjepan Hauser, alias i 2CELLOS rappresentano una delle più felici di queste eccezioni del mondo musicale contemporaneo. Sono loro, i 2CELLOS che hanno avuto il merito di far “scoprire” la bellezza e l’attualità della musica classica alle nuove generazioni. Loro, talenti straordinari, che hanno da sempre unito e alternato pezzi classici a quelli hard-rock con cui hanno conquistato un pubblico estremamente variegato fatto anche e soprattutto di giovani; un pubblico sempre numerosissimo che riempie stadi e arene per ascoltarli in tutto il mondo.

unnamed

Al Centrale Live del Foro Italico di Roma, il 26 giugno si è tenuto il concerto dei 2CELLOS. I due violoncellisti, ormai vere star internazionali, sono in Tour mondiale per presentare il loro ultimo album, il quarto: Score un progetto realizzato con la London Simphony Orchestra in cui i due artisti rivisitano grandi temi di colonne sonore cinematografiche.
Sul palco, in tour, insieme a loro la Strings Orchestra di Zagabria e il batterista Duŝan Kranjc un concentrato di energia e bravura.

Il concerto si apre con un apprezzatissimo Remo Anzovino, pianista di grande sensibilità. E con qualche minuto di anticipo sulle ventidue entrano in scena Luka e Stjepan ed è subito ovazione. Per un ora e mezza, senza mai una sola interruzione, i 2CELLOS inebriano il pubblico romano alternando i pezzi in scaletta con brevi battute al microfono. E’ Stjepan a condurre li ruolo di mattatore, mentre Luka lo introduce solo all’inizio. L’equilibrio tra i due è perfezione assoluta. Si intendo, si capiscono, si sostengono in scena, giocano insieme agli orchestrali che, pure, si divertono.

Le sfumature delle emozioni che suscitano non si contano più. Loro non danno tregua. Incalzano passando da un iniziale “Chariots of Fire” (Momenti di Gloria) per arrivare a “Moon River”, “My Heart Will Go On”. Sul mega schermo immagini di grafica essenziale ma di grande impatto accompagnano i vari pezzi. Le “gigantografie” dei due artisti trasmesse permettono di apprezzare ancor di più le loro performance. Progressivamente la scaletta si completa, senza avere un solo attimo di respiro. Il pubblico è stregato ed è entusiasta ma non sa ancora quello che gli spetta dopo aver ascoltato Games of Thrones.

Inizia, dunque, una “seconda” parte del concerto dove Luka Šulić e Stjepan Hauser si scatenano con i pezzi rock e hard rock che li hanno resi celebri ma solo dopo aver invitato gli spettatori a raggiungerli sotto il palco. Ed è puro delirio! Stjepan domina il palcoscenico interagisce con gli orchestrali, salta, ripropone il duck walk continuando a suonare come fosse posseduto dal demone della Musica. Luka si alza in piedi più volte, non demorde anche lui. I loro archetti volano sulle corde dei loro violoncelli elettronici, grondano sudore, sprigionano una tale carica che il pubblico esplode insieme a loro, li segue senza fiato. Si balla e ci si scatena sotto il palco, inebriati, contagiati e trascinati da quel vortice di energia straordinaria.

Il concerto finisce e l’entusiasmo non si tiene più. Iniziano i bis e alla fine con una splendida interpretazione di Nuovo Cinema Paradiso I 2CELLOS salutano Roma ed escono di scena. Quello che resta visibile e tangibile è la contentezza del pubblico, un senso di felicità e di appagamento indescrivibile.

Questi sono i 2CELLOS. Due ragazzi che amano il loro lavoro e la musica. Condividono questa passione, trasmettono il proprio amore senza mai risparmiarsi. Al di là di ogni sterile polemica purista. Ed è sufficiente vederli mentre suonano: si fondono con la musica stessa, diventano un tutt’uno con i propri strumenti, come persi in un’altra dimensione. Questo, allora, come annunciato in apertura dell’articolo, è amore inteso come condivisione, come emozione positiva, come espansione. Forse è anche per questo che i 2CELLOS sono così vincenti, perché hanno abbattuto ogni forma di ipocrisia, di barriera e confine imposto nel mondo musicale. Il Pubblico lo ha capito e li segue.

Luka e Stjepan sono semplicemente due artisti di sconfinato talento e bravura, due musicisti veri. Loro fanno Musica. Tutta. E il resto non conta.

Scaletta

Titles from Chariots of Fire
Love Theme from The Godfather
For the Love of a Princess
Moon River
Rain Man Theme
Love Story
My Heart Will Go On (Titanic)
Now We are Free (Gladiator)
Mombasa (Hans Zimmer -Inception)
Game of the Thrones Medley
“Seconda parte Rock”
Smooth Criminal
Thunderstruck
Smells Like Teen Spirit
You Shook Me All Night Long
Highway to Hell
(I Can’t Get No) Satisfaction
Back in Black
“I bis”
The Trooper
Wake Me Up
Nuovo Cinema Paradiso

//www.2cellos.com/
https://www.facebook.com/2cellositalia/

Di Marcello Albanesi