[Kaos Live Report] 2a serata di selezioni Arezzo Wave Lazio @Le Mura

0

Domenica 22 aprile siamo stati a Le Mura per la seconda serata di selezioni del Lazio dell’Arezzo Wave, uno dei festival di musica più importanti e longevi. Qui le foto delle band Domovoi, Dorothea e Wilderness.

 

Prossimo appuntamento 29 aprile @ Le Mura
Bacan > Deadline-Induced Panic > So Does Your Mother

Foto di Laura Aurizzi

Semifinali AREZZO WAVE BAND LAZIO

0

Dopo aver ascoltato circa un centinaio di demo la giuria di qualità (presente in tutte le serate di semifinale) ha scelto 9 semifinalisti che si divideranno in 3 serate da 3 band.

Delle 9 band, ne saranno scelte 3 per la finale.

Giuria di qualità:
Cristiani Cervoni ( Arezzo Wave Lazio )
Emanuele Tamagnini ( nerdsattack )
Gianluca Polverari ( RCA/Romasuona)

Le band del 15 aprile saranno:
Concerto https://www.facebook.com/whataboutconcerto/
Portnoy https://www.facebook.com/portnoyband/
Super Dog Party https://www.facebook.com/superdogparty/

Ingresso con tessera annuale dell’ associazione culturale (2 euro) più sottoscrizione Up To You (lascia quanto vuoi).

Apertura h. 21:00
Inizio concerti h. 22:30

– In prima serata, dalle 20:45 alle 22:30, nel locale verrà trasmesso il derby Lazio-Roma –


Le Mura
Via di Porta Labicana 24
San Lorenzo
Roma

[Kaos Live Report] Johnny DalBasso + The Bone Machine live @ Le Mura – 25/02/2016

0

Il giovedì sera, quando piove e la settimana ha bisogno di un’altra giornata di sforzo per finire, prendi l’autobus e vai a Le Mura, dove ad aspettarti c’è quel rumore cattivo che punzecchiandoti i nervi te li distende.
Sul palco sale un ragazzo in bretelle che imbraccia la chitarra. Piede destro sulla cassa e sinistro sul rullante della sua batteria artigianale, Johnny DalBasso è pronto per un live importante, quello che presentare il suo album appena uscito, “IX”. Lo conosciamo bene noi di Radio Kaos Italy e anche questa volta ci ha fatto scatenare coi nuovi brani che già sappiamo a memoria. Poi, un conto è averlo ospite durante le trasmissioni, un altro è essere noi ospiti del suo habitat naturale dove il volume può alzarsi e gli strumenti possono essere picchiati in malo modo. Johnny è una vera furia ma sa come trattare il suo rock’n’roll che è energia ma anche delicatezza trasudata dal blues sempre presente e dalla sua voce sì graffiante, ma piena di passione.
Johnny DalBasso è una macchina da guerra e a noi piace tantissimo.

E se la serata è iniziata bene, non può che continuare al meglio con The Bone Machine, una band che non ha bisogno di presentazioni nella scena musicale romana nella quale si inserisce grazie ai suoi segni di riconoscimento: rockabilly, garage, blues impastati per dare vita ad un rock’n’roll divertente e insieme curato dal punto di vista tecnico. Neanche con i tre omaccioni in maschere da wrestler messicani si riesce a stare fermi e, se a parole ci portano “giù nell’inferno”, con i fatti ci dimostrano che siamo ancora sulla terra e che qui si fa della musica live eccezionale, anche nei giovedì di pioggia.