[Aff] Ariano FolkFestival – dal 20 al 23 Agosto @Ariano Irpino (AV)

0

di Simone Mercurio ( IndieLand).
ArianoFolkFestival@Ariano Irpino
dal 20 al 23 Agosto 2015

Celebrare i primi vent’anni per un festival è sempre un traguardo di tutto rispetto. Ancora più importante è quando si tratta d una kermesse che si svolge in un piccolo (seppur importante) borgo storico.
Ancor di più, inoltre, quando si parla di una rassegna come l’Ariano Folk Festival che ha nella sua lineup artisti non commerciali e popolari, ma – anzi – musicisti che proprio dal loro essere “indie”, di nicchia hanno il loro vanto e un seguito di appassionati sempre più numerosi e da ogni parte del mondo.

Che Ariano Irpino da quando c’è il Folk Festival sia diventata più internazionale e cosmopolita è un dato di fatto da due decenni, e dal 20 al 23 agosto 2015 è tutto pronto proprio per l’edizione numero 20. Sul palco di Ariano sono passati tantissimi artisti (da Seun Kuti ai Gogol Bordello, passando per Vinicio Capossela, Sergent Garcia).

Quest’anno l’Ariano Folk Festival porta in Irpinia, tra gli altri, l’unica data estiva italiana dei Calexico che arrivano da Tucson in Arizona e sono i principali esponenti di un genere, l’alt-country, caratterizzato dalla fusione di sonorità musica tex-mex con il jazz e la psichedelia.

Flickr_-_moses_namkung_-_Calexico_2

Frontera è la parola d’ordine ed il filo conduttore di questa edizione, perché Ariano Irpino è una frontiera. Al centro dello stivale, stretto fra Campania, Puglia e Basilicata sa di essere un posto di confine dove le culture possono mischiarsi più facilmente che altrove.
La frontiera come ospitalità, come scambio pacifico di culture, come integrazione, come possibilità di differenze che sono ricchezze è il tema portante di questa edizione del Folk Festival e forse più in generale la sua missione da sempre.
“Il festival è nato quasi per caso dalla voglia di un gruppo di amici di mettersi insieme per dare vita ad una festa’ ha detto Francesco Fodarella, direttore artistico e anima dell’AFF in una intervista al sito Fanpage – che ricorda come si partì da quella che era una delle tante ‘feste della birra’,
(//music.fanpage.it/l-ariano-folk-festival-festeggia-20-anni-da-festa-della-birra-ad-evento-internazionale/)
“Quella del Folk è un etichetta che oggi ci appare stretta per definire la “nostra” musica – spiega Fodarella – Sarebbe più appropriato definire il festival come un rassegna di world music, ossia un festival in cui vengono proposti artisti per i quali risulta difficile adottare un qualsiasi specifico linguaggio musicale tradizionale, tesi come sono alla ricerca di nuove sonorità e contaminazioni”.

Radio Kaos Italy è official partner con la diretta di tutte le serate e dei concerti tra palco, backstage, e altre postazioni con musica, interviste agli artisti e numerosissimi ospiti e /o sorprese. Il tutto in rigorosa diretta con i nostri speaker e tecnici sul sito www.radiokaositaly.com e attraverso TuneIn l’applicazione per smartphone, ipad e iphon.

maumau-012

– Si parte giovedì 20 agosto con l’esplosivo forrò pé de sierra degli italiani Forrò Mior che precederanno la splendida Orchetra Cesaria Evora esordio per il pretigioso ensemble di musicisti in Italia dopo la scomparsa della grande e leggendaria artista capoverdiana.
A seguire arrivano i torinesi Mau Mau storica band anima del world beat italiano ed europeo il cui nome prende spunto dall’appellativo del gruppo di liberazione del Kenia dalla colonizzazione (Mau-Mau appunto). A chiudere la prima serata Lord Sassafrass, figura emblematica e multietnica della scena spagnola, capace di distillare una musica aperta ai quattro venti, un mix mutante di suoni solari e danzerecci, tra world music, rock e influenze tecno-etno .

hollie_cook-011

– Venerdì 21 agosto la serata si aprirà con la britannica Hollie Cook, una folgorante rivelazione black che con il suo tropical pop ci scalderà il cuore- Arriverà poi El V Gardenhouse feat Sergent Garcia ovvero l’incontro tra la storica band del reggae bolognese e uno dei massimi esponenti di quello che oramai è considerato un vero e proprio genere musicale apolide: la mestizo music. Dal Portogallo salgono sul palco di Ariano i Batida progetto ideato dal musicista di origini angolane Pedro Coquenão che miscela samples dagli anni settanta della musica della sua terra natale con l’elettronica contemporanea. Il venerdì si chiude infine con Barry Myers alias DJ Scratchy, lo storico “tour dj” dei leggendari Clash nonchè protagonista di una sfavillante carriera che lo ha visto accompagnare, con i suoi dj set, le tourneè mondiali di mostri sacri come Iggy Pop, Joe Strummer & The Mescaleros, The Pogues e Gogol Bordello.

– Il 22 agosto Luca Bassanese e la Piccola Orchestra, attore, scrittore, musicista e cantastorie, considerato tra i più importanti nuovi esponenti della scena folk pop e cantautorale italiana;
Dalla Sicilia arrivano i Tinturia capitanati da Lello Analfino con il loro “sbrong”, ovvero una fusione eterogenea tra pop, rock, folk, ska, funk, rap e reggae. La lineup de sabato sera dell’Ariano Folk Festival continua con l’incontro tra Francia e Italia nei Mascarimiri feat Nux Vomica, una delle prime formazioni che all’inizio degli anni ’90 ha contribuito alla rinascita della musica tradizionale salentina (pizzica e taranta in primis) assieme al reggae/roots della storica formazione di Nizza.

cal_nws

– Infine grande giornata di chiusura domenica 23 agosto.
– Iniziano i portoghesi Dead Combo, che mescolano la loro musica con il fado, le atmosfere delle colonne sonore degli spaghetti western, il jazz e world music. La big band latina di cumbia e mamo Orkesta Mendoza precede poi l’attesa esibizione degli attesissimi Calexico, capitanati dall’affiatata coppia Burns-Convertino. Unica data italiana per la band statunitense, che arrivano ad Ariano con una miscela di rock sognante tra il western, atmosfere morriconiane, mariachi, echi gipsy, musica da camera ed improvvisazione jazz.

Oltre la musica, il Folkfestival sarà anche cinema, arte e gastronomia, per rendere definitivamente imperdibile uno tra i più interessanti appuntamenti europei dedicati alla world music.