Novembre: Due date live a Marzo

0

La storica Death/Doom Metal band Novembre, dopo tre concerti a Dicembre in compagnia dei francesi Les Discrets, tornano live sul suolo italiano con due date nel nord Italia.

VENERDI 1 MARZO Novembre + Guests
CENTRALE ROCK PUB, Via cascina California 9, Erba (CO)
https://www.facebook.com/events/517214162120815/

SABATO 2 MARZO Novembre + Guests
LA CLAQUE, Via Di San Donato 9 Angolo Vico Biscotti, Genova
https://www.facebook.com/events/410836822994479/

Bloodbath: Nick Holmes racconta “The Arrow Of Satan is Drawn”

0

Il quinto disco dei Bloodbath è più selvaggio, oscuro e malato che mai. Sono passati 4 anni dall’uscita di Grand Morbid Funeral, e la superband di Stoccolma, formata da musicisti provenienti dai Paradise Lost, Katatonia, Opeth e Craft, ritorna con: The Arrow Of Satan Is Drawn.

Il disco è stato registrato dai Bloodbath e da Karl Daniel Liden, nei Ghost Ward, City Of Glass & Tri-Lamb Studios, ed e il secondo album con Nick Holmes alla voce. The Arrow Of Satan Is Drawn, è una rappresentazione dello stato fetido e marcio in cui versa questo povero mondo, con i capi politici che minacciano guerre nucleari usando i 140 caratteri di twitter, dove il capitalismo si sta autodistruggendo, dove siamo tutti spiati e il cambiamento climatico sta distruggendo il pianeta. Tutto questo è la benzina che da vita alla nuova ode firmata dai Bloodbath.

“Quello che presentiamo con questo nuovo album è la caduta del genere umano” dice il chitarrista Blakkheim. “Il nemico è qui tra noi, solo il Dio del vuoto ci sopravvivrà. The arrow of Satan is drawn!

C’è un livello extra in The Arrow Of Satan Is Drawn ed é  il chitarrista Joakim Karlsson dei Craft che aggiunge quella necessaria dose di furia rabbiosa classica del Black Metal.

E lui non è il solo, “Bloodicide” è interpretata dal meglio del British Death Metal, con artisti quali Jeff Walker dei Carcass, Karl Willetts dei Bolt Thrower/Memoriam e John Walker dei Cancer che aggiungo la loro dose di pazzia al disco.

La band sarà in Italia per un’unica data il 6 Dicembre all’Alcatraz di Milano insieme a Kreator, Dimmu Borgir e Hatebreed.

Nick Holmes (voce dei Paradise Lost) ci racconta questo album insieme alla sua visione del mondo e della musica.

Enslaved – Ne Obliviscaris – Oceans of Slumber @Traffic Live Club 27/10/2016

0

Giovedì 27 Ottobre presso il Traffic Live Club è avvenuta la prima data del Spinning Wheel Ritual European Tour degli Enslaved, accompagnati da Ne Obliviscaris e Oceans Of Slumber; le tre band hanno fatto registrare grandi numeri per la data romana, prima data italiana del tour organizzata da No Sun Music e Roma Distorta, riempendo il club di fans fedeli al Metal in tutte le sue sfumature, ma cominciamo dalla band più giovane. Gli Oceans of Slumber sono una band americana nata nel 2011 con due album ed un EP all’attivo, per la prima volta al Traffic di Roma conquistando i fans presenti. Cammie, cantante della band, delicata e ammaliante si contrappone a Dobber (batterista) che regala attimi di potenza pura. Le canzoni suonano più veloci, più “studiate” rispetto al loro ultimo disco “Winter”, hanno un impatto più forte ed ostico, come se la loro vera natura sia sul palco, non in studio di registrazione.Questo loro ultimo lavoro riassume perfettamente il loro stile, l’inverno è cupo, freddo, ma regala emozioni forti e questo è quanto gli Oceans of Slumber ci offrono ne loro set. Progressive, death, black, gothic, tratti di gospel e blues, peccato per il poco tempo a disposizione, ma qui parla il fan in questo caso. Seconda band e via con i Ne Obliviscaris, acclamati da una grandissima porzione dei fan e l’aria comincia a farsi pesante e calda. Le loro armonie e melodie fantastiche eseguite dal frontman Tim Charles (violino e voce) contrapposte al growl/scream di Xenoyr si uniscono al groove possente della band che segue brani camaleontici come “Devour Me”, “Curator”, “Pyrrhic” ecc dove si può ascoltare tutto il mega potenziale della band che riesce con una facilità disumana ad eseguire i complessi brani composti; menzione speciale va allo stage dive di Tim Charles che senza paura si lancia tra i fans (compreso me) e che poi viene lanciato in aria acclamato, per poi essere riportato sul palco. Headliner time e gli Enslaved portano la potenza degli dei del Nord con loro suonando con carica e potenza, ormai non si cammina più per quanta gente c’è e si resta solo stupefatti li a guardare questi vichinghi che regalano emozioni tra un urlo qui e un “Forza Roma” di la, proponendo una scaletta sublime con “Roots of the Mountain, Ruun, The Watcher, Building With Fire, Ethica Odini, Fenris, The Crossing, Ground, On Thousand Years of Rain e Allfǫðr Oðinn. La vecchiaia avanza per loro, ma più vanno avanti e più la potenza dei Norseman aumenta! (Per le foto degli Enslaved e Cammie degli Oceans of Slumber ringraziamo Martina Santoro Fotografia© All Rights Reserved)

Fleshgod Apocalypse – Nerodia – 5Rand @Traffic Live Club 14-10-2016

0

Venerdì 14 Ottobre si sono esibite, presso il Traffic Live Club di Roma, tre band che in comune hanno tre cose: talento, personalità e DNA italiano. Solitamente noi italiani tendiamo a definire i nostri prodotti musicali come scarni e poco originali, ma a quanto pare, questa gente non ha mai ascoltato i Fleshgod Apocalypse, band di Perugia che tutto l’universo metal ci invidia; No Sun Music e Roma Distorta hanno di fatto organizzato questo super evento con due band romane in apertura, Nerodia e 5Rand. Cominciando proprio dai 5Rand possiamo tranquillamente affermare che questa Groove/Thrash Metal band ha talento e la frontwoman ha carica da vendere, sul palco dimostra di essere pronta a sostenere i ritmi veloci dei brani tratti dal loro primo lavoro in uscita. Secondo round e via con il Death/Thrash Metal dei Nerodia, i quali membri provengono da super band quali Doomraiser, Stormlord ecc. e che hanno da poco rilasciato il loro nuovo e fantastico album “Vanity Unfair” per Revalve Records; un set energico dettato dai violenti riff di Marco Montagna sorretti alla batteria dal jolly David Folchitto, sempre a perfetto in ogni performance. Arriva il turno dei Fleshgod Apocalypse che sin dalla prima nota fanno valere l’esperienza sui palchi internazionali dimostrando quanto meritino il successo che stanno ottenendo, eseguendo brani provenienti dall’ultimo album “King” uscito per Nuclear Blast, alternando successi da Labyrinth, Agony ed un brano proveniente da uno dei primi lavori, Oracles. I tanti fans accorsi si sono scatenati eseguendo svariati Mosh Pit e Circle Pit senza dimenticare un piccolo Wall of Death alimentato dal frontmen Tommaso Riccardi a metà setlist. I Fleshgod Apocalypse saranno a breve in tour con gli Epica come touring band fissa e toccheranno il Nord America, portando il loro Symphonic Death Metal in una terra dove il loro nome è sempre più accostato ai grandi del genere, posto meritato grazie alla loro bravura e originalità che li ha portati ad essere considerati una delle migliori band degli ultimi 10 anni. No Sun Music, Bagana Rock Agency e Roma Distorta hanno fatto si che questo venerdì sera romano potesse essere il più brutale possibile riuscendoci alla grande; qualora non foste venuti, non sapete quale grandissimo spettacolo vi siete persi!

[Kaos Report] Novembre – Lunarsea – Unalei – Seventh Genocide @Traffic Live Club 08/09/2016

0

Giovedì 8 Settembre è ricominciata la stagione metal romana con un super evento targato No Sun Music e RomaDistorta; presso il Traffic Live Club si sono esibite band solide e di spessore, come Novembre (terza tappa del loro tour europeo) e Lunarsea, insieme a band nuove, ma piene di potenziale come Unalei (al debutto dal vivo) e Seventh Genocide. La serata comincia proprio con quest’ultimi che sperimentato un death/black metal unito alla psichedelia pura con lunghe parentesi piene di effetti e persino un archetto usato alla Jimmy Page. Poi è il turno degli Unalei, al debutto live, portando avanti un progetto realizzato da Federico Sanna, supportato da una validissima band con dietro le pelli uno dei migliori batteristi metal in circolazione, David Folchitto; arriva il momento dei Lunarsea, band già ben salda e rodata che con il loro Melodic Death Metal alza i ritmi della serata. Headliner della serata sono i Novembre che ritornano dal vivo al Traffic Live Club dopo il sold out del 9 Aprile, release party del loro nuovo album “Ursa”. La band cambia leggermente l’ordine della scaletta cominciando con un nuovo intro succeduto da “Anaemia”, “Triesteitaliana” e “Australis”. Il frontman Carmelo Orlando si scusa con il pubblico per la voce roca, ma continua poi il resto del concerto senza alcun problema, cantando per le tante persone accorse al concerto. La mancanza del chitarrista Massimiliano Pagliuso si avverte, ma la chimica della nuova formazione con Giuseppe Ferilli e Dario Vero alle chitarre, Carlo Ferilli alla batteria e lo storico bassista Fabio Fraschini, aumenta di giorno in giorno e i brani come il medley “Aquamarine – Come Pierrot – Everasia”, “Umana”, “Nostalgiaplatz” e “Annoluce” ne giovano a tal punto che sembra quasi non sentirsi l’assenza dello storico chitarrista. Ultimo brano è “Oceans of Afternoons” eseguita in maniera magistrale dalla band che si vede però costretta a salutare il pubblico a causa della poca voce rimasta al frontman che per prevenire conseguenze peggiori, in vista delle tante altre date europee, preferisce riposarsi tra gli applausi scroscianti del pubblico. Seppure questo contrattempo, i Novembre continuano ad asfaltare i palchi che calcano e insieme agli Shores of Null e Isole continuano il tour che li vedrà impegnati per il mese di settembre in Grecia, Bulgaria, Romania, Slovacchia, Austria, Germania e Repubblica Ceca.

[Kaos Press] Annunciato il tour europeo degli Anima Tempo

0

La Progressive Death Metal Band messicana, gli “Anima Tempo”, ha annunciato il loro tour europeo che li terrà impegnati Settembre e Ottobre, con tappa all’Euroblast insieme a Animals as Leaders, Intronaut, Dead Letter Circus ed Aliases e con alcune date anche sul suolo italiano. Il tour avrà il nome di “Caged In Europe” e la band che accompagnerà gli Anima Tempo sono i romani Theia, band Progressive Metal/Djent. Il tour toccherà anche Roma dove la band si esibirà al Traffic Live Club il 12 Ottobre, supportati da una terza band, i “Laterath” band Progressive Metal/Djent di cui abbiamo già ampiamente parlato; di seguito vi riportiamo le date del “Caged in Europe” tour e vi rimandiamo ad Heavy Time per tutte le altre informazioni!

//www.animatempo.com

https://www.facebook.com/AnimaTempoOficial

https://animatempo.bandcamp.com/releases

Anima Tempo

Anima Tempo line-up:

Gian Granados – clean vocals, guitar
Dante Granados – lead guitar, synths
Daniel González – growl vocals, guitar
Pedro Vera – bass
Antonio Guerrero – drums

[Kaos Live Report] Burning Ruins Metal Fest 09/07/2016

0

Ieri 9 Luglio 2016 è andato in scena uno dei migliori festival metal presenti sul suolo italiano, il Burning Ruins Metal Fest, svoltosi nell’anfiteatro romano di Terni, che ha proposto una giornata di Metal e carica con 6 band d’eccezione, tra cui Novembre e Dark Tranquillity come headliner del festival. La scenografia dell’anfiteatro è stata la cornice perfetta per le armonie proposte durante l’arco della giornata e l’organizzazione è stata impeccabile per quanto riguarda la distribuzione e l’accoglienza dei tantissimi presenti in quei di Terni. Il Burning Ruins Metal Fest ha inizio con il primo gruppo, “Organic Illusion”, per poi passare agli energici “Bloodtruth” ed il loro Brutal Death Metal. Dopo di loro è il turno degli “S.R.L.” band che prende le sonorità dei Testament aggiungendo testi in italiano; i “Sudden Death” riportano il pubblico sulla via del Death Metal con la loro energia ed il loro metal molto tecnico e ben strutturato. Arriva il momento della prima band headliner della serata ed il pubblico è gremito e pronto per i “Novembre” orfani per qualche mese del chitarrista storico Massimiliano Pagliuso, fuori per motivi di salute (a cui noi mandiamo i nostri auguri di pronta guarigione), ma sostituito in maniera egregia da Dario Vero. La band propone una scaletta con brani tratti dal loro nuovo album “Ursa” senza tralasciare i classici come “Trieste Italiana”, il medley già proposto con “Aquamarine, Everasia, Come Pierrot”, “Nostalgiaplatz” ed una new entry da “Classica”, “Cold Blue Steel.” La band migliora sempre di più l’intesa sul palco con i nuovi membri Carlo e Giuseppe Ferilli tanto che la performance live risulta essere anche migliore dell’eccellente prestazione sold out del 9 Aprile al Traffic Live Club; a seguito di un estenuante soundcheck è il momento della storica Melodic Death Metal Band svedese, “Dark Tranquillity”. Seppur leggermente penalizzati da qualche imprecisione di suono, la band è carica ed adora il pubblico italiano ribadendo quasi sempre questo concetto. Il pubblico fa anche dono di una bandiera della Svezia, regalo gradito da Mikael Stanne e da tutti i membri dei Dark Tranquillity; ci viene rivelato che il nuovo album è pronto ed uscirà a Novembre dicendo che sicuramente i fans lo adoreranno. I brani ripercorrono un pò tutta la carriera passando dalla chiudifila “Misery’s Crown”, “Lethe”, “Treason Wall”, “Endtime Hearts”, “Monocromatic Stains”, “Wonders at your Feet”, “Therein”, “Final Resistance”, “Lesser Faith”; inoltre vengono presentati al pubblico italiano i due nuovi membri della band, Andres Iwers e Jens Florens. Il live volge al termine così come il Burning Ruins Metal Fest che piano piano si spegne mentre i fans accorsi continuano a divertirsi appena fuori l’anfiteatro trattenendosi a parlare con le band che hanno partecipato durante la giornata. Questo festival, giunto alla 4° edizione, migliora di anno in anno e presto diventerà un’istituzione per quanto riguarda il metal in italia; Agenzia Bipede e Bagana Rock Agency hanno tirato su questo grande evento e ci aspettiamo grandi nomi anche l’anno prossimo, per ora potrete guardare le foto qui sotto, ma vi consigliamo vivamente di parteciparvi l’anno prossimo.

Giuseppe Negri

Martedì 7 Giugno – HEAVY TIME ospita “DGM”

0

Martedì 7 Giugno 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: DGM

Heavy Time ospita i “DGM” rappresentati dal chitarrista Simone Mularoni. All’interno della puntata si parlerà del nuovo album dei DGM, appena annunciato, dal titolo “The Passage” dove vi faranno parte anche Michael Romeo dei Symphony X e Tom Englund degli Evergrey. Per tutti i fan del Progressive e dei ruggenti assoli di chitarra, questa puntata è un must da non perdere; rimanete sintonizzati dalle 15 alle 16 di Martedì 7 Giugno con i DGM ad Heavy Time, sempre su radiokaositaly.com

Martedì 31 Maggio – HEAVY TIME ospita “Destrage” e “Nero di Marte”

0

Martedì 31 Maggio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Destrage, Nero di Marte

Heavy Time ospita i “Destrage” rappresentati da Matteo Di Gioia, chitarrista e fondatore della Metal Band milanese. I Destrage hanno da poco annunciato il loro ritorno in studio per incidere un nuovo album che uscirà sicuramente entro la fine dell’anno. Altra band ospite della trasmissione saranno i “Nero di Marte”, band che sarà potagonista con Juggernaut e Adimiron, il 10 giugno al Traffic Live di Roma per una serata targata No Sun Music. Di questo e tanto altro parleremo durante la puntata di martedì 31 Maggio ed inoltre potrete ascoltare il nuovo singolo dei Periphery, sempre dalle 15 alle 16, sempre su radiokaositaly.com

Martedì 24 Maggio – HEAVY TIME ospita “Element of Chaos”

0

Martedì 24 Maggio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Element of Chaos

Heavy Time ospita gli “Element of Chaos” band Progressive Metal dal sapore decisamente apocalittico. Il 27 Maggio ci sarà la release party del loro album “A New Dawn”, a seguito di un paio di anni di astinenza dai live. Avremo in studio gli “Element of Chaos” per parlare di questa prossima uscita ed inoltre potrete ascoltare un nuovo brano dal nuovo album dei Katatonia, “The Fall of Hearts”.
Di questo e tanto altro si parlerà Martedì 24 Maggio con Heavy Time, sempre dalle 15 alle 16, sempre su radiokaositaly.com!

[Kaos Interview] Heavy Time intervista i “Jinjer”

0

Giuseppe Negri di Heavy Time intervista Eugene Kostyuk e Tatiana Shmailyuk dei “Jinjer” al termine del loro concerto del 5 Maggio al Traffic Live Club di Roma. Nell’intervista – che ascolterete qui sotto – verrete a conoscenza dei dettagli del nuovo album dei Jinjer intitolato “King of Everything” e di tanto altro.

La band ha affermato di essere contenta di aver suonato a Roma avendo visto quanta ospitalità è stata data loro dai fans e sono stati contenti di aver girato maggiormente l’Italia. Eugene ha poi affermato che il loro nuovo album risulta essere già pronto e sarà rilasciato il 29 Luglio per la Napalm Records e sarà qualcosa di straordinario. I temi principali riguardano quanto la gente può essere manipolata mentalmente e materialmente, senza tralasciare brani riguardo l’amore e i sentimenti. I temi sono totalmente nuovi essendo che “Cloud Factory”, il loro precedente lavoro, esplorava problemi e circostanze mondiali ed ora hanno voluto parlare di problemi personali e ciò che può danneggiare le persone. Le loro prossime date saranno in Austria, Repubblica Ceca, Romania e Germania durante i festival estivi e saranno all’Euroblast Festival in Germania. Sopratutto vorrebbero tornare in Nord Italia oltre che esplorare e suonare in Francia.

[Kaos Interview] Heavy Time intervista i “Nerodia”

0

Giuseppe Negri di Heavy Time intervista Marco Montagna e David Folchitto della Death Metal Band Nerodia insieme a Tiziano Gianmichele di Roma Distorta e No Sun Music. Nell’intervista che ascolterete qui in basso si parlerà del nuovo album dei Nerodia intitolato “Vanity Unfair”, della loro serata al Traffic Live Club del 27 Maggio, organizzata proprio dalla No Sun Music e tanto altro; inoltre potrete ascoltare in anteprima il brano “The Black Line” che vede la collaborazione di Massimiliano Pagliuso dei Novembre.