Architects – Stick to Your Guns – Bury Tomorrow Live @Planet Live Club 06/11/2016

0

Domenica 6 Novembre, presso il Planet Live Club, c’è stato il ritorno a Roma degli Architects, band Djent che recentemente ha perso il suo membro più importante, Tom Searle, morto a causa del cancro a soli 28 anni; membro più importante perché songwriter principale della band, come ribadito dal cantante Sam Carter durante il momento finale dedicato proprio a Tom, prima del brano “Gone with the Wind”. In apertura per tutto il tour del loro ultimo album “All Our Gods Have Abandoned Us” sono presenti Stick to Your Guns e Bury Tomorrow, band energiche appartenenti più alla scena Hardcore e Metalcore che Djent. I primi a salire sul palco, davanti ad una folla già gremita pronta a resistere alle intemperie pomeridiane, sono i Bury Tomorrow, band metalcore che immediatamente alza i ritmi e il pubblico comincia a scatenarsi con mosh pit e crowd surfing per la gioia del frontman che incita i fan a divertirsi il più possibile. Una critica mossa dal cantante va verso le band che caricano sulle spalle dei fans più fedeli le spese di biglietti VIP con la possibilità di incontrarli credendosi migliori di loro; a seguito invita i fans li presenti nella zona shop per scambiare due chiacchiere ed un abbraccio. Seconda band e via di Hardcore con gli Stick to Your Guns , band presente nel sociale e di cultura Straight Edge che non perde mai l’occasione di ricordare ai fans che tutti noi siamo gli unici capaci di cambiare il mondo e di renderlo un posto migliore, anche con la rivoluzione. Terza band ed è il momento degli Architects che per motivi di sicurezza (in quanto presenti bombole adibite all’uso di smoke pyro) vieta il crowd surf, ciò non toglie che i tantissimi presenti continuerà con mosh pits sfrenati per tutto il tempo. La scaletta è delle migliori e si passa dai primi lavori (Daybreaker) fino all’ultimo “All Our Gods Have Abandoned Us”, set e brani ovviamente dedicati a Tom che per il tour è stato sostituito dal super chitarrista Josh Middleton che esegue magistralmente le sue parti. La band è energica e spesso scherza coi fans tra un brano e l’altro, per poi scatenare tutta la loro passione sul palco, passione che ha permesso di continuare a suonare, magistralmente, almeno per questo tour.

Nihilist

Deathwish

These Colours Don’t Run

Dead Man Talking

Early Grave

Phantom Fear

The Devil Is Near

Broken Cross

Downfall

Gravedigger

Colony Collapse

Follow the Water (Outro)

Gravity

Naysayer

Encore:
A Match Made in Heaven

Gone With the Wind

[Kaos Interview] I Giardini di Chernobyl @Radio Kaos Italy

0

I Giardini di Chernobyl sono una band Alternative Rock italiana che nasce nel Febbraio del 2014.
Dopo pochi mesi dalla sua formazione, iniziano le registrazioni del loro primo
album con Giulio Ragno Favero (bassista e produttore de “Il Teatro degli Orrori ”) preso il “Lignum Studio”.
Il 4 Marzo 2015 è uscito il loro primo album “ Cella Zero ”
per l’etichetta Zeta Factory e dopo un anno e mezzo dall’uscita viene presentato un nuovo Ep, intitolato “Magnetica”
, che è una raccolta di 5 brani registrati nel 2014, dal cantante e chitarrista Emanuele, antecedente alla formazione ufficiale della band.
“Magnetica” contiene 3 inediti, e le versioni originali di “Iago” e “Odio il Sole”. Giuseppe Negri ha intervistato I Giardini di Chernobyl negli studi di Radio Kaos Italy e qui sotto potete ascoltare cosa è venuto fuori da questa chiacchiera!

Temperance: “The Earth Embraces Us All”

0

Terzo album per gli italianissimi Temperance intitolato “The Earth Embraces Us All” in uscita il 16 Settembre per Scarlet Records. Durante l’intervista con Heavy Time, la cantante Chiara Tricarico ci aveva dato dei piccoli indizi sulla qualità e sui temi di questo nuovo lavoro ed infatti le sue parole si sono rivelate veritiere. “The Earth Embraces Us All” è un lavoro estremamente completo e ben fatto, non ci si aspetta quasi mai un album di questa caratura da una band nata solo 3 anni fa. La scena Symphonic Metal ha dalla sua parte un altro gruppo capace di esprimersi al meglio senza risultare banale, senza sfociare nei cliché del genere. L’energica voce del chitarrista, Marco Pastorino, si contrappone alla leggera, ma potente voce di Chiara creando un connubio perfetto. Nei brani si sperimenta davvero di tutto, passando da riff di chitarra decisamente veloci e carichi a degli intermezzi silenziosi a sperimentazioni dove il pianoforte, violino, sassofono e synth la fanno da padrone, soprattutto nel lunghi brani “A Thousand Places”, “Advice From a Caterpillar” e “The Restless Ride”. La qualità dei suoni presenti in questo lavoro è davvero alta e anche da questo si nota che i Temperance non scherzano di certo ed ormai si stanno facendo strada come una delle migliori band presenti attualmente sul suolo italiano e non solo. Oltre ai brani più carichi non manca la ballad, “Change the Rhyme” ed un brano totalmente in italiano intitolato “Maschere” che potremmo definire come il singolo di “The Earth Embraces Us All”. “Unspoken Words” è il brano più carico di ambientazioni folk italiane, presenti nel main riff ad inizio brano che poi si ripete dopo i ritornelli e special. Aspettiamo un ritorno dei Temperance qui a Roma dopo il successo del Rock in Roma con Apocalyptica, Epica e Nightwish, per una release dell’album; “The Earth Embraces Us All” è un lavoro che di certo vi lascerà senza parole.

Chiara – Vocals
Marco – Lead Guitar & Vocals
Luca – Bass
Giulio – Drums & Keys

1. A Thousand Places
2. At The Edge Of Space
3. Unspoken Words
4. Empty Lines
5. Maschere
6. Haze
7. Fragments Of Life
8. Revolution
9. Advice From a Caterpillar
10. Change The Rhyme
11. The Restless Ride
Mix e master a cura di Simone Mularoni dei DGM presso i Domination Studio
Cover artwork by Gustavo Sazes (Kamelot, Arch Enemy, Morbid Angel)

Giuseppe Negri
Consigliato: Si
Voto: 5/5

[Kaos Live Report] Postepay Rock in Roma: Slayer + Amon Amarth 12/07/2016

0

Martedì 12 Luglio l’Ippodromo delle Capannelle si è trasformato in un ritrovo di guerrieri vichinghi e di metallari arrabbiati pronti ad assistere ad una serata di serratissimo Metal; gli headliner del Postepay Rock in Roma di ieri sono stati Amon Amarth e Slayer supportati dai “The Shrine”. La band hard rock apre le danze e seppur trovandosi fuori contesto con le ambientazioni della serata, vengono apprezzati dai fans presenti grazie al loro sound californiano con uno stile molto vicino ai Wolfmother; arrivato il momento dei guardiani di Asgaard il pubblico è gremito e pronto ad alzare le corna e a dar sfogo all’headbanging selvaggio accompagnato dal Viking Metal degli Amon Amarth. La band parte subito con dei cavalli di battaglia come “The Pursuit of The Vikings” e “As Loke Falls” per poi passare ad nuovo brano dal loro ultimo album, “First Kill”. Successivamente gli AA sfoggiano una serie di evergreen come “Cry for the Black Birds”, “Death in Fire”, “Deceiver of The Gods”, “Runes to my Memory” e “War of the Gods”; piccola pausa per far respirare i fan stanchi da headbanging e mosh pit a cui segue il discorso di Joan Hegg riguardo un detto svedese sulla birra che recita “Versate una birra all’uomo assetato, versatela allo stanco perché la birra è amica del corpo ed ispira lo spirito”, detto succeduto dalla bevuta di birra da parte di tutta la band dai loro corni, seguita dalla canzone “Raise your Horns.” Giunge purtroppo al termine il live con gli ultimi due brani “Guardians of Asgaard” e “Twilight of the Hammer God” ovviamente preceduta da lampi, tuoni, pioggia e dall’immancabile martellata al palco; gli Amon Amarth lasciano il palco e dopo 30 minuti di sistemazione del palco è il momento degli Slayer. Aprifila è il nuovo brano “Repentless” tratto dall’omonimo album del 2015 e il pubblico è già carico e pronto al mosh più selvaggio. Loro parlano davvero poco sul palco e lasciano l’azione ai loro strumenti facendo assaporare al pubblico vecchie glorie e brani più recenti come “Postmortem”, “Hate Worldwide”, “God Send Death” e poi l’immancabile “War Ensemble” con l’urlo di tutto il pubblico del Rock in Roma. Gli Slayer concedono brevissime pause al pubblico per cambio strumenti ed accordatura, tempo che permette ai fans di recuperare fiato e prepararsi ai prossimi brani “When the Stillness Comes”, “You Against You”, “Mandatory Suicide”, “Fight Till Death”, “Death Skin Mask” e “Seasons in The Abyss” che porta con se il primo cambio del telone sullo sfondo con il logo classico della band. Battute finali anche per gli Slayer che, di fila, ci portano nelle cupe atmosfere di “South of Heaven”, “Raining Blood”, “Black Magic” e per ultima, “Angel of Death” dedicata al compianto Jeff Hanneman con un telo per l’Angel of Death scomparso 3 anni fa. Il Rock in Roma regala ogni anno a noi fan del metal di concerti indimenticabili, davvero un peccato non parteciparvi, ma per coloro che si son persi questo evento, ecco le foto degli interpreti di ieri sera, The Shrine – Amon Amarth e Slayer!

Giuseppe Negri

[Kaos Interview] Heavy Time intervista Giacomo Voli dei “TeodasiA”

0

Un saluto a tutti e bentornati qui su Radio Kaos Italy con un’intervista targata Heavy Time. Giuseppe Negri ha oggi intervistato Giacomo Voli, cantante emerso dal Team Pelù di The Voice grazie alla sua strepitosa voce e al suo look decisamente Rock/Metal. Da poco è entrato a far parte della band Symphonic Metal “TeodasiA” collaborando da subito al loro nuovo album; nell’intervista abbiamo parlato della struttura dell’album “Reloaded” e delle scelte compositive presenti in questo lavoro. Bando alle ciance ed ascoltatevi l’intervista a Giacomo Voli dei “TeodasiA”.

[Kaos Live Report] Burning Ruins Metal Fest 09/07/2016

0

Ieri 9 Luglio 2016 è andato in scena uno dei migliori festival metal presenti sul suolo italiano, il Burning Ruins Metal Fest, svoltosi nell’anfiteatro romano di Terni, che ha proposto una giornata di Metal e carica con 6 band d’eccezione, tra cui Novembre e Dark Tranquillity come headliner del festival. La scenografia dell’anfiteatro è stata la cornice perfetta per le armonie proposte durante l’arco della giornata e l’organizzazione è stata impeccabile per quanto riguarda la distribuzione e l’accoglienza dei tantissimi presenti in quei di Terni. Il Burning Ruins Metal Fest ha inizio con il primo gruppo, “Organic Illusion”, per poi passare agli energici “Bloodtruth” ed il loro Brutal Death Metal. Dopo di loro è il turno degli “S.R.L.” band che prende le sonorità dei Testament aggiungendo testi in italiano; i “Sudden Death” riportano il pubblico sulla via del Death Metal con la loro energia ed il loro metal molto tecnico e ben strutturato. Arriva il momento della prima band headliner della serata ed il pubblico è gremito e pronto per i “Novembre” orfani per qualche mese del chitarrista storico Massimiliano Pagliuso, fuori per motivi di salute (a cui noi mandiamo i nostri auguri di pronta guarigione), ma sostituito in maniera egregia da Dario Vero. La band propone una scaletta con brani tratti dal loro nuovo album “Ursa” senza tralasciare i classici come “Trieste Italiana”, il medley già proposto con “Aquamarine, Everasia, Come Pierrot”, “Nostalgiaplatz” ed una new entry da “Classica”, “Cold Blue Steel.” La band migliora sempre di più l’intesa sul palco con i nuovi membri Carlo e Giuseppe Ferilli tanto che la performance live risulta essere anche migliore dell’eccellente prestazione sold out del 9 Aprile al Traffic Live Club; a seguito di un estenuante soundcheck è il momento della storica Melodic Death Metal Band svedese, “Dark Tranquillity”. Seppur leggermente penalizzati da qualche imprecisione di suono, la band è carica ed adora il pubblico italiano ribadendo quasi sempre questo concetto. Il pubblico fa anche dono di una bandiera della Svezia, regalo gradito da Mikael Stanne e da tutti i membri dei Dark Tranquillity; ci viene rivelato che il nuovo album è pronto ed uscirà a Novembre dicendo che sicuramente i fans lo adoreranno. I brani ripercorrono un pò tutta la carriera passando dalla chiudifila “Misery’s Crown”, “Lethe”, “Treason Wall”, “Endtime Hearts”, “Monocromatic Stains”, “Wonders at your Feet”, “Therein”, “Final Resistance”, “Lesser Faith”; inoltre vengono presentati al pubblico italiano i due nuovi membri della band, Andres Iwers e Jens Florens. Il live volge al termine così come il Burning Ruins Metal Fest che piano piano si spegne mentre i fans accorsi continuano a divertirsi appena fuori l’anfiteatro trattenendosi a parlare con le band che hanno partecipato durante la giornata. Questo festival, giunto alla 4° edizione, migliora di anno in anno e presto diventerà un’istituzione per quanto riguarda il metal in italia; Agenzia Bipede e Bagana Rock Agency hanno tirato su questo grande evento e ci aspettiamo grandi nomi anche l’anno prossimo, per ora potrete guardare le foto qui sotto, ma vi consigliamo vivamente di parteciparvi l’anno prossimo.

Giuseppe Negri

[Waiting For] Slayer + Amon Amarth @Rock in Roma 12/07/2016

0

Il nuovo album “Repentless” è stato nominato fra i migliori album del 2015. Gli Slayer proseguono ininterrottamente la loro attività live e dopo aver registrato ottimi numeri di presenze lo scorso novembre all’Alcatraz di Milano tornano in Italia nel periodo estivo per tre show che si preannunciano totalmente devastanti! Tom Araya, Kerry King, Gary Holt e Paul Bostaph si esibiranno nel mese di luglio a Milano (con Behemoth e Carcass in apertura!), Lignano Sabbiadoro e all’interno del Postepay Rock In Roma dove avremo il piacere di vedere gli Amon Amarth in qualità di grandi special guest! Heavy Time parteciperà al concerto e vi terrà informati per tutta la durata del live in quei del Rock in Roma!
Read more at //www.livenation.it/show/825915/slayer/milano/2016-07-04/it#Q0Hk0yzXX0yJSce6.99

Info e Contatti
POSTEPAY ROCK IN ROMA
www.postepayrockinroma.com
www.postepaysound.it
mail to: info@rockinroma.com
Tel. 06.54.22.08.70
Info diversamente abili: 06.54.22.08.70

[Kaos Live Report] Laterath + Benkenobi Band Live @Wishlist 10/06/2016

0

Venerdì 10 Giugno è avvenuto il ritorno live a Roma di una band ferma ai box da un anno a causa di due cambi di componenti. I Laterath (ex Too Human) hanno presentato al Wishlist la nuova cantante, Angela Radoccia, ed hanno confermato il nuovo secondo bassista Stefano Rossi, già membro della band lo scorso anno. In apertura la Benkenobi Band, gruppo Hard Rock romano, ha scaldato gli animi dei fans presenti al Wishlist con i loro brani inediti ed alcune cover (Led Zeppelin, David Bowie, Queen ecc); la poliedricità del cantante Francesco Sacchini ha lasciato tutti a bocca aperta riuscendo facilmente a passare dalle ballad agli acuti sfrenati senza alcuna sbavatura, sorretto da una band solida e performante. I Laterath si definiscono “Progressive metal sperimentale del nuovo millennio. Versatilità stilistica e la coesione di due bassi in dialogo rendono unico il loro sound” ed è proprio ciò che i fans hanno ascoltato ieri sera; un misto di Djent, Progressive Metal, Crossover con accenni di Growl, novità per la band. Sono stati riproposti i brani già suonati ai tempi Too Human, leggermente ri-arrangiati per le nuove caratteristiche della cantante. Inoltre i Laterath hanno svelato nuove idee in cui anche il rap entra a far parte delle loro ambientazioni tipicamente Djent/Prog. Certamente la band dimostra sempre più di meritare i grandi palchi, come successo al Meeting del Mare settimana scorsa, dove i Laterath hanno suonato per la prima volta live con la nuova formazione. Ci aspettiamo presto un prodotto terminato da parte di questa Prog band che nulla ha da invidiare ai grandi nomi della scena Metal moderna, internazionale e non solo locale; il Wishlist fa da perfetta cornice per questo ritorno live dei Laterath e per le ambientazioni Rock dei Benkenobi Band, entrambi giovani band che certamente si stanno aprendo strada nella scena romana a suon di riff ed acuti.

Martedì 7 Giugno – HEAVY TIME ospita “DGM”

0

Martedì 7 Giugno 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: DGM

Heavy Time ospita i “DGM” rappresentati dal chitarrista Simone Mularoni. All’interno della puntata si parlerà del nuovo album dei DGM, appena annunciato, dal titolo “The Passage” dove vi faranno parte anche Michael Romeo dei Symphony X e Tom Englund degli Evergrey. Per tutti i fan del Progressive e dei ruggenti assoli di chitarra, questa puntata è un must da non perdere; rimanete sintonizzati dalle 15 alle 16 di Martedì 7 Giugno con i DGM ad Heavy Time, sempre su radiokaositaly.com

Martedì 31 Maggio – HEAVY TIME ospita “Destrage” e “Nero di Marte”

0

Martedì 31 Maggio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Destrage, Nero di Marte

Heavy Time ospita i “Destrage” rappresentati da Matteo Di Gioia, chitarrista e fondatore della Metal Band milanese. I Destrage hanno da poco annunciato il loro ritorno in studio per incidere un nuovo album che uscirà sicuramente entro la fine dell’anno. Altra band ospite della trasmissione saranno i “Nero di Marte”, band che sarà potagonista con Juggernaut e Adimiron, il 10 giugno al Traffic Live di Roma per una serata targata No Sun Music. Di questo e tanto altro parleremo durante la puntata di martedì 31 Maggio ed inoltre potrete ascoltare il nuovo singolo dei Periphery, sempre dalle 15 alle 16, sempre su radiokaositaly.com

Martedì 24 Maggio – HEAVY TIME ospita “Element of Chaos”

0

Martedì 24 Maggio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Element of Chaos

Heavy Time ospita gli “Element of Chaos” band Progressive Metal dal sapore decisamente apocalittico. Il 27 Maggio ci sarà la release party del loro album “A New Dawn”, a seguito di un paio di anni di astinenza dai live. Avremo in studio gli “Element of Chaos” per parlare di questa prossima uscita ed inoltre potrete ascoltare un nuovo brano dal nuovo album dei Katatonia, “The Fall of Hearts”.
Di questo e tanto altro si parlerà Martedì 24 Maggio con Heavy Time, sempre dalle 15 alle 16, sempre su radiokaositaly.com!

[Kaos Live Report] Jinjer + Screaming Banshees + Ozaena @Traffic Live Club – 05/05/2016

0

Giovedì 5 maggio è andato in scena sul palco del Traffic Live Club il “Death Apocalypse IV”, evento che ha portato a Roma i Jinjer – miglior band ucraina del 2013 grazie al loro groove metal/progressive, death metalcore.
Hanno aperto la serata altre band del territorio romano come gli Screaming Banshees, band death metal di Roma al tanto atteso ritorno sulla scena. È toccato poi agli Ozaena – ospiti di Heavy Time non molto tempo fa, emersi come una delle migliori band della serata grazie alla loro energia e al loro thrash/groove metal-, agli Skymall Solution e alla band Always One Less.
Come hanno detto gli Jinjer stessi, al loro arrivo in una città il tempo cambia e diventa freddo, sicuramente a causa della loro musica graffiante e fredda, che però scalda gli animi dei presenti al Traffic che sulle loro note si esaltano facendo partire dei forti mosh-pit. La band ha eseguito brani dal loro primo lavoro “Cloud Factory” come la title track, “Exposed as a Liar”, “Sit Stay Roll Over”, “Outlander” ed altri oltre al loro nuovo singolo “Words of Wisdom” dall’album “King of Everything” in uscita il 29 Luglio per la Napalm Records. Sempre su radiokaositaly.com potrete trovare l’intervista fatta ai Jinjer al termine del concerto e intanto vi lasciamo con le foto della serata.

Martedì 17 Maggio – HEAVY TIME ospita “Lord Woland”

0

Martedì 17 Maggio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Lord Woland

Heavy Time ospita i “Lord Woland”, un power trio stoner/doom, proveniente dalla umidissime paludi della Tuscia.
Nascono come progetto di inediti, la formazione originale composta da Nicola Girella e Glauco Fantini viene completata sul finire del 2014 con l’arrivo di Francesco Angiolini alla batteria. Questo 6 maggio è stato pubblicato il loro primo EP intitolato “Below” dopo la pubblicazione del demo “La Beauté Du Diable”. Di questo e tanto altro si parlerà Martedì 17 Maggio con Heavy Time, sempre dalle 15 alle 16, sempre su radiokaositaly.com!

[Kaos Interview] Heavy Time intervista i “Jinjer”

0

Giuseppe Negri di Heavy Time intervista Eugene Kostyuk e Tatiana Shmailyuk dei “Jinjer” al termine del loro concerto del 5 Maggio al Traffic Live Club di Roma. Nell’intervista – che ascolterete qui sotto – verrete a conoscenza dei dettagli del nuovo album dei Jinjer intitolato “King of Everything” e di tanto altro.

La band ha affermato di essere contenta di aver suonato a Roma avendo visto quanta ospitalità è stata data loro dai fans e sono stati contenti di aver girato maggiormente l’Italia. Eugene ha poi affermato che il loro nuovo album risulta essere già pronto e sarà rilasciato il 29 Luglio per la Napalm Records e sarà qualcosa di straordinario. I temi principali riguardano quanto la gente può essere manipolata mentalmente e materialmente, senza tralasciare brani riguardo l’amore e i sentimenti. I temi sono totalmente nuovi essendo che “Cloud Factory”, il loro precedente lavoro, esplorava problemi e circostanze mondiali ed ora hanno voluto parlare di problemi personali e ciò che può danneggiare le persone. Le loro prossime date saranno in Austria, Repubblica Ceca, Romania e Germania durante i festival estivi e saranno all’Euroblast Festival in Germania. Sopratutto vorrebbero tornare in Nord Italia oltre che esplorare e suonare in Francia.

[Kaos Interview] Heavy Time intervista i “Nerodia”

0

Giuseppe Negri di Heavy Time intervista Marco Montagna e David Folchitto della Death Metal Band Nerodia insieme a Tiziano Gianmichele di Roma Distorta e No Sun Music. Nell’intervista che ascolterete qui in basso si parlerà del nuovo album dei Nerodia intitolato “Vanity Unfair”, della loro serata al Traffic Live Club del 27 Maggio, organizzata proprio dalla No Sun Music e tanto altro; inoltre potrete ascoltare in anteprima il brano “The Black Line” che vede la collaborazione di Massimiliano Pagliuso dei Novembre.

Martedì 10 Maggio – HEAVY TIME ospita “Fake Heroes”

0

Martedì 10 Maggio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Fake Heroes

Heavy Time ospita Draft, chitarrista e fondatore dei “Fake Heroes”, band Progressive Metal pescarese formatasi nel febbraio del 2012 dalle idee del chitarrista e compositore Gianni ‘Draft Djentleman’ Vespasiani.
Il sound iniziale della band è decisamente heavy rock/nu metal e trae ispirazione dal sound americano di questi ultimi anni per poi trasformare questo sound verso il Progressive Metal. A settembre 2014 sono inziate ufficialmente anche le registrazioni del secondo full lenght (di 11 tracce) che termineranno entro la fine dell’anno; “Clouds” esce ufficialmente a settembre 2015. La band ha annunciato 2 date come gruppo d’apertura per i TesseracT, band ormai in auge nella sfera Prog/Djent. Di questo e tanto altro parleremo Martedì 10 Maggio dalle 15 alle 16 per Heavy Time!

[Kaos Live Report] The Foreshadowing live @ Traffic Live Club – 07/05/2016

0

La Gothic Doom Metal band The Foreshadowing ha fatto ritorno live a Roma dopo due anni di silenzio ed è stato senza dubbio un grande successo. Sabato 7 Maggio tre band si sono esibite sul palco del Traffic Live Club, serata organizzata dalla No Sun Music, in una kermesse puramente metal a cui i fans hanno partecipato numerosi.
La prima Melodic Death Metal band ad esibirsi sul palco sono i romani Beyond the Dark, seguiti dalla progressive metal band Embrace of Disharmony, un gruppo davvero da tenere d’occhio con i loro brani progressive con sfumature death e l’intreccio tra voce femminile e maschile/growl. Il release party di “Seven Head Ten Horns”, nuovo album dei The Foreshadowing uscito il 22 Aprile per Cyclone Empire/Metal Blade Records, vede la band eseguire brani come “Two Horizons”, “17”, “Fall of Heroes”, “Nimrod”, tratti dal sopracitato album, regalando ai fans brani anche dai loro precedenti lavori come la ballad “Survivor’s Sleep”, “Forsaken Son”, “Havoc”, “Oionos” tratti da “Second World”, “Oionos”.
The Foreshadowing incantano e portano all’headbanging sfrenato tutto il pubblico presente al Traffic per un’ora e mezza di concerto che giunge al termine dopo il tanto voluto bis richiesto dal pubblico. Qui sotto potrete vedere le foto dell’evento scattate per noi di Radio Kaos Italy da Francesca Ciano. Ricordiamo che l’album “Seven Head Ten Horns” dei “The Foreshadowing” è disponibile per l’acquisto in tutti gli store digitali.

[Kaos Extra] Intervista agli Human Suit

0

Gli Human Suit sono un progetto di musica elettronica a cavallo fra synth pop, industrial e trip-hop formatosi nella primavera del 2014 a Padova che vede alla voce e al basso Chiara Zanon, ai synth e alla programmazione Marco Agostini. Nell’autunno dello stesso anno vengono contattati da Scarlet Letter Productions con cui producono e registrano il loro primo album “Sublimation”. Le attività della band si focalizzano sulla creazione di atmosfere che spaziano da malinconici paesaggi notturni a esplosioni di rabbia, sempre con una grande attenzione per la ricerca e la cura dei suoni.
Di questo ed altro potrete ascoltare nell’intervista condotta da Giuseppe Negri e linkata qui sotto.

Martedì 3 Maggio – HEAVY TIME ospita “The Foreshadowing”

0

Martedì 3 Maggio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: The Foreshadowing

Heavy Time ospita in studio i membri della Gothic Doom Metal band “The Foreshadowing” Giuseppe Orlando, Alessandro Pace e Francesco Sosto. Durante la puntata ci parlano del loro nuovo album “Seven Heads Ten Horns” rilasciato il 22 Aprile distribuito dalla Cyclone Empire Records e Metal Blade Records, della data al Traffic Live Club del 7 Maggio e di tanto altro riguardo la band. Restate connessi come sempre, martedì dalle 15 alle 16 su Radio Kaos Italy e ricordate “Sing the sorrow, enjoy the end.”

Martedì 26 Aprile – HEAVY TIME ospita “Juggernaut”

0

Martedì 26 Aprile 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Juggernaut

Heavy Time ospita i Juggernaut, band che si sta facendo strada a suon di sonorità cupe e pesanti. I Juggernaut vengono assemblato e cominciano a muoversi sui suoi ammennicoli nell’inverno del 2006 a Roma. Il primo passo è stato quello di evocare un suono poderoso e grave che sintetizzasse il linguaggio del metal, la violenza dell’hardcore e un immaginario gotico. Potrete ascoltare la band live in quanto eseguiranno alcuni brani del loro repertorio in acustico, il tutto sempre dalle 15 alle 16, sempre su Heavy Time!

Martedì 19 Aprile – BEERADIO ospita “Birra Gladiatore”

0

Martedì 19 Aprile 2016 alle 20:00
Enrico Zeverino & Simone Stillitano di Beeradio
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Birra Gladiatore

Birra Gladiatore nasce nell’ormai lontano 1998, recuperando un vecchio stabilimento siderurgico e dedicandolo alla produzione di birra artigianale di qualità, accompagnando il tutto con musica, cucina e show dal vivo; un brewpub con impianto a vista, dove la birra artigianale prodotta passa direttamente dai fermentatori ai serbatoi collegati alle spine del locale, mantenendo la catena del freddo.
I primi tempi furono tutt’altro che facili: il nostro era appena il 19° impianto per la produzione di birra artigianale installato in Italia e, anche a causa della scarsa diffusione di internet, non era affatto semplice promuovere la nostra attività o entrare in contatto con i pochi stabilimenti di produzione birraria esistenti sul territorio nazionale. Inoltre, spesso i nostri clienti preferivano bere una “birra ghiacciata e gasata” piuttosto che un prodotto genuino realizzato con metodi artigianali, con la giusta carbonazione e servito alla temperatura più adeguata.
Pian piano, però, i consumatori hanno iniziato ad apprezzare sempre di più la birra artigianale, permettendo la rapida crescita del mondo birrario, che in pochi anni ha assunto dimensioni notevolmente maggiori rispetto al 1998. Abbiamo quindi avuto la possibilità di incontrare numerosi esperti del settore, ed è anche grazie a loro che siamo cresciuti e migliorati anno dopo anno.
Forti dell’appoggio da parte dei nostri clienti e della diffusione della birra artigianale nel panorama italiano, nel 2008 abbiamo deciso di distribuire i nostri prodotti anche al di fuori del nostro brewpub e, successivamente, abbiamo pensato di aprire il nostro birrificio alla produzione per conto terzi. È nato così Beer4You, il progetto dedicato ai beer firm, che con il passare degli anni ha reso la produzione per conto terzi la nostra principale attività.
Oggi, Birra Gladiatore continua a crescere: siamo infatti costantemente alla ricerca di nuovi punti di distribuzione disposti a vendere i nostri prodotti e di nuovi committenti che vogliono realizzare la propria birra artigianale.

Martedì 19 Aprile – HEAVY TIME ospita Soul Secret

0

Martedì 19 Aprile 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Soul Secret

Giuseppe continua con la scia del Progressive Metal ed ospita i Soul Secret, rappresentati dal chitarrista e fondatore Antonio Vittozzi. La band ha da poco pubblicato per GoldenCore Records il loro nuovo album intitolato “4”. Nella puntata si parla di questo nuovo album, delle loro scelte compositive e di tanto altro. Heavy Time vi farà ascoltare tanta buona musica e nuovi singoli, quello di questa settimana è della della Progressive Metal band inglese “Haken”. Rimanete sintonizzati dalle 15 alle 16 per scoprire i Soul Secret!

[Kaos Interview] Heavy Time intervista i Novembre

0

Giuseppe Negri di Heavy Time intervista Carmelo Orlando e Massimiliano Pagliuso, storici membri della Progressive Death Metal band Novembre. L’intervista – che ascolterete qui in basso – è stata fatta sabato 9 aprile presso il Traffic Live Club di Roma prima della loro performance, davanti ad un locale colmo a causa del sold-out. Troverete curiosità sul loro nuovo album “Ursa” uscito per Peaceville Records il 1 Aprile 2016, nuovi innesti della band e tanto altro.


Heavy Time con i 'Novembre'

[Kaos Live Report] Novembre live @ Traffic Live Club – 09/04/2016

0

Questo sabato 9 Aprile, il Traffic Live Club ha ospitato uno dei più grandi ed aspettati ritorni degli ultimi anni. I Novembre sono tornati dal vivo, presentando il loro nuovo album “Ursa”, dopo ben 9 anni di assenza dalle scene; sul nostro sito potete già trovare la nostra recensione di questo nuovo lavoro.
Ma parliamo del live. I Black Therapy, band Melodic Death Metal di Roma, hanno aperto le danze presentando un live potente, dimostrando a tutti di meritare il posto guadagnato al fianco dei Novembre con brani energici e sound davvero possente. Gli Shores of Null, Melodic Blackened Doom Metal band di Roma, salgono sul palco come seconda band della serata regalando al pubblico un cenno di ciò che ascolteranno dopo grazie a delle melodie vocali ispirate dai Novembre. La band presenta i suoi brani, anch’essi energici con uno stile vocale molto simile a Shagrath, cantante dei Dimmu Borgir; mentre la band romana è a metà scaletta, da fuori arriva la notizia che l’evento è ormai sold-out, lasciando una quarantina di persone fuori dal locale.
I Novembre si apprestano a salire sul palco del Traffic Live e i fans sono già carichissimi; il live ha inizio con la opening track del nuovo album, “Australis”, seguita dai passati successi “Anaemia” e “Trieste Italiana”, entrambi cantati a squarciagola da tutto il locale. Si passa al singolo “Umana”, seguito dal medley “Aquamarine – Come Pierrot – Everasia – Finale Aquamarine”; le prestazioni della band risultano essere ai massimi livelli anche grazie ai nuovi innesti Carlo e Giuseppe Ferilli (batteria e chitarra) e all’ormai vecchia conoscenza Fabio Fraschini al basso. Il frontman Carmelo Orlando è risultato essere ineccepibile dal punto di vista vocale e scenico, interagendo col pubblico, emozionando con le sue capacità vocali. Alla chitarra, Massimiliano Pagliuso resta sempre una sicurezza spalleggiato dal talentuoso Giuseppe Ferilli; gli assoli di “Annoluce” ed “Oceans of Afternoons” lasciano un brivido sulla schiena dei presenti riuscendo a interpretare col suo tocco anche l’assolo di sax presente nella sopracitata “Oceans of Afternoons”. Carmelo ricorda ai fans del sondaggio indetto sui social media riguardo la votazione delle storiche canzoni dei Novembre da riproporre dal vivo per poi annunciare, per la gioia dei presenti, “Nostalgiaplatz” dall’album “Classica” seguita da “Sirens in Filth”. La band lascia il palco, ma il pubblico continua a cantare fino a quando non riabbracciano gli strumenti e regalano ai fans le ultime due canzoni “Child of The Twilight” e “The Dream of the Old Boats”. L’entusiasmante live volge al termine, ma l’Ursa Tour 2016 è appena cominciato e molte sono le date che seguiranno questa del Traffic Live; i “Novembre” sono tornati più in forma che mai e ci accompagneranno nuovamente nelle loro ambientazioni suggestive e caratteristiche. Rimanete connessi qui sul nostro sito per l’intervista fatta da Giuseppe Negri di Heavy Time prima della loro esibizione.

Giuseppe Negri

[Kaos Live Report] Marta sui tubi live @ Quirinetta – 07/04/2016

0

Giovedì 7 Aprile il Quirinetta ha ospitato un grandissimo gruppo italiano nella loro sala gremita di fan. I Marta sui Tubi sono tornati con un nuovo album intitolato “LoStileOstile” che hanno presentato live davanti ad un teatro stracolmo di fans in visibilio per il loro ritorno.
La band siciliana apre le danze sulle note di “Amico Pazzo” tratto dal nuovo album a cui farà seguito la famosa “Il Primo Volo” cantata a squarciagola da tutti i presenti. Quattro tracce del nuovo album si susseguono tra urla ed applausi del pubblico tra cui il singolo “Spina Lenta”, “Da Dannato”, “+D1H (Più di Un’ora)” e “Un Pizzico di Te”. Sulle note di “Cromatica” il pubblico è quasi commosso grazie al ricordo vivo di Lucio Dalla, co-interprete del brano dalla raccolta “Salvagente”, pubblicata nel 2014 (brano già pubblicato in “Carne con gli Occhi” del 2011). Il pubblico è già ampiamente emozionato, ma sulle note di “Dispari” si lascia andare ancora di più fino a cantare per l’intera durata del brano interagendo con la band. Due brani del nuovo album si succedono e a “Rock + Roipnoll” il cantante, Giovanni Gulino, esorta il pubblico a stare attenti quando si è alla guida e si augura di non dover passare nuovamente una situazione simile a quella narrata durante il brano. Da “LoStileOstile” è tutto e quindi i “Marta” sfornano una carrellata di storici successi, cantati dalla prima all’ultima nota dal pubblico, tra cui “Post”, “Divino”, “La Spesa”, “Vorrei”, “Niente in Cambio” dedicata ai loro figli e per concludere “Coincidenze”.
Tutto il pubblico si aspettava un ritorno sul palco per alcuni brani, ma la Reprise non avviene ed i Marta sui Tubi salutano tutti tornando nel backstage. Il teatro Quirinetta risulta essere sempre più uno degli ambienti migliori dove ascoltare musica ricercata e di un certo livello grazie alle loro proposte mensili capaci di coprire qualsiasi gusto musicale. Il concerto è stato davvero entusiasmante grazie alla performance del trio rock che non ha di certo disatteso le aspettative.

Giuseppe Negri

Martedì 12 Aprile – BEERADIO ospita “Antonio Melillo Melillo” e “Giuseppe Negri”

0

Martedì 12 Aprile 2016 alle 20:00
Enrico Zeverino & Simone Stillitano di Beeradio
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Antonio Melillo Melillo e Giuseppe Negri

Martedì sera i nostri ubriachi di fiducia, Enrico e Simone, ospiteranno un ospite che non si capisce se proviene da un lontano passato o da un vicino futuro.
Antonio Melillo Melillo delizierà la serata di Beeradio con testi di puro cantautorato italiano, il tutto accompagnato dal suo chitarrista (nonché nostro speaker di Heavy time) Giuseppe Negri.
Melillo Melillo ama definire il suo genere, elegant pop, ossia l’ incontro tra il vintage e il futuro, tra il piano rock e la dolcezza di un testo poetico. Redenti alla bellezza e alla sua maledizione. Nel gennaio del 2015 nasce così il suo progetto dal titolo: Se TUtto fosse normale… se solo lo fossero anche i nostri speaker.

Martedì 12 Aprile – HEAVY TIME ospita Roberto De Micheli dei Rhapsody of Fire

0

Martedì 12 Aprile 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Roberto De Micheli dei Rhapsody of Fire

Martedì 12 Aprile dalle 15 alle 16, Heavy Time ospiterà Roberto De Micheli, chitarrista della band “Rhapsody of Fire”, band leader della scena Power Metal mondiale. Da poco tornati da un tour in Asia che li ha visti solcare i palchi di Giacarta, Taipei, Osaka e Tokyo, la band si sta sempre più imponendo nell’Olimpo della scena e cultura Power Metal risultando un caposaldo per tutti. Con Roberto De Micheli si parlerà di questo tour, del nuovo album “Into the Legend” e di molto altro, compreso il nuovo singolo dei Lacuna Coil. Rimanete connessi e sintonizzati Martedì dalle 15 alle 16 per una puntata di Heavy Time in versione “Power”!

[Kaos Interview] Heavy Time intervista “Mark Tremonti”

0

Heavy Time intervista per Radio Kaos Italy uno dei migliori chitarristi a livello mondiale, stiamo parlando di Mark Tremonti, chitarrista dei Creed, Alter Bridge e Tremonti, progetto di cui parleremo oggi, soprattutto del nuovo album in uscita il 29 Aprile intitolato “Dust”. Buona lettura e buon ascolto a tutti!

(G = Giuseppe Negri, M= Mark Tremonti)

G: -” Ho già ascoltato “Dust” ed è un fantastico album, hai scritto tutti i brani da solo o con l’aiuto di Wolfgang Van Halen e degli altri?”
M: -” Io scrivo tutto il materiale originale e poi i ragazzi provano gli arrangiamenti e scrivono le loro parti.”

G: -” Dust potrebbe diventare facilmente un grande successo, superando anche il precedente album ‘Cauterize’, cosa provi ascoltando questo nuovo lavoro?”
M: -” Credo che sia un album con più energia, ha più parti progressive di chitarra, credo sia molto divertente. Cauterize era un album più scuro.”

G: -” Nel brano “Never Wrong” (tratto da Dust) ho trovato come un omaggio verso “Unchained” dei Van Halen nell’intro ed atre parti della strutta; è stato naturale o un omaggio volontario? Correggimi se sbaglio, ma ho notato questo dettaglio mentre ascoltavo il brano.”
M: -” Si, ho sempre notato come quel brano avesse un qualcosa di Van Halen, è un riff sulle corde del Sol e Si con un open Re che da quel tipico tocco e suono.”

tremonti dust

G: -” Molti considerano la band Tremonti un progetto secondario, ma io lo considero come il tuo personale progetto; cosa hai da dire a quelle persone che vi considerano un “Side project” non nel significato buono del termine.”
M: -” Beh sto esplorando e ci sto lavorando da cinque anni, ho messo cuore e anima e non può definirsi “Side Project”. La gente un tempo chiamava gli Alter Bridge così ed ora stanno andando benissimo; posso rimanere offeso da questo modo di dire.”

G: -” Verrete in tour qui in Italia e/o Europa?
M: -” Verremo in Europa a fine Maggio, non so quanto vicino verremo in Italia, ma lo faremo. Ora sono in piena modalità di scrittura per gli Alter Bridge, quindi non so di preciso quali saranno le date, ma controllate le date su internet per vedere quando verremo vicino da voi. Grazie mille ho apprezzato molto.”

Restate connessi sui nostri social media (Pagina facebook Radio Kaos Italy, Heavy Time – Radio Kaos Italy), nonché sul nostro sito, perché a breve verrà pubblicata la recensione del nuovo album “Dust” di Tremonti; intanto vi lasciamo con il loro nuovo singolo da cui prende nome il CD, ecco a voi Dust!

Martedì 5 Aprile – HEAVY TIME ospita “Gus Drax”

0

Martedì 5 Aprile 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Gus Drax

Al rientro dalle vacanze pasquali, martedì 5 Aprile Heavy Time ospiterà il chitarrista greco Gus Drax membro dei “Sunburst”, “Suicidal Angels” e “Black Fate”. Durante la puntata si parlerà di entrambi i progetti, dell’impatto che internet ha avuto con la sua fama e tanto altro. Potrete ascoltare il nuovo singolo dei Katatonia ed un brano tratto dal nuovo album dei Novembre “Ursa”. Collegatevi su Radio Kaos Italy per ascoltarci in diretta oltre che dall’app Tune In.

Martedì 22 Marzo – HEAVY TIME ospita “Arthemis”

0

Martedì 22 Marzo 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Arthemis

Gli Arthemis sono una Metal band formata dal chitarrista Andy Martongelli nel 1999. Il loro stile combina il “Dark Side Of Heavy Metal” con dei riff di chitarra orientati sul Thrash, assoli veloci, voci piene di spirito, di “fuoco” e un muro del suono che sorregge tutto e rende i loro live show fantastici ed unici. La line-up, formata da Fabio D – Vocals / Andy – Guitars / Jt – Bass / Kekko – Drum ,trasmette metal da tutti i pori tanto da essere definiti da media e fans come “I Judas Priest incontrano i Megadeth”!
Gli Arthemis sono ospiti di Heavy Time Martedì 22 Marzo, dalle 15 alle 16 su Radio Kaos Italy!

Wolfmother: “Victorious”

0

Il nuovo disco dei Wolfmother è disponibile dal 19 Febbraio e dopo molti ascolti ci siamo fatti un’idea. Il loro tipico sound anni 70 non li abbandona mai ed in questo album sono presenti contaminazioni sempre più forti che richiamano i Led Zeppelin, sopratutto nel brano “Best of A Bad Situation”. Se ciò che si cerca è un sound graffiante e molto old school, con i Wolfmother non ci si può mai sbagliare, specialmente ascoltando i brani “Gypsy Caravan”, “Victorious”, “Simple Life” (uno dei brani più velenosi di tutto il CD) ed “Eye of the Beholder”. Il brano “Baroness” ci fa viaggiare in quelle ambientazioni blues-rock tipiche dei Cream ed Iron Butterfly con un ritornello davvero accattivante; il brano “Pretty Peggy” è sicuramente il più radiofonico, ma assolutamente nel senso più positivo possibile in quanto risulta essere una ballad romantica dalla struttura e dalle melodie praticamente perfette.
Un album che piacerà sicuramente ai fan del rock anni 70, dei riff accattivanti e delle armonie piene di significato e mai banali. Andrew Stockdale ritorna alla grande con questo album che suona old school, ma mai vecchio, senza rinunciare al suo stile e alla sua personalità.

Wolfmother “Victorious”
Voto: 4,5/5
Consigliato: Sì

Giuseppe Negri – Heavy Time

[Live report] Goblin Rebirth live @ Planet Live Club – 06/03/2016

0

I Goblin Rebirth nascono nel 2010 quando Fabio Pignatelli, Agostino Marangolo (membri originali) Aidan Zammit (membro dal 2005) incontrano Danilo Cherni e Giacomo Anselmi, decidendo di suonare insieme e li abbiamo ritrovati il 6 marzo sul palco del Planet Live Club di Roma.
La loro performance ha inizio alle 21:30 con il primo brano “Killer on the Train” dall’album “Non ho Sonno” del 2001, seguita dalla famosissima “Buio Omega” tratta dall’ album del 1997 e soundtrack del film 1979, entrambi omonimi. Il terzo brano è “Dr. Frankestein”, seguita da altri classici dei Goblin, comprese colonne sonore e brani inediti del repertorio comprese le due tracce, unite tra loro, “Mad Puppet” e “Death Dies”. Il gruppo esegue anche tre brani presenti nel loro album intitolato “Goblin Rebirth” uscito nel 2015: “Mysterium”, “Forest” ed “Evil in The Machine”. In “Forest”, la band ha invitato la magnifica cantante Roberta Lombardini a cantare con loro portando una nuova atmosfera nelle loro esecuzioni dal vivo. Il concerto volge al termine con i due brani storici “Suspiria” e “Profondo Rosso”, sempre accompagnati dai caratteristici effetti visivi presenti per tutto il concerto sullo schermo dietro la band. Da programma, l’ultimo brano dovrebbe essere “Goblin” come bis, ma la band non lo esegue.
Un concerto di altissimo livello: d’altronde si sta parlando di un’istituzione dell’horror prog italiano che mai ha disatteso le aspettative, con delle performance sempre caratteristiche, con suoni ed ambientazioni mai banali e sempre perfetti.
Vi ricordiamo le loro ultime pubblicazioni “Goblin Rebirth” e “Alive” disponibili su vari supporti multimediali.

Giuseppe Negri

Martedì 8 Marzo – HEAVY TIME ospita “Klogr”

0

Martedì 8 Marzo 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Klogr

Martedì 8 Marzo sarà ospite di Heavy Time “PQ” alias Pietro Quilichini, chitarrista della Alternative Rock/Metal band italo americana “Klogr” (Kay Log Are). Grazie all’entrata del fantastico chitarrista di Sassari, i Klogr smettono di essere una “project band” per trasformarsi in una band definitiva con la line-up: Rusty – guitars/vox, PQ – guitars. Joba – bass, Rob – drums. Pietro ci parlerà del loro sound, del nuovo CD prossimo all’uscita e di tanto tanto altro. Sintonizzatevi Martedì dalle 15 alle 16 per “Heavy Time”, solo su Radio Kaos Italy!

Martedì 1 Marzo – HEAVY TIME ospita i “Voltumna”

0

Martedì 1 Marzo 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Voltumna

La super Death/Black Metal band di Viterbo, i “Voltumna”, saranno ospiti in studio della puntata del 1 Marzo di Heavy Time. I Voltumna torneranno dalla tournèè in Repubblica Ceca e parleranno ai nostri microfoni delle loro esperienze live in tutto il mondo, delle loro ambientazioni Etrusche e del loro unico stile. Restate sintonizzati Martedi 1 Marzo dalle 15 alle 16 su Radio Kaos Italy per acoltare questa fantastica band ed inoltre, potrete ascoltare i nuovi singoli di Anvil, C.O.P. UK e Mob Rules.

[title]PODCAST

[/title]

[Kaos Live Report] The Aristocrats live @ PLANET LIVE CLUB – 18/02/2016

0

Di Giuseppe Negri (Heavy Time)

Quando si uniscono tre menti sovrannaturali come quelle di Guthrie Govan (Asia, GPS, Steven Wilson, Solo Project, Hans Zimmer ecc), Bryan Beller (Dweezil Zappa, Steve Vai, Joe Satriani, Dethklok ecc) e Marco Minnemann (Paul Gilbert, Joe Satriani, Steven Wilson, Kreator ecc) il risultato è un mix di jazz, rock, metal, progressive, fusion e chi più ne ha più ne metta. Questi sono The Aristocrats e giovedì 18 Febbraio hanno nuovamente dimostrato che sono un gradino sopra tutti.
Il super divertente trio sale sul palco del Planet Live Club alle 22:00 ed eseguono “Stupid 7” tratto dal loro ultimo album “Tres Caballeros”. Le risate in questo concerto non mancano mai e grazie ai siparietti in un maccheronico italiano e alle storie surreali che si celano dietro ai loro brani coinvolgono tutto il pubblico presente. Guthrie comincia a raccontare il secondo brano, “Jack’s Back”, la cui storia comincia nel primo album nel brano “Furtive Jack”: nella sua mente appare Jack che ruba oggetti di ogni genere alle persone e furtivamente scappa, mentre nell’ultimo album con la sopracitata canzone, Jack fa il suo ritorno in azione. Bryan prende la parola e ci spiega la storia dietro al terzo brano, sempre da “Tres Caballeros”.
È la volta di “Texas Crazypants” che racconta di quando lui, in viaggio a causa del divorzio, fa una fermata per del caffè, ma accidentalmente colpisce con il retro del furgone una macchina ferma, senza accorgersene. Entrando nella gas station viene rimproverato da tre sorelle texane che gli urlano “Hai colpito la mia macchina, hai colpito la macchina di nostra sorella!”. Bryan allora, stufo, chiede aiuto ad un passante che però da ragione alle tre sorelle e il malaugurato bassista è costretto a dare loro 150$, per poi ricevere un abbraccio, non voluto, da una di esse.
Il quarto brano “Pressure Relief”, scritto da Marco Minnemann, lo vede protagonista di un’indipendenza notevole quando nelle ultime fasi del brano comincia a suonare la melodia del pianoforte sul suo iPhone, il tutto mentre continua con le sue parti di batteria.
I seguenti brani “Culture Clash”, “Louisville Stomp”e “Desert Tornado + Drum Solo”, preceduto da “Pig’s Day Off” presente nell’ultimo album (introduzione a cura del giocattolo Oink) provengono dal secondo album “Culture Clash”. L’ultimo pezzo tratto da “Tres Caballeros” è “The Smuggler’s Corridor”, scritto da Bryan Beller da una sua idea ispirata dalla famosissima serie “Breaking Bad”; con le caratteristiche della tipica ballad texana, l’idea alla sua base è l’esser stata scritta come se fosse una seconda sigla per la serie TV.
Arrivati alla metà del brano, Bryan e Marco chiedono di cantare il coro presente nel CD e tutto il Planet si rende partecipe; viene chiesto prima agli uomini con la loro voce e poi salendo di un’ottava, poi al 2% del pubblico, cioè l’audience femminile, poi a due fans venuti direttamente da Osaka per poi chiedere a tutti di eseguire questi cori usando la tipica voce Death Metal.
L’ultimo brano è “The Kentucky Meat Shower” ed è ispirata ad una storia vera avvenuta a Rankin, Kentucky, dove il 3 Marzo 1876 cadde dal cielo carne di cavallo; diverse sono le teorie a riguardo, ma Guthrie ci spiega che degli avvoltoi mangiarono carne di cavallo (già morto da giorni) e quando si trovarono in volo sulla cittadina vomitarono (l’analisi è che gli avvoltoi vedendo un loro compagno eseguire una qualsiasi pratica, siano automaticamente spinti a fare la stessa cosa) quanto mangiato.
Divertente è stato il pensiero finale di Guthrie: “Sapete cosa pensò la gente di Rankin nel 1876? Oh. cibo gratis!”. Come bis il trio esegue “Get It Like That” tratto dal loro primo album “The Aristocrats”.
Il concerto è stato assolutamente fantastico e divertente allo stesso tempo. Il pubblico risponde sempre presente ogni volta che il super trio strumentale calca il suolo italiano e ci auguriamo che The Aristocrats tornino presto in Italia.

Martedì 23 febbraio – HEAVY TIME ospita i “Goblin Rebirth”

0

Martedì 23 febbraio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Goblin Rebirth

I Goblin Rebirth nascono nel 2010 quando Pignatelli, Marangolo (membri originali) Zammit (membro dal 2005) incontrano Cherni e Giacomo Anselmi e decidono di suonare insieme. Nel 2011 suonano nei club e nei festival eseguendo il repertorio classico dei Goblin, con particolare attenzione alle composizioni mai eseguite prima dal vivo; il 6 Marzo suoneranno al Planet Live Club eseguendo i brani del loro album intitolato “Goblin Rebirth”. Martedì 23 Febbraio saranno ospiti di Heavy Time, dalle 15 alle 16, dove parleranno di questa nuova avventura, del loro album e di tante altre novità.

Martedì 16 febbraio – DISC DELIRIUM

0

Martedì 16 febbraio 2016 alle 18:00
Mark Thompson Ashworthdi Disc Delirium
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Arthur Grimsdyke warns:
Don’t miss the disc delirium post St. Valentine’s massacre tuesday 16th february!!!
18:00 cet; 17:00 uk; 12:00 midday est on radiokaositaly.com
the perfect antidote to the hearts and flowers of st. valentine’s day!!!

Martedì 16 febbraio – HEAVY TIME ospita “Neverdream”

0

Martedì 16 febbraio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti:Neverdream

Dalle 15 alle 16 non perdetevi Heavy Time, che avrà ospite la Progressive Metal band romana, Neverdream. All’interno della puntata si parlerà del loro album “The Circle” e dei prossimi lavori; inoltre potrete ascolare il nuovo singolo di Axel Rudi Pell tratto dal nuovo album Game of Sins. Sintonizzatevi su Radio Kaos Italy per ascoltare questa fantastica band.

Martedì 09 Febbraio – HEAVY TIME ospita Valerio Æsir Villa “Virtual Symmetry”

0

Martedì 09 Febbraio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Valerio Æsir Villa “Virtual Symmetry”

Martedì 9 febbraio sarà ospite di Heavy Time, Valerio Æsir Villa, chitarrista della progressive metal band “Virtual Symmetry” e parlerà del loro cd di debutto chiamato “Message From Eternity” in uscita il 29 Febbraio 2016. Nell’intervista si parlerà dell’esperienza live con i Dream Theater, della registrazione del CD con il supporto dell’orchestra Sinfonietta Consonus, diretta da Michal Mierzejewski, della partecipazione di Jordan Rudess e tanto altro ancora. Non resta che sintonizzarvi Martedì 9 Febbraio dalle 15 alle 16, qui su radiokaositaly.com!

Virtual Symmetry

[title]PODCAST

[/title]

Martedì 02 Febbraio – HEAVY TIME ospita i “Ozaena”

0

Martedì 2 Febbraio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi Heavy Time
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Ozaena

Martedì 2 Febbraio, Heavy Time ospiterà la Groove Metal band romana, gli “Ozaena”, negli studi di Radio Kaos Italy. Parleremo del loro CD uscito il 27 Dicembre intitolato “Beneath the Ocean” per la L.A. Riot Survivor Records. Inoltre vi faremo ascoltare alcuni brani del loro CD insieme ad un brano dal nuovo album dei Megadeth “Dystopia”

Martedì 26 Gennaio HEAVY TIME ospita i “Novembre”

0

Martedì 26 Gennaio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi 45 Sekki
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Novembre

I Novembre, esponenti del Progressive Death Metal, italiano saranno ospiti della puntata di Martedi 26 Gennaio di Heavy Time. Carmelo Orlando e Massimiliano Pagliuso parleranno ai microfoni di Radio Kaos Italy del nuovo CD in uscita ad Aprile, intitolato Ursa. Guarderemo al passato della band ripercorrendo le tappe importanti che hanno ispirato i loro album e le loro sonorità. Restate sintonizzati su radiokaositaly.com dalle 15 alle 16 di Martedì 26 Gennaio per scoprire tutti i dettagli del nuovo album dei Novembre, Ursa.


Novembre

Martedì 12 Gennaio – HEAVY TIME

0

Martedì 12 Gennaio 2016 alle 15:00
Giuseppe Negridi 45 Sekki
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Nuove facce a Radio Kaos Italy!
Lo speaker Giuseppe Negri si definisce così: “Musicista, studente e metalhead. Una vita passata a suonare e ad assaporare musica”. Il termine “metalhead”, il titolo che ha scelto per la trasmissione “Heavy Time” e la chitarra elettrica del suo logo rendono bene l’idea di quello che ascolterete: Metal allo stato puro!
Che possiamo aggiungere….Buon ascolto!