Architects – Stick to Your Guns – Bury Tomorrow Live @Planet Live Club 06/11/2016

0

Domenica 6 Novembre, presso il Planet Live Club, c’è stato il ritorno a Roma degli Architects, band Djent che recentemente ha perso il suo membro più importante, Tom Searle, morto a causa del cancro a soli 28 anni; membro più importante perché songwriter principale della band, come ribadito dal cantante Sam Carter durante il momento finale dedicato proprio a Tom, prima del brano “Gone with the Wind”. In apertura per tutto il tour del loro ultimo album “All Our Gods Have Abandoned Us” sono presenti Stick to Your Guns e Bury Tomorrow, band energiche appartenenti più alla scena Hardcore e Metalcore che Djent. I primi a salire sul palco, davanti ad una folla già gremita pronta a resistere alle intemperie pomeridiane, sono i Bury Tomorrow, band metalcore che immediatamente alza i ritmi e il pubblico comincia a scatenarsi con mosh pit e crowd surfing per la gioia del frontman che incita i fan a divertirsi il più possibile. Una critica mossa dal cantante va verso le band che caricano sulle spalle dei fans più fedeli le spese di biglietti VIP con la possibilità di incontrarli credendosi migliori di loro; a seguito invita i fans li presenti nella zona shop per scambiare due chiacchiere ed un abbraccio. Seconda band e via di Hardcore con gli Stick to Your Guns , band presente nel sociale e di cultura Straight Edge che non perde mai l’occasione di ricordare ai fans che tutti noi siamo gli unici capaci di cambiare il mondo e di renderlo un posto migliore, anche con la rivoluzione. Terza band ed è il momento degli Architects che per motivi di sicurezza (in quanto presenti bombole adibite all’uso di smoke pyro) vieta il crowd surf, ciò non toglie che i tantissimi presenti continuerà con mosh pits sfrenati per tutto il tempo. La scaletta è delle migliori e si passa dai primi lavori (Daybreaker) fino all’ultimo “All Our Gods Have Abandoned Us”, set e brani ovviamente dedicati a Tom che per il tour è stato sostituito dal super chitarrista Josh Middleton che esegue magistralmente le sue parti. La band è energica e spesso scherza coi fans tra un brano e l’altro, per poi scatenare tutta la loro passione sul palco, passione che ha permesso di continuare a suonare, magistralmente, almeno per questo tour.

Nihilist

Deathwish

These Colours Don’t Run

Dead Man Talking

Early Grave

Phantom Fear

The Devil Is Near

Broken Cross

Downfall

Gravedigger

Colony Collapse

Follow the Water (Outro)

Gravity

Naysayer

Encore:
A Match Made in Heaven

Gone With the Wind