Suona ovunque la tua batteria… Freedrum!

0

Sei un musicista, ma soprattutto un batterista? Allora potresti essere interessato ad un nuovo concept di batteria virtuale creato da Freedrum, specificamente progettato per consentire di suonare la batteria ovunque vogliate.

Una batteria a portata di tasca. Per il momento si tratta solo di un progetto lanciato su Kickstarter, per il quale si richiedevano 150.000 $ affinché andasse in produzione, ma tale obiettivo è stato superato in meno di 10 giorni!

Le possibilità di sostenere il progetto partono da 69 $ in cambio di uno sconto sul prezzo di listino. La produzione dovrebbe partire nel mese di agosto 2017. I creatori di Freedrum spiegano l’ispirazione, il design e le specifiche tecniche:

“Vogliamo portare l’esperienza di suonare la batteria da studi insonorizzati all’aria aperta, al vostro divano, o in qualsiasi altro luogo dove potete portare uno smartphone. Che tu sia un aspirante batterista o un professionista – Freedrum è stato progettato per creare un’esperienza coinvolgente per i batteristi di qualsiasi livello di abilità!
È sufficiente inserire i sensori sulle vostre bacchette, queste saranno associate tramite Bluetooth al vostro smartphone (Freedrum funziona ufficialmente su iOS con Garageband, ma anche con molte altre applicazioni e con Smartphone Android), e potrete suonarle ovunque. E’ così facile! Non richiede connessione ad internet e funziona con una batteria che potrebbe farvi suonare per una settimana. Per un’ esperienza completa, potete associare altre due unità sui vostri piedi. Le unità Freedrum sono intercambiabili, in tal modo da non sarà necessario acquistare le unità piedi speciali.”

In tre parole Freedrum è: “Fun, creative, mobile”.

freedrum-ultra-portable-virtual-drumkit

Ti abbiamo incuriosito? Trova tutte le informazioni QUI

Buon compleanno Radio Kaos Italy! – since 2009 –

0

Auguri a Radio Kaos Italy che a quest’ ora (attualmente le 22:30) il 7 settembre 2009 faceva capolino nelle webfrequenze mondiali iniziando ufficialmente le prove tecniche di trasmissione!

✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯

Sono passati 7 anni, come nei migliori film dedicati alle radio pirata degli anni 60 anche Radio Kaos Italy nasce per gioco, a Roma, in via Renato Simoni 60, in una casa di studenti.
Di passi ne sono stati fatti molti…siamo passati per garage, seminterrati, appartamenti per finire da qualche anno in vetrina!
Siamo passati da 4 persone ad un collettivo di oltre 80 persone!
Si dice che nei rapporti il 7° anno sia quello della crisi, però noi non crediamo negli stereotipi e ci stiamo preparando ad iniziare quest’ anno con il botto, ma vogliamo tenervi un po’ sulle spine…

[spoiler MODE-ON]
***************************************
☠ Aperitivo✗ 24 settembre ☠
***************************************
Ehi…acqua in bocca!
[spoiler MODE-OFF]

quindi STAY TUNED on radiokaositaly.com

✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯

panchina-radio-kaos-italy

✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯✯♫✯♪✯

ALT! e Radio Kaos Italy ti regalano lo Spring Attitude

0

Il festival di elettronica più figo d’Italia te lo regala ALT! in collaborazione con lo Spring Attitude.
Un solo biglietto disponibile per la serata di venerdì 20, che vedrà esibirsi, tra gli altri, Clap Clap, Dj Tennis, Pantha du Prince, Cosmo e tanti altri. Per maggiori informazioni vai sul sito ufficiale www.springattitude.it.

Come si vince il biglietto? Semplice! Vai sulla pagina di ALT! qui, clicca sull’immagine di copertina e commenta!
Il vincitore verrà annunciato dal Falla e dal Romano domani in diretta alle ore 18, sempre e solo su www.radiokaositaly.com.

[RadioGuida] E’ italiano l’ inventore del pianoforte: Bartolomeo Cristofori

0

Proprio oggi si festeggia la nascita dell’inventore del pianoforte: Bartolomeo Cristofori. Per la precisione era un “gravicembalo col piano e forte”, chiamato verso la fine del Settecento con il nome “fortepiano”. La novità era l’applicazione di una martelliera al clavicembalo. L’idea di Cristofori era di creare un clavicembalo con possibilità dinamiche controllabili dall’esecutore; nel clavicembalo infatti le corde pizzicate non permettono di controllare la dinamica (anche per questo motivo, pianoforte e clavicembalo non appartengono alla stessa sottofamiglia). Cristofori sostituì i saltarelli con dei martelli al fine di rendere possibile e agevole la graduazione del suono ed ottenendo una nuova intensità di vibrazione e una più ampia varietà di colore.

Il Menù kaotico del giorno:

12:00 IPOTESI DI COMPLETTRO #complottismo
13:00 KAOS LUNCH #curiosità
15:00 ALTA FEDELTA’ #JonnyBliz
16:00 100° DI LIBERTA’ #tecnologia
17:00 FATTORE C #EmanueleColandrea
18:00 EL MONO #Latina
19:00 ASTARBENE #Reggae
21:00 THE 5TH ELEMENT #HipHop
22:00 TOTALLY IMPORTED #Jazz
23:15 PERFORMACTION ROOMS #performazioni

Fuori ora il primo estratto dal progetto “Down The Rabbit Hole”

0

Fuori il 3 Marzo “Down The Rabbit Hole”, il primo singolo estratto dall’omonimo album di Penny Wise, Rubber Soul e S.W.E.D. , lanciato tramite la campagna su Musicraiser e prodotto interamente dalla Do Your Thang Records.
Il singolo, accompagnato dal video realizzato dal team composto da Claudio Ammendola, Mr. Brown e Pacman XII in collaborazione con Francesco Rita e Fabio Frangione che ne hanno curato la parte animata, continua la storia del lancio: “I.N.T.R.O. (I’m Not Real One)”.

La campagna di crowdfunding, iniziata il 1 Febbraio 2016, ha già superato il 75% ed è stata arricchita dai disegni di Francesco Rita che ne sta realizzando il merchandising e ha già concluso il packaging del CD. Sulla pagina dedicata al crowdfunding vi sono già numerose informazioni riguardanti il progetto, una piccola clip di presentazione dello stesso e l’elenco di modalità di partecipazione tramite “Ricompense”.

Un’altro grande passo per una realtà che sta donando freschezza alla scena hip hop romana, da poco entrati a far parte della famiglia di Radio Kaos Italy con il programma The 5th Element, in onda tutti i mercoledì dalle 21.00 alle 23.00 sulle nostra webfrequenze

Capelli che diventano corde di violino

0

Un esperimento davvero interessante a cui hanno partecipato l’artista Tadas Maksimovas e il musicista Eimantas Belickas: il primo ha offerto la sua lunghissima chioma che ha preso il posto delle corde del violino. Il video risale al 2014, girato per pubblicizzare la Festa della Musica che si tiene ogni anno in Lituania dal 2007 a maggio, magari fateci un pensierino… C’è tempo per organizzarsi!

violino_capelli1

violino_capelli2

Video in arrivo su Spotify, da questo fine settimana.

0

Pronti alla novità!? In arrivo entro fine mese su smartphone Android ed entro i primi di Febbraio sui cugini I-Phone.
La notizia, ufficializzata già nel Maggio scorso, sta per diventare realtà. Terminati i test sul 10% degli utenti di Stati Uniti, Germania, Regno Unito e Svezia il servizio e’ pronto per essere lanciato a livello mondiale.
Spotify punta a diventare il jukebox all-in-one per ciascuno di noi.

Vi mostriamo lo spot Spotify su Youtube, la battaglia tra i due colossi sta per iniziare…

Grande attesa per i metodi di scoperta video per gli utenti. Le proposte video saranno basate sui gusti musicali degli utenti, l’ ora, il giorno e, ovviamente, in base a ciò che si sta vedendo. Sono già pronte delle playlist che ci guideranno nella visione dei contenuti, come ad esempio “News of the Week” (notizie della settimana) oppure “Laughs at Lunch” (risate a pranzo). In ogni caso il guanto di sfida ai grandi competitors, Google (Youtube) in primis, e’ stato lanciato.

Ah…un consiglio: se non volete fermarvi al main-stream ascoltate Radio Kaos Italy 😉

Musica…da guardare!

0

Tutti conosciamo le onde sonore e le abbiamo studiate sui libri di scuola, ma non è di questo che stiamo parlando. Parliamo dei movimenti che effettivamente compiono i musicisti che sono stati trasformati in arte grazie alle fotografie di Stephen Orlando. Unendo luce e movimento è riuscito a creare degli scatti unici per ogni esibizione perché collegati ai singoli movimenti esecutivi dei performer.

musician-long-exposure-light-painting-photography-stephen-orlando-6

L’artista si è lasciato ispirare dagli esperimenti eseguiti dal fotografo Gjon Mili, che ha immortalato anche Pablo Picasso.

Ha fornito ai musicisti degli archi su cui sono stati accuratamente posizionati degli speciali LED che, uniti ad una scarsa luminosità, una lunga esposizione ed al movimento compositivo, hanno generato questi scatti musicali.

musician-long-exposure-light-painting-photography-stephen-orlando-3

L’artista spiega:
“A relative motion between the performer and camera must exist for the light trails to move through the frame. I found it easier to move the camera instead of the performer. The LEDs are programmed to change color to convey a sense of time. […] Each photo is a single exposure and the light trails have not been manipulated in post processing.”

“Deve esistere un movimento tra performer e macchina fotografica per permettere ai sentieri di luce di creare un sentiero. Mi è risultato più facile spostare la fotocamera piuttosto che il performer. I LED sono programmati per cambiare colore e, quindi, trasmettere il senso di tempo. […] Ogni foto è stata scattata in una sola esposizione e i sentieri di luce non sono stati manipolati in post-elaborazione.”

Nel giro di un anno la stessa tecnica è stata applicata anche ad altri oggetti, date un occhiata su motionexposure.com | Facebook | Instagram

Questa, invece, la dedichiamo agli amici di ON BOARD:

motionexposure_on_board

musician-long-exposure-light-painting-photography-stephen-orlando-4

musician-long-exposure-light-painting-photography-stephen-orlando-1