Martedì 23 febbraio – BAD MEDICINE ospita gli “Speed Stroke”

0

Martedì 23 febbraio 2016 alle 19:00
Olivia di Bad Medicine
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Speed Stroke

Tenetevi forte che è in arrivo una super puntatona di Bad Medicine!
Ad un paio di settimane dal release party di Sabato 5 Marzo al Rock Planet di Pinarella (RA) – con Superhorrorfuck e The Phoenix – gli Speed Stroke saranno ospiti di Olivia per darci qualche anticipazione su “Fury”, secondo album della band che uscirà alla metà del mese prossimo per Bagana Records.
La puntata sarà inoltre dedicata a novità in esclusiva ed eventi speciali.
Come al solito potrete inviare messaggi e domande usando in diretta il nostro numero whatsapp 392 7756445 oppure collegandovi sulla nostra chat.

Stay tuned!

Martedì 23 febbraio – DISC DELIRIUM

0

Martedì 23 febbraio 2016 alle 18:00
Mark Thompson Ashworthdi Disc Delirium
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Get online for DISC DELIRIUM, “the most eclectic music show on earth”.
Your quirky host, MARK THOMPSON ASHWORTH, will mix up a cocktail of genre-spanning sounds to raise you to another level of perception and send you on a delirious journey into his transcendental world!

***

Collegarvi per DISC DELIRIUM , “la trasmissione musicale più eclettica nel mondo”.
Il vostro eccentrico speaker, Mark Thompson Ashworth, mescolerà un cocktail di generi diversi per trasportarvi in un altro livello di percezione e inviarvi in un viaggio delirante nel suo mondo trascendente!

Martedì 23 febbraio – ROCK SHOP ospita i “Terzo Zero”

0

Martedì 23 febbraio 2016 alle 12:00
Er Mastino di Rock Shop
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Terzo Zero

Pronti ad iniziare un nuovo martedì kaotico? Si inizia con l’ottima compagnia di “Er Mastino” che ospiterà i Terzo Zero e le poesie del maestro Capodiluce…il tutto condito dall’ ottimo rock!!!

160223_rock_shop_slider

[title]PODCAST

[/title]

Martedì 23 febbraio – HEAVY TIME ospita i “Goblin Rebirth”

0

Martedì 23 febbraio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Goblin Rebirth

I Goblin Rebirth nascono nel 2010 quando Pignatelli, Marangolo (membri originali) Zammit (membro dal 2005) incontrano Cherni e Giacomo Anselmi e decidono di suonare insieme. Nel 2011 suonano nei club e nei festival eseguendo il repertorio classico dei Goblin, con particolare attenzione alle composizioni mai eseguite prima dal vivo; il 6 Marzo suoneranno al Planet Live Club eseguendo i brani del loro album intitolato “Goblin Rebirth”. Martedì 23 Febbraio saranno ospiti di Heavy Time, dalle 15 alle 16, dove parleranno di questa nuova avventura, del loro album e di tante altre novità.

Martedì 23 febbraio – BEERADIO ospita la “Maleducazione Alcolica”

0

Martedì 23 febbraio 2016 alle 20:00
Enrico Zeverino & Simone Stillitano di Beeradio
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: “Maleducazione Alcolica”

Enrico e Simone, dopo il loro abituale incontro con il gruppo degli alcolisti anonimi vi aspettano in vetrina alle 20:00 in punto. Questo martedì avranno ospiti in studio la Maleducazione Alcolica, che ci parleranno del loro nuovo disco uscito per la Maninalto! Records. La band, nonostante sia nata soltanto nel 2010, ha già suonato con grandi nomi dello ska, tra i quali Banda Bassotti, Statuto, No Relax, Talco, RedSka, Boomdabash, Matrioska e Radici Nel Cemento.
Riempite i vostri boccali di birra e preparatevi ad ascoltare dell’ottima musica, che spazia dallo ska al rocksteady, dall’early reggae allo ska-punk…vi sfidiamo a ballare senza versare neanche una goccia del vostro nettare giallo!

Martedì 23 febbraio – WHITE CANOTTA ospita “Moby Dick”

0

Martedì 23 febbraio 2016 alle 21:00
Alessandro Giglio& Valerio Nicolanti di White Canotta
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Moby Dick

(Foto copertina)

Arte, e street art, sono un connubio ormai rodato a White Canotta. L’ospite di martedì 23 febbraio è Marco Tarascio, in arte Moby Dick.

Marco nasce nel 1978 a Roma, dove vive e lavora. Dopo l’Accademia delle Belle Arti, si dedica da subito alla pittura, prediligendo l’olio su tela, ma utilizzando altre tecniche miste e anche il digitale. Può vantare la partecipazione all’evento collaterale della 53esima Biennale di Venezia. Ha esposto a New York, presso il Jarvitz Center di Manhattan ed in Giappone a Tokyo e Osaka. E’ stato convocato dall’Italians Contemporary per partecipare ad una mostra itinerante tra il Giappone e gli Usa, nell’ambito del progetto “Italian Feelings”.
Moby Dick è affascinato dalla magia e dal senso di straniamento dalla realtà che il Pop Surrealism riesce a infondere in chi osserva l’opera come in chi la produce. Non sfugge il suo tratto ad Alexandra Mazzanti per la quale espone alla mostra “Painted Sound” curata dalla stessa, insieme ad Ixie Darkonn a Pasadena Ca. : il viatico per altre partecipazioni con “la padrona di casa” della Dorothy Circus Gallery.

Moby Dick è attualmente uno degli artisti più importanti in assoluto del Pop Surrealismo italiano e nel nostro Paese è stato l’assistente di alcuni dei più grandi street artist internazionali, come Kobra e Roa.
Alessandro di White Canotta lo scopre per la prima volta al Maam, Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz a Roma dove Moby Dick ha prodotto due opere: “Respect the Ocean” e “Animal Liberation” questa volta insieme a Cristiano Quagliozzi.

moby-dick-1

Interessanti i due pezzi che Moby Dick ha realizzato nell’ambito del Festival Internazionale di Poesia di Strada al Trullo: due volti femminili l’uno in verde, l’altro in viola, si fronteggiano e si scrutano.

moby-dick-2

Sognante” e poetico quello lasciato all’interno del complesso di Santa Maria della Pietà nell’ambito di Caleidoscopio. Una vera bomba, sempre in tema di street art e salvaguardia delle specie animali a rischio, il suo intervento al Labaro per il progetto “Oltre il Muro”.”

moby-dick-3

moby-dick-3 a

Proprio di recente, sabato 13 febbraio, (casualmente ? nella giornata mondiale delle balene) Moby Dick ha lasciato un altro lavoro alla città e precisamente al Monk Club di Roma in cui gli ormai tradizionali protagonisti delle sue opere si affiancano alla musica con la sagoma di Thelonius Monk. L’occasione sarà ghiotta per chiedere all’artista il perchè di questo connubio e quanto la musica sia importante nei suoi lavori. Musica che anche il nostro ospite sceglierà per formare la scaletta della puntata di White Canotta su Radio Kaos Italy.

moby-dick-4

[title]PODCAST

[/title]