DGM – Influence X – Mindcrime @Jailbreak live Club 22/10/2016

0

Sabato 22 Ottobre presso il Jailbreak Live Club di Roma è avvenuta la release party di una delle più importanti band italiane nell’ambito Prog/Power Metal; i DGM hanno presentato il loro nuovo album “The Passage”, uscito il 28 Agosto per Frontiers Music Records, davanti ad un pubblico gremito, pronto ad ascoltare questo capolavoro. Prima di loro si sono esibite due band, i romani Mindcrime con il loro Heavy Metal e gli Influence X, band Progressive Metal proveniente dalla Svizzera che ha preparato gli animi e le orecchie ai fans con i loro brani melodici, ricchi di break e soluzioni ritmiche proprie del genere. I DGM partono subito a mille con la suite che da inizio a The Passage, “The Secret”, suonata d’un fiato e che subito alza i ritmi della serata portando i fans all’headbanging più scalmanato possibile, incitato dal super vocalist Mark Basile. A seguire è il momento del primo singolo rilasciato, “Animal”, brano con un ritornello così catchy che è impossibile da dimenticare anche solo dopo il primo ascolto; lasciando per un attimo l’ultimo album, si passa a “Momentum” con il brano Reason che in versione studio vede la partecipazione di Russel Allen, vocalist dei Symphony X. Andando ancora più indietro nel tempo si arriva a “No Looking Back” tratto da Frame, lavoro del 2009 e primo album che vede la partecipazione come membro ufficiale di Mark Basile alla voce, album (insieme al successivo Momentum) che fece notare a tutto il mondo quale fosse il super potenziale della band italiana. Ritornando al presente è il momento della titletrack “The Passage” seguita dal momento funky della serata con Daydreamer, brano che vede una forte influenza degli Extreme nella sua composizione e nella sua realizzazione; il pubblico arrivati a metà scaletta è pronto a scatenarsi con i brani più potenti che la band ha in servo per loro. A seguire arrivano Repay, Fallen (secondo singolo rilasciato) e Ghost of Insanity che vede Simone Mularoni in una nuova veste: lasciata per un attimo quella del chitarrista che fa smascellare chiunque lo ascolti grazie ai suoi assoli e alle ritmiche devastanti e presa quella del cantante. Ebbene si, Simone prende il microfono e canta in maniera egregia le parti vocali composte e registrate da Tom Englund degli Evergrey nell’album The Passage e al termine della performance si prende i complimenti di tutti i fans accorsi al Jailbreak. La sezione ritmica composta da Andrea Arcangeli e Fabio Costantino si prende una piccola pausa dopo le numerose mitragliate ed Emanuele Casali ci delizia con un intro di piano che lancia il brano Disguise, delicata parentesi che anticipa gli ultimi due brani “Trust” e “Hereafter”; il pubblico ne vuole ancora e allora i DGM regalano un ultimo brano, “Universe” per poi lasciare il palco tra gli applausi del pubblico. Il Jailbreak spesso viene definito un locale dove il Metal non può entrare, affermazione più che sbagliata e serate fantastiche come questa dimostrano che a Roma, la scena metal è più viva che mai!