Enslaved – Ne Obliviscaris – Oceans of Slumber @Traffic Live Club 27/10/2016

0

Giovedì 27 Ottobre presso il Traffic Live Club è avvenuta la prima data del Spinning Wheel Ritual European Tour degli Enslaved, accompagnati da Ne Obliviscaris e Oceans Of Slumber; le tre band hanno fatto registrare grandi numeri per la data romana, prima data italiana del tour organizzata da No Sun Music e Roma Distorta, riempendo il club di fans fedeli al Metal in tutte le sue sfumature, ma cominciamo dalla band più giovane. Gli Oceans of Slumber sono una band americana nata nel 2011 con due album ed un EP all’attivo, per la prima volta al Traffic di Roma conquistando i fans presenti. Cammie, cantante della band, delicata e ammaliante si contrappone a Dobber (batterista) che regala attimi di potenza pura. Le canzoni suonano più veloci, più “studiate” rispetto al loro ultimo disco “Winter”, hanno un impatto più forte ed ostico, come se la loro vera natura sia sul palco, non in studio di registrazione.Questo loro ultimo lavoro riassume perfettamente il loro stile, l’inverno è cupo, freddo, ma regala emozioni forti e questo è quanto gli Oceans of Slumber ci offrono ne loro set. Progressive, death, black, gothic, tratti di gospel e blues, peccato per il poco tempo a disposizione, ma qui parla il fan in questo caso. Seconda band e via con i Ne Obliviscaris, acclamati da una grandissima porzione dei fan e l’aria comincia a farsi pesante e calda. Le loro armonie e melodie fantastiche eseguite dal frontman Tim Charles (violino e voce) contrapposte al growl/scream di Xenoyr si uniscono al groove possente della band che segue brani camaleontici come “Devour Me”, “Curator”, “Pyrrhic” ecc dove si può ascoltare tutto il mega potenziale della band che riesce con una facilità disumana ad eseguire i complessi brani composti; menzione speciale va allo stage dive di Tim Charles che senza paura si lancia tra i fans (compreso me) e che poi viene lanciato in aria acclamato, per poi essere riportato sul palco. Headliner time e gli Enslaved portano la potenza degli dei del Nord con loro suonando con carica e potenza, ormai non si cammina più per quanta gente c’è e si resta solo stupefatti li a guardare questi vichinghi che regalano emozioni tra un urlo qui e un “Forza Roma” di la, proponendo una scaletta sublime con “Roots of the Mountain, Ruun, The Watcher, Building With Fire, Ethica Odini, Fenris, The Crossing, Ground, On Thousand Years of Rain e Allfǫðr Oðinn. La vecchiaia avanza per loro, ma più vanno avanti e più la potenza dei Norseman aumenta! (Per le foto degli Enslaved e Cammie degli Oceans of Slumber ringraziamo Martina Santoro Fotografia© All Rights Reserved)

DGM – Influence X – Mindcrime @Jailbreak live Club 22/10/2016

0

Sabato 22 Ottobre presso il Jailbreak Live Club di Roma è avvenuta la release party di una delle più importanti band italiane nell’ambito Prog/Power Metal; i DGM hanno presentato il loro nuovo album “The Passage”, uscito il 28 Agosto per Frontiers Music Records, davanti ad un pubblico gremito, pronto ad ascoltare questo capolavoro. Prima di loro si sono esibite due band, i romani Mindcrime con il loro Heavy Metal e gli Influence X, band Progressive Metal proveniente dalla Svizzera che ha preparato gli animi e le orecchie ai fans con i loro brani melodici, ricchi di break e soluzioni ritmiche proprie del genere. I DGM partono subito a mille con la suite che da inizio a The Passage, “The Secret”, suonata d’un fiato e che subito alza i ritmi della serata portando i fans all’headbanging più scalmanato possibile, incitato dal super vocalist Mark Basile. A seguire è il momento del primo singolo rilasciato, “Animal”, brano con un ritornello così catchy che è impossibile da dimenticare anche solo dopo il primo ascolto; lasciando per un attimo l’ultimo album, si passa a “Momentum” con il brano Reason che in versione studio vede la partecipazione di Russel Allen, vocalist dei Symphony X. Andando ancora più indietro nel tempo si arriva a “No Looking Back” tratto da Frame, lavoro del 2009 e primo album che vede la partecipazione come membro ufficiale di Mark Basile alla voce, album (insieme al successivo Momentum) che fece notare a tutto il mondo quale fosse il super potenziale della band italiana. Ritornando al presente è il momento della titletrack “The Passage” seguita dal momento funky della serata con Daydreamer, brano che vede una forte influenza degli Extreme nella sua composizione e nella sua realizzazione; il pubblico arrivati a metà scaletta è pronto a scatenarsi con i brani più potenti che la band ha in servo per loro. A seguire arrivano Repay, Fallen (secondo singolo rilasciato) e Ghost of Insanity che vede Simone Mularoni in una nuova veste: lasciata per un attimo quella del chitarrista che fa smascellare chiunque lo ascolti grazie ai suoi assoli e alle ritmiche devastanti e presa quella del cantante. Ebbene si, Simone prende il microfono e canta in maniera egregia le parti vocali composte e registrate da Tom Englund degli Evergrey nell’album The Passage e al termine della performance si prende i complimenti di tutti i fans accorsi al Jailbreak. La sezione ritmica composta da Andrea Arcangeli e Fabio Costantino si prende una piccola pausa dopo le numerose mitragliate ed Emanuele Casali ci delizia con un intro di piano che lancia il brano Disguise, delicata parentesi che anticipa gli ultimi due brani “Trust” e “Hereafter”; il pubblico ne vuole ancora e allora i DGM regalano un ultimo brano, “Universe” per poi lasciare il palco tra gli applausi del pubblico. Il Jailbreak spesso viene definito un locale dove il Metal non può entrare, affermazione più che sbagliata e serate fantastiche come questa dimostrano che a Roma, la scena metal è più viva che mai!

[Waiting For] DGM Release party with Mindcrime/Influence X @Jailbreak

0

Il 22 ottobre 2016 il Jailbreak Live Club ha in serbo una grande sorpresa per il mondo del Progressive Metal.
Il noto gruppo Prog/Power metal, DGM, ha scelto come location il Jailbreak Live Club per il release party del loro nuovissimo lavoro in studio, “The Passage“, pubblicato dalla Frontiers Records. Ciò darà il via al loro tour che li vedrà protagonisti in Italia ed Europa. Questo nono album, che vi abbiamo già raccontato tramite l’intervista con Simone Mularoni, è il culmine di più d 20 anni di duro lavoro e studio, il tutto accompagnato da una lunghissima esperienza live in giro per il mondo, facendo da spalla anche ai Symphony X. Ad aprire il concerto ci saranno:

Gli Influence X sono una band di Siebnen, Svizzera, che ha iniziato il suo percorso nel 2006. Il loro nome deriva dal fatto che nel loro sound d’insieme si avvalgono di molteplici influenze musicali, anche se il loro principale canale di ispirazione proviene dal progressive rock e dal progressive metal.

I Mindcrime sono una band romana che in origine è nata come cover nel 2009, ma poi poi, a partire dal 2011, i chitarristi Maurizio Taccioli e Michele Serra iniziano a scrivere insieme dei brani originali e la band cambia volto; il debut album dal titolo “Checkmate the King” viene pubblicato nel 2014.

Apertura ore 20,00
Inizio concerti ore 21,30

Ingresso 8 euro

Jailbreak Live Club
Via Tiburtina 870 (Vicino Fermata Metro Santa Maria del Soccorso/Ponte Mammolo)
00155 Roma (RM)

[Kaos Report] Novembre – Lunarsea – Unalei – Seventh Genocide @Traffic Live Club 08/09/2016

0

Giovedì 8 Settembre è ricominciata la stagione metal romana con un super evento targato No Sun Music e RomaDistorta; presso il Traffic Live Club si sono esibite band solide e di spessore, come Novembre (terza tappa del loro tour europeo) e Lunarsea, insieme a band nuove, ma piene di potenziale come Unalei (al debutto dal vivo) e Seventh Genocide. La serata comincia proprio con quest’ultimi che sperimentato un death/black metal unito alla psichedelia pura con lunghe parentesi piene di effetti e persino un archetto usato alla Jimmy Page. Poi è il turno degli Unalei, al debutto live, portando avanti un progetto realizzato da Federico Sanna, supportato da una validissima band con dietro le pelli uno dei migliori batteristi metal in circolazione, David Folchitto; arriva il momento dei Lunarsea, band già ben salda e rodata che con il loro Melodic Death Metal alza i ritmi della serata. Headliner della serata sono i Novembre che ritornano dal vivo al Traffic Live Club dopo il sold out del 9 Aprile, release party del loro nuovo album “Ursa”. La band cambia leggermente l’ordine della scaletta cominciando con un nuovo intro succeduto da “Anaemia”, “Triesteitaliana” e “Australis”. Il frontman Carmelo Orlando si scusa con il pubblico per la voce roca, ma continua poi il resto del concerto senza alcun problema, cantando per le tante persone accorse al concerto. La mancanza del chitarrista Massimiliano Pagliuso si avverte, ma la chimica della nuova formazione con Giuseppe Ferilli e Dario Vero alle chitarre, Carlo Ferilli alla batteria e lo storico bassista Fabio Fraschini, aumenta di giorno in giorno e i brani come il medley “Aquamarine – Come Pierrot – Everasia”, “Umana”, “Nostalgiaplatz” e “Annoluce” ne giovano a tal punto che sembra quasi non sentirsi l’assenza dello storico chitarrista. Ultimo brano è “Oceans of Afternoons” eseguita in maniera magistrale dalla band che si vede però costretta a salutare il pubblico a causa della poca voce rimasta al frontman che per prevenire conseguenze peggiori, in vista delle tante altre date europee, preferisce riposarsi tra gli applausi scroscianti del pubblico. Seppure questo contrattempo, i Novembre continuano ad asfaltare i palchi che calcano e insieme agli Shores of Null e Isole continuano il tour che li vedrà impegnati per il mese di settembre in Grecia, Bulgaria, Romania, Slovacchia, Austria, Germania e Repubblica Ceca.

[Kaos Press] Annunciato il tour europeo degli Anima Tempo

0

La Progressive Death Metal Band messicana, gli “Anima Tempo”, ha annunciato il loro tour europeo che li terrà impegnati Settembre e Ottobre, con tappa all’Euroblast insieme a Animals as Leaders, Intronaut, Dead Letter Circus ed Aliases e con alcune date anche sul suolo italiano. Il tour avrà il nome di “Caged In Europe” e la band che accompagnerà gli Anima Tempo sono i romani Theia, band Progressive Metal/Djent. Il tour toccherà anche Roma dove la band si esibirà al Traffic Live Club il 12 Ottobre, supportati da una terza band, i “Laterath” band Progressive Metal/Djent di cui abbiamo già ampiamente parlato; di seguito vi riportiamo le date del “Caged in Europe” tour e vi rimandiamo ad Heavy Time per tutte le altre informazioni!

//www.animatempo.com

https://www.facebook.com/AnimaTempoOficial

https://animatempo.bandcamp.com/releases

Anima Tempo

Anima Tempo line-up:

Gian Granados – clean vocals, guitar
Dante Granados – lead guitar, synths
Daniel González – growl vocals, guitar
Pedro Vera – bass
Antonio Guerrero – drums

[Kaos Live Report] Laterath + Benkenobi Band Live @Wishlist 10/06/2016

0

Venerdì 10 Giugno è avvenuto il ritorno live a Roma di una band ferma ai box da un anno a causa di due cambi di componenti. I Laterath (ex Too Human) hanno presentato al Wishlist la nuova cantante, Angela Radoccia, ed hanno confermato il nuovo secondo bassista Stefano Rossi, già membro della band lo scorso anno. In apertura la Benkenobi Band, gruppo Hard Rock romano, ha scaldato gli animi dei fans presenti al Wishlist con i loro brani inediti ed alcune cover (Led Zeppelin, David Bowie, Queen ecc); la poliedricità del cantante Francesco Sacchini ha lasciato tutti a bocca aperta riuscendo facilmente a passare dalle ballad agli acuti sfrenati senza alcuna sbavatura, sorretto da una band solida e performante. I Laterath si definiscono “Progressive metal sperimentale del nuovo millennio. Versatilità stilistica e la coesione di due bassi in dialogo rendono unico il loro sound” ed è proprio ciò che i fans hanno ascoltato ieri sera; un misto di Djent, Progressive Metal, Crossover con accenni di Growl, novità per la band. Sono stati riproposti i brani già suonati ai tempi Too Human, leggermente ri-arrangiati per le nuove caratteristiche della cantante. Inoltre i Laterath hanno svelato nuove idee in cui anche il rap entra a far parte delle loro ambientazioni tipicamente Djent/Prog. Certamente la band dimostra sempre più di meritare i grandi palchi, come successo al Meeting del Mare settimana scorsa, dove i Laterath hanno suonato per la prima volta live con la nuova formazione. Ci aspettiamo presto un prodotto terminato da parte di questa Prog band che nulla ha da invidiare ai grandi nomi della scena Metal moderna, internazionale e non solo locale; il Wishlist fa da perfetta cornice per questo ritorno live dei Laterath e per le ambientazioni Rock dei Benkenobi Band, entrambi giovani band che certamente si stanno aprendo strada nella scena romana a suon di riff ed acuti.