Mercoledì 2 Dicembre – 100GRADI DI LIBERTA’ ospita “Fabio Fodale” & “Jacopo Fo”

0

Mercoledì 2 Dicembre 2015 alle 16:00
Fiorella di 100° di Libertà
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Fabio Fodale & Jacopo Fo

1) FABIO FODALE:
co-founder e curatore di SPAZIO ONIRICO: il primo passo di quello che diventerà il progetto della “Fattoria sociale” e che, al momento vive ancora tra le vie cittadine. Il suo primo passo è il “Pagliorum – teatro in campagna” con eventi concertistici, mostre e cartellonistica di vario genere e, attualmente c’è un laboratorio di formazione attoriale attivo, all’interno. Lo Spazio Onirico, laboratorio d’arte ha sede in provincia di Trapani.

2) JACOPO FO:

fondatore della LIBERA UNIVERSITÀ DI ALCATRAZ.
In provincia di Perugia, è un luogo di vacanze in cui Jacopo e la moglie Eleonora, con i loro ospiti, cercano di sviluppare temi dal sociale al creativo. Laboratori di teatro, corsi, happening e workshop; accompagnati da una buona cucina biologica, in un luogo colorato e in divenire.

Mercoledì 2 Dicembre – FATTORE C ospita “Presi per Caso”

0

Mercoledì 2 Dicembre 2015 alle 17:00
Andrea Cannizzaro & Flavia Guarino di Fattore C
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Presi per Caso

Definiti dal magazine musicale ROCKSTAR come “i veri Blues Brothers italiani”, i PRESI PER CASO sono una band nata dentro il penitenziario di Rebibbia e da anni impegnata a raccontare la condizione carceraria attraverso canzoni e spettacoli particolarmente ironici e coinvolgenti. Hanno all’attivo quattro cd, oltre 300 concerti, quattro spettacoli di teatro canzone (Radiobugliolo, Delinquenti, Recidivo recital, Nella mia ora di libertà) e un clamoroso Jail-tour all’estero che ha toccato le principali prigioni e teatri d’Irlanda. Lanciati a livello nazionale da Radio Rai 1 il loro obiettivo rimane sempre uno solo: “comunicare il carcere in forma artistica per rompere il muro tra società dei reclusi e quella dei liberi”. Creando, invece, un solidissimo ponte. Ascoltateli live, oggi alle 17:00 su radiokaositaly.com!

Mercoledì 02 Dicembre – EL MONO presenta “Speciale PUNK in LatinoAmerica!”

0

Mercoledì 02 Dicembre 2015 alle 18:00
Amparo di El Mono
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Speciale PUNK in LatinoAmerica!

Punk è un termine inglese (che come aggettivo significa di scarsa qualità, da due soldi) nato per identificare una subcultura giovanile emersa nel Regno Unito e negli U.S.A. a metà degli anni settanta. La storia molto complessa del punk ha influenzato non solo numerose forme d’arte e aspetti culturali in genere (dalla musica alla letteratura, dalle arti visive alla moda) ma ha avuto anche una diffusione geografica straordinaria, dando vita a un movimento internazionale dalle molteplici sfumature e provenienze.
El Mono dedica la puntata di oggi a quella particolare versione del movimento Punk nata e sviluppatasi in Latinoamerica tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta. Durante l’episodio avremo, dunque, modo di ascoltare una selezione delle band latinoamericane più rappresentative di questa corrente musicale, dalle sue origini fino alle evoluzioni più contemporanee!
Oggi alle 18:00 su radiokaositaly.com!

Mercoledì 02 Dicembre – ASTARBENE ospita ” Alberto Castelli”

0

Mercoledì 02 Dicembre alle 19:00
Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Alberto Castelli

Il Collettivo Astarbene dedica la puntata di oggi ad uno di quei personaggi che rende un incubo il lavoro del biografo, dato che fare un resoconto completo ed esauriente delle sue esperienze è forse impossibile! Stiamo parlando di Alberto Castelli, giornalista musicale eclettico e iperattivo che non solo è stato conduttore di RaiStereoNotte, di Rai Radio 3, di Radio Capital e della RTSI (Radio televisione svizzera italiana), ma ha anche scritto di musica per Il mucchio selvaggio, FareMusica, Rockstar, Musica di Repubblica, Liberazione, Rasta Snob e La Repubblica XL. Ha inoltre collaborato con Radio Capital, Tele Norba e con il Gruppo Editoriale L’Espresso; ed è stato il direttore di radio centro suono, di Kataweb Radio, di Radio Città Futura, di Superfly.fm, di Taxidrivers, del Sunny (il quotidiano del Rototom Sunsplash Festival) della collana Sconcerto per Stampa Alternativa Nuovi Equilibri. Ha pubblicato per Arcana Edizioni “Soul People-Ritratti della musica nera” (2004) e, insieme a Maria Carla Gullotta, “Africa Unite – Il sogno di Bob Marley” (2005), dal quale ha tratto il reading “Ho sognato Bob Marley”.
Nel 2007 ha ideato e diretto la “Reggae University”, dove ogni anno rinomati giornalisti, scrittori, accademici, professionisti e artisti si riuniscono in una serie d’incontri per riflettere, discutere e analizzare aspetti importanti e periodi storici della cultura reggae. Sarà proprio a questo pilastro della programmazione culturale del Rototom Sunsplash, che il Collettivo Astarbene dedica l’intervista di oggi.
On air alle 19:00 su radiokaositaly.com!

Mercoledì 02 Dicembre – ATAUD Radio Show

0

Mercoledì 02 Dicembre 2015 alle 23:00
Mica & Tony De Lestat di ATAUD
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Ataud #obskuretracks #tours #newreleases

Puntata #9 di Ataud. Mica & Tony presentano alcune nuove uscite di questo 2015 e vi consiglieranno dei tour nazionali ed europei da seguire!
Seguiteci alle 23:00 su radiokaositaly.com

Martedì 1 Dicembre – 45 SEKKI ospita “Alberto Becherini”

0

Martedì 1 Dicembre 2015 alle 17:00
Antonio Drastiko Ricci di 45 Sekki
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Alberto Becherini

Per la gioia del Drastiko la puntata di oggi di 45 SEKKI avrà l’onore di ospitare Aberto Becherini, l’art illustrator che lavora per le migliori band internazionali.
Le sue opere sono influenzate dall’immaginario nato dalla commistione della sua musica preferita, di cartoni animati e pubblicità vintage, della pop art e dei vecchi manifesti di concerti; tra flyer, merch, maglie di gruppi musicali, cover artwork e tantissimo altro, le sue illustrazioni sono servite addirittura ai Rancid e alle Hellcat Records e Epitaph, delle quali il nostro Antonio ne sa a pacchi!

Alle 17.00 puntualissimi per quarantacinque minuti secchi!

Martedì 1 Dicembre – WHITE CANOTTA ospita lo “Yama Tattoo Studio”

0

Martedì 1 Dicembre 2015 alle 21:00
Alessandro Giglio& Valerio Nicolanti di White Canotta
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Yama Tattoo Studio

Lo Yama Tattoo Studio, ubicato in via Urbana 62, nello storico Rione Monti a Roma, nasce e si sviluppa negli ultimi sette anni, grazie all’iniziativa del suo fondatore e titolare Welt.
Nel corso degli anni, lo studio, ha avuto il piacere di ospitare e quindi interagire in maniera sinergica con i più grandi esponenti dell’arte del tatuaggio, sia a livello nazionale che internazionale.
La caratteristica principale dello studio, è quella di connettere, oltre all’attività per cui è nato, una serie di altre iniziative artistiche, che spaziano dalla pittura alla musica e pertanto si è avvalso, grazie ai numerosi meet and greet organizzati in sede, di collaborazioni con artisti del calibro di Obituary, Lamb of God, i Goblin di Claudio Simonetti, Satyricon e numerosi altri rappresentanti della scena di livello internazionale.
Lo Yama e Welt in particolare verte su uno stile esoterico/orientale e si avvale anche del supporto di alcuni tatuatori che collaborano con lui tra cui Valerio Scissor che si ispira allo stile tradizionale americano old school.

Martedì 1 Dicembre – INDIELAND ospita “Alessandro Orlando Graziano”

0

Martedì 1 Dicembre 2015 alle 23:00
Simone Mercurio di Indieland
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Alessandro Orlando Graziano

L’onironautica è la tecnica che rende gli uomini coscienti della propria esperienza onirica, il sogno lucido è infatti il fil rouge dell’album che da essa prende il nome di Alessandro Orlando Graziano. Oltre a farci scoprire il suo nuovo disco, l’ospite di oggi di Indieland ci racconterà la sua incredibile esperienza nel campo della musica. Ecco “due cose” che sappiamo di lui:

Nel 2003 riceve il Premio Fabrizio De André (nella sua prima edizione).

In tempi non sospetti, in polemica con la discografia, pubblica “online”, in versione completamente gratuita “Old Europe”, suo secondo album.
Nel 2007 è ideatore e produttore di “Aeroplani ed angeli”, ultimo album della gloriosa Carla Boni, interpretando in duetto con lei anche alcuni suggestivi brani.
Nel 2014 la grande Antonella Ruggiero coinvolge Alessandro Orlando Graziano con una collaborazione artistica svelata in anteprima al 64 Festival di Sanremo con la canzone “Da lontano”. Dopo il tributo a un’altra icona della musica italiana (Ivan Cattaneo).

Dalle 23.00 con Simone Mercurio!

Lunedì 30 Novembre – TIPS! ospita “Fabio Liberatori”

0

Lunedì 30 Novembre 2015 alle 23:00
Ant “A Tweed” De Oto di Tips!
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Fabio Liberatori

Fabio Liberatori è un musicista e compositore italiano, È uno dei fondatori della band degli Stadio, con i quali prende parte ad alcuni importanti album di Lucio Dalla, di Ron e alla storica tournée di “Banana Republic”, che vede protagonista il cantautore bolognese a fianco di De Gregori. Durante la sua militanza nel gruppo Liberatori firma successi come “Vorrei”, “C’è”, “Ti senti sola”, “Un fiore per Hal”.
Dopo l’esperienza con gli Stadio, si dedica alla carriera solista e alla composizione di colonne sonore per il cinema (collabora spesso con l’amico Carlo Verdone).
In questa puntata di TIPS! parleremo del suo concept-album “The Asimov Assembly” ispirato ad alcuni racconti di Isaac Asimov tratti dalla raccolta “Nightfall and other stories” (nell’edizione italiana Antologia personale). L’album vede la conferma della consolidata collaborazione con Arturo Stalteri e la partecipazione della vocalist Sonja Kristina dei Curved Air e di Carlo Verdone. Liberatori, vero e proprio cultore della storia della musica elettronica, ha realizzato questo album facendo uso di strumenti che hanno fatto la storia di questo genere, andando dai rarissimi sintetizzatori analogici degli anni settanta e ottanta, fino ai più moderni strumenti di ultima generazione.
Solo su TIPS! – www.radiokaositaly.com
Ascolta di THE ASIMOV ASSEMBLY:

Lunedì 30 Novembre – AIDONTBILIVIT ospita “Ignorantia Legit”

0

Lunedì 30 Novembre 2015 alle 20:00
Ilaria Nicciana & FràFrà di Aidontbilivit
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Ignorantia Legit

Ilaria & FRàFrà ospitano in studio gli Ignorantia Legit gruppo romano nato nel 2007 e composto da Emiliano Rapiti alla voce, Fulvio Spada al basso, Antonio Lana alla batteria e Giulio Filippini alla chitarra.
Formazione che, nonostante la forte influenza rock, spazia tra i vari generi musicali.
L’ originalità dei loro brani e la particolarità del loro stile li porta ad esibirsi in numerosi live nei locali della capitale.
Grazie alla loro passione per la musica e alla forte motivazione arrivano a vincere nel 2011 l’ Egofestival, nel 2012 rock and blues live music contest e nel 2014 il premio della critica roccalling.

Lunedì 30 Novembre – BAD MEDICINE ospita “Nino Bol” (del Poison Italian Fan club)

0

Lunedì 30 Novembre 2015 alle 19:00
Olivia di Bad Medicine
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Nino Bol del Poison Italian Fan club

“Look what Bad Medicine dragged in”

Lunedì 30 alle 19 una nuova puntata di Bad Medicine. Questa volta si parlerà di Poison con Nino Bol del Poison Italian Fan club che, insieme ad un folto gruppo di appassionati, si è dato l’obiettivo di portare i Poison in Italia (https://www.facebook.com/Poison-FAN-CLUB-Italiawe-want-poison-in-Italy-195111397332808/?fref=ts)
In America ci sono tour, festival e concerti dalle bill spettacolari che purtroppo nel nostro Paese spesso ci sogniamo. Quest’anno ci è andata bene con un bel po’ di date degne di nota, ma quali sono le band che vorreste vedere o rivedere in Italia? Scrivetelo sulla pagina di Bad Medicine prima di lunedì, oppure intervenite direttamente in trasmissione sulla chat di Radio Kaos Italy. Olivia leggerà in diretta i vostri messaggi!
Bad Medicine wants you for… nothing but a good time!

Giovedì 25 Novembre – ALT ospita “John Canoe”

0

Ci si avvicina a grandi passi al mese natalizio negli studi di Radio Kaos Italy, ma non per questo l’attività si ferma.

Anzi! Va avanti inesorbailmente e, come tutti i giovedì, torna anche il prediletto spazio per la musica indipendente che ormai da anni i nostri ascoltatori hanno imparato ad apprezzare.
Torna infatti ALT! e anche questa settimana porta una realtà musicale giovane e fresca.
Ospiti sono questa settimana i John Canoe, band di bomba dischi che ha fatto uscire il suo nuovissimo ep proprio pochi giorni fa “Actor boy”. Se ne parlerà, si suonerà e si diranno tante fesserie, come al solito, con i nostri Romano & Falla.

E non è finita!
In collegamento telefonico avremo gli Stearica, in occasione della data all’Init del giorno dopo, e i Lush Rimbaud, nuova promessa della wave nazionale.

Appuntamento alle 18 su Radio Kaos Italy. C’è ALT!

Giovedì 25 Novembre 2015 alle 21:00 – 45 SEKKI ospita i “Woods of Karma”

0

Giovedì 25 Novembre 2015 alle 17:00
Drastiko di 45 Sekki
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Woods of Karma

I Woods of Karma nascono a Livorno nel 2003, cambiano formazione nell’ottobre del 2014, e nel gennaio 2015 registrano il primo ep al Freedom Recording Studio, in provincia di Ferrara. Suonano per tre volte al Cage Theatre di Livorno ed al Viper Club di Firenze, arrivando in finale regionale all’Emergenza Festival, concorso per band indipendenti, classificandosi primi per voto di pubblico. Il 25 maggio 2015 esce, distribuito da (R)esisto distribuzione, “This Has Already Been Done”, il primo EP ufficiale del gruppo. All’interno, i Woods of Karma rivisitano i principali generi del passato in chiave propria, passando tra Punk, Brit-pop e Alternative Rock.
I Woods of Karma uniscono la cura dei dettagli e l’attenzione agli arrangiamenti con l’immediatezza e la compattezza dell’indie rock e dell’hard rock, arrivando a trasformare l’alternative rock degli inizi in un qualcosa di sperimentale e mai timoroso di osare.
Conosceteli insieme a noi, oggi alle 17:00, in compagnia del nostro Drastiko che gli dedicherà questa puntata di 45 Sekki!

Tutti i Giovedì alle 19:00 – 5 BY DAN

0

Giovedì 25 Novembre 2015 alle 19:00

Daniel Marcoccia, meglio conosciuto come fondatore di Rock Sound e direttore di Rockstar, è quella che si potrebbe definire una “capoccia” della musica.
Ogni giovedì propone agli ascoltatori di Radio Kaos Italy 5 brani selezionati senza criterio né logica apparente. L’unico filo conduttore è quello della passione per il rock, per il punk e per l’hip hop! In diretta alle 19:00 su radiokaositaly.com!

Giovedì 25 Novembre – ALL DAY & ALL OF THE NIGHT ospita i “Sons Of Garage”

0

Giovedì 25 Novembre 2015 alle 21:00

Eli di All Day & All Of The noght
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: SONS OF GARAGE

Dopo gli speciali dedicati al Garage degli anni 60, questo Giovedì parliamo della rinascita negli anni 80 e delle band che l’hanno resa possibile. Anche questa volta, una playlist ricca di chicche, rubate da uno dei famosi cofanetti Nuggets!
Alle 21:00 on air su radiokaositaly.com

 
Example Button Text
Example Button Text
Example Button Text

Mercoledì 25 Novembre – FATTORE C ospita i “Dagomago”

0

Mercoledì 25 Novembre 2015 alle 17:00
Andrea Cannizzaro & Flavia Guarino di Fattore C
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: DAGOMAGO

Filastrocche e musica presa bene. Pop, che ha il sapore dell’indie, ma anche del Mediterraneo e del mar dei Caraibi. Uno spettacolo che vuole divertire e far ballare. I Dagomago sono in quattro e vivono a Torino: Matteo Buranello, Andrea Pizzato, Luca Buranello e Mattia Gabrielli.
Il gruppo nasce nel 2013 in un piccolo studio sulle colline biellesi. Qui registra (con la Vina Records) Evviva la deriva, il primo disco che esce il 22 aprile 2014, diventando disco della settimana su La Repubblica. Tra il 2014 e il 2015, tante date, contest e riconoscimenti piccoli e grandi tra cui: CMJ Music Marathon (New York, USA), Montreux Jazz Festival (Svizzera), Best Arezzo Wave Band 2015, Collisioni Festival, Indietiamo Festival, Festival dei Castelli Romani. Non perdetevi il loro LIVE per Fattore C, oggi alle 17:00 su radiokaositaly.com

Mercoledì 25 Novembre – EL MONO & MICA #BuenaVibra djset

0

Mercoledì 25 Novembre 2015 alle 18:00
Amparo di El Mono
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: MICA dj

#BuenaVibra djset > MICA dj & Amparito MC

In attesa de La Peña Latina, l’evento dedicato alla cultura musicale Latinoamericana che avrà luogo giovedì 26 Novembre al The Note di SanLorenzo, Amparito MC e MICA dj cominciano a scaldare la pista con un djset in pieno stile “ElMono”!
Un’ora della migliore musica latinoamericana, selezionata, mixata e presentata da una venezuelana di origini italiane e da una italiana di origini colombiane!
#BuenaVibra djset → h. 18:00 su radiokaositaly.com

Esperando La Peña Latina, la noche dedicada a la cultura musical latinoamericana que se tendrà el jueves 26 de Noviembre en el TheNote de San Lorenzo,
Amparito MC y MICAdj empiezan a calentar vuestras caderas con un djset en pleno estilo “ElMono”! Una hora de la mejor musica latinoamericana, seleccionada, mixada y presentada por una venezolana de origienes italianas y una italiana de origen colmbianas!
#BuenaVibra djset → h. 18:00 en radiokaositaly.com

Mercoledì 25 Novembre – Astarbene PUNTATA SPECIALE “Waiting for La Tempesta Dub”

0

Mercoledì 25 Novembre 2015 alle 19:00
Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
PUNTATA SPECIALE “Waiting for La Tempesta Dub”

In attesa del tanto atteso evento di venerdì 28 Novembre, Astarbene dedica una intera puntata alla storia e ai progetti della neonata etichetta “La Tempesta Dub” con tre interviste telefoniche esclusive a: Paolo Baldini (DubFiles), Jacob e L.O (Mellow Mood), Forelock (Arawak). Dalle 19:00 alle 21:00 seguiteci su radiokaositaly.com

Leggi l’articolo QUI

Mercoledì 25 Novembre – Vincenzo santoro ospita Diana del Bufalo, La Buoncostume, Sailing To Nowhere, Federico Baroni

0

Mercoledì 25 Novembre 2015 alle 21:00
Vincenzo Santoro di Open Space
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Diana del Bufalo, La Buoncostume, Sailing To Nowhere, Federico Baroni

Open Space >> GLI ARTISTI PRIMA PASSANO DA QUI.

TUTTI I MERCOLEDI’ DALLE 21 ALLE 23 IN DIRETTA SU Radio Kaos Italy. com

PUNTATA DEL 25 NOVEMBRE 2015
NELLO STUDIO/VETRINA DI VIA VIOLLIER 17 SARANNO OSPITI:

>> Diana Del Bufalo, che ci sbalordirà con la sua schiettezza, la sua autoironia e le sue fantastiche doti vocali che l’hanno resa celebre sul web tanto da portarla alla conduzione della passata stagione di Colorado. Si racconterà a Open Space e ci regalerà qualche chicca live.

>> Si parlerà di Klondike l’ultima fatica de La Buoncostume. Webseries vincitrice del Roma Web Fest 2015 che racconta le vicende tragicomiche di due freelance trentenni alle prese con vita e lavoro. In studio a Radio Kaos Italy con Vincenzo Santoro gli autori che hanno al loro attivo prodotti come Camera Cafè (Italia 1), Piloti (Rai Due), le serie web Kubrick – Una storia porno e Faccialibro (milioni di visualizzazioni) e la serie comica Il Candidato (Rai Tre).

>> I Sailing To Nowhere ci presenteranno il loro album di debutto “To The Unknown”, uscito il 16 Ottobre, dove con esperienze musicali e influenze differenti, dal Power Metal all’Hard Rock, amalgamano suoni duri con melodie più delicate.

>> Federico Baroni giovane cantautore di Rimini dal soprannome “Cavallo Pazzo”. Con il vizio di suonare per strada ci racconterà il suo tour di un mese in varie città turistiche del Sud Italia e, attraverso le sue canzoni, i suoi sogni e i suoi progetti.

>> FOLLOW US
PAGINA FB www.facebook.com/radio.openspace
WHATSAPP 366 352 1880
MAIL openspace.contatti@gmail.com
PODCAST //www.radiokaositaly.com/artist/open-space/

>> SPONSORED BY
HOCUS POCUS RECORD STORE ROMA
Copisteria Eur – Ge.Si. Srl
Monkey Studio
Ristorante Pizzeria Il Giardino

Mercoledì 25 Novembre – ATAUD RADIO SHOW presenta i migliori dischi del mese.

0

Mercoledì 25 Novembre 2015 alle 23:00
Mica & Tony De Lestat di ATAUD
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Ogni mercoledì dalle 23.00 a mezzanotte in onda su RADIO KAOS ITALY: sonorità oscure e maledette.

Mercoledì 25 Novembre → Ataud TOP 5 (I Migliori dischi del mese)
In questa puntata di Ataud Radio Show, Mica & Tony presentano la loro TOP 5, ovvero la classifica dei migliori 5 dischi trasmessi nelle ultime 4 puntate. Tutti i brani possono salire, scende o scomparire dalla chart e vengono votati dal direttivo di RKI e alcuni speaker/ascoltatori a rotazione.

Stay tuned <3 #obskuretracks #news #chart

Martedì 24 Novembre – ON BOARD ospita “The Klub Longboard”

0

Martedì 24 Novembre 2015 alle 0:00
Sirolo Di Sera & Umberto Scimitto/ di Onboard
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti:The Klub Longboard

The Klub Longboards è un progetto complesso fatto da diverse anime e tanti modi di esprimersi. Cuore pulsante dell’attività è la progettazione e produzione artigianale di longboard e skateboard, fuori dagli schemi tradizionali dove ricerca, riuso, follia e poesia sono gli elementi fondanti. I prodotti sono realizzati interamente a mano ed in parte personalizzabili dal cliente. Ben presto la voglia di sperimentare si estende al mondo dello streetwear attraverso uno stile che affonda le sue radici nella cultura di strada, in quel mondo imperfetto, grezzo e spontaneo ma ancora così vero e creativo. The Klub è un’idea che prima di tutto è un modo di essere, pensare, appartenere ad una comunità senza bandiere ma in cui ritrovarsi.

Martedì 24 Novembre – 45 SEKKI ospita “Il Confine”

0

Martedì 24 Novembre 2015 alle 17:00
Antonio Drastiko Ricci di 45 Sekki
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Il Confine
Composta da Ercole Buccolieri (voce, chitarra), Marco Garofalo (chitarra), Nicolas Lezzi (basso), Fulvio Curto (batteria), Il Confine è una band rock che si autodefinisce “la linea di demarcazione che separa l’ordine e il caos”. Disponibile dal 05 Maggio, Ctrl+Alt+Canc è il disco d’esordio della rock band italiana Il Confine, distribuito e promosso da ALKA record label, e anticipato dal singoloParadisi Complicati. Lalbum si presenta al pubblico trascinanate di energia e di grinta rock. Capace di entrare nei canoni dell’hard rock tanto quanto dell’alternative o del rock tradizionale italiano, ricco di cambi di tempo e di atmosfera, talvolta possente e massiccio altrimenti soffice e melodico, il platter mette in mostra un giovane gruppo emergente di certo avvenire. Il talento compositivo dei quattro musicisti brindisini lo si sente subito nella innata capacità di comporre testi ispirati e musicali, che cercano di muovere sempre un qualcosa dentro l’ascoltatore (sia questo un sentimento, una forza, un grido), ma anche nella buona padronanaza tecnica che Il Confine sa evidenziare, con il cantante e chitarrista che si fa ottimo frontman e interprete delle liriche e dei diversi momenti del platter, e gli altri tre dietro a seguire in una sezione ritmica precisa e roboante. Elettrizzante.
Conosceteli insieme a noi, oggi alle 17:00, in compagnia del nostro Drastiko che gli dedicherà questa puntata di 45 Sekki!

Martedì 24 Novembre – BEERADIO ospita “Il Complesso di Plutone”

0

Martedì 24 Novembre 2015 alle 19:00
Enrico Zeverino & Simone Stillitano di Beeradio
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Il Complesso di Plutone

Il Complesso di Plutone è una band romana che spazia dal prog rock fino all’electro pop.
Nasce dalla volontà di respirare, di appagare il desiderio di unire influenze, pensieri e persone, attraverso la musica. Giorgio Tullio De Negri, Francesca De Negri, Andrea Cian, Mardeni Simoni, Valerio Giuffrida e Giorgio Sorani suonano insieme per la prima volta sul finire del 2012. Come l’orbita di Plutone, eccentrica è la musica a cui danno vita: pur con evidenti influenze rock, è difficilmente inquadrabile in un genere definito, in quanto ogni membro del gruppo vi imprime la sua realtà, la sua storia e la sua verità. Ascoltateli LIVE alle 19:00 su radiokaositaly.com

Martedì 24 Novembre – WHITE CANOTTA ospita i “Fear of Apathy”

0

Martedì 24 Novembre 2015 alle 21:00
Alessandro Giglio& Valerio di White Canotta
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Fear of Apathy

I Fear Of Apathy sono una band metal italiana fondata il 25 Agosto del 2013 . I membri sono Valerio Desideri: Voce , Luca Di Paolo: Basso e voce di supporto, Valerio Di Paolo: Chitarra elettrica e cori, Michele Santonati: Batteria. Il 23 Maggio 2014 i Fear Of Apathy vincono il Music In Progress come migliore band giovane. Girano per diversi locali di Roma condividendo il palco con : The Ophelia’s Revenge, Hydra, Northwall e Infected. Il 18 novembre 2014 esce il loro primo ep (7 tracce) : Dead Poets Society. L’album era registrato interamente in presa diretta e presentava al suo interno diversi stili differenti tra l’alternative metal e il thrash . Dopo aver vinto quarti di finale e semifinali, la band arriva alla finale del Maxsi Factor il 12 settembre 2015 dove si piazza terza e la canzone Dead Poets Society vince tre passaggi in radio.Il 27 ottobre 2015, dopo un cambio di genere verso il metal-core , esce il primo singolo della band registrato in multi-traccia. Alle 21:00, non perdetevi White Canotta in compagnia dei nostri speaker Polite e Vulgar!

Martedì 24 Novembre – INDIELAND ospita “Todo Modo” & “Paolo Zanardi”

0

Martedì 24 Novembre 2015 alle 23:00
Simone Mercurio di Indieland
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Todo Modo & Paolo Zanardi

Disco del mese sul mensile Blow Up, Todo Modo è il disco omonimo nato dal super trio compostoda Giorgio Prette, ex batterista degli Afterhours, dal cantautore Paolo Saporiti e da XabierIriondo, chitarrista e polistrumentista noise degli Afterhours.
I tre sbarcano per la prima volta nella Capitale e per prima cosa saranno ospiti del programmamusicale IndieLand, ideato e condotto da Simone Mercurio di martedì 24 novembre dalle ore 23su Radio Kaos Italy in diretta streaming su www.radiokaositaly.com, emittente “regina” dellewebradio di Roma.
La sera dopo, 25 novembre i Todo Modo fanno il loro esordio capitolino dal vivo al Teatro Quirinetta.
Le tre colonne del noise rock italiano porteranno sul palco la nuova esperienza: all’insegna di sonorità contaminate provenienti dal loro “passato” e unite al “presente” rappresentato proprio da “Todo Modo”, nome del gruppo e dell’album d’esordio, uscito per GoodFellas il 16 ottobre.
Un album “ruvido” con canzoni “abrasive, spigolose, seducenti” che parlano ai fan degli Afterhours, ma anche alle nuove generazioni pronte a farsi rapire da un progetto unico, già candidato a diventare “disco italiano dell’anno” (Fabio Polvani / Blow Up Ott. 2015).
Nella seconda parte di IndieLand, si passa al miglior cantaurato italico, nudo e crudo del pugliese Paolo Zanardi “pop, rock a volte anche swing e funk” come egli stesso lo definisce, che suonerà dal vivo negli studi di Radio Kaos Italy (ergo, si accorra davanti alla vetrina della sede posta on the road su via Eugenio Torelli Viollier 17 a Roma – ndr). Zanardi presenterà ai nostri microfoni il suo quarto album “Viaggio Di Ritorno”, registrato a Roma negli studi “Gas Studio Vintage” e prodotto dalla label romana “Lapidarie Incisioni” con distribuzione Audioglobe.
“Una manciata di canzoni scritte in retromarcia, controsole e con il futuro alle spalle – spiega lo stesso autore – un bouquet di fiori a 5 euro gettato nella tromba delle scale un attimo prima che lei aprisse la porta, il residuo, gli scarti di lavorazione di momenti preziosi”.
Un disco che Il Mucchio Selvaggio ha accolto con un sonoro sette e mezzo. “Bella, per poco non sballavo…”. Ha commentato Zanardi sul suo profilo Facebook.
“Chissà se la morte dell’amico Remo Remotti ha contribuito a stendere la cappa di malinconia che riveste le undici canzoni del quarto, ottimo album di Paolo Zanardi. Un disco che guarda alla calligrafia indocile di Ciampi, ai margini derelitti ma cinematici di Dalla, a un disincanto che si impernia tra Fossati e Faust’O” scrive Stefano Solventi sul Mucchio.

Lunedì 23 Novembre – BAD MEDICINE ospita “GIUDA” + special guest: “Drastiko”

0

Lunedì 23 Novembre 2015 alle 19:00
Olivia di Bad Medicine
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: GIUDA
Special guest: Drastiko

Lunedì sarà una puntata tutta dedicata ai Giuda che verranno in studio a fare due chiacchiere sul loro nuovo album “Speaks Evil”. Per l’occasione, il nostro Drastiko farà un’incursione speciale! Ne sentiremo delle belle… alle 19:00 su radiokaositaly.com

Lunedì 23 Novembre – AIDONTBILIVIT ospita “Giovanni Garufi Bozza”

0

Lunedì 23 Novembre 2015 alle 20:00
Ilaria Nicciana & FràFrà di Aidontbilivit
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Giovanni Garufi Bozza (scrittore)

Giovanni Garufi Bozza è nato il 18 agosto del 1985 a Roma, città in cui vive e lavora. Laureato con lode in Psicologia, dal 2011 al 2014 ricopre il ruolo di vice-direttore di una web-radio, Radiovortice.it. Dal 2012 è autore e conduttore della trasmissione Crisalide, dedicata agli autori emergenti, e dalla stessa emittente ha condotto per più di un anno il programma GPS (Giovani, Politica e Società). Si assume il rischio di trattare una nuova psicologia, che superi la visione classica del terapeuta che si impegna a scavare nel passato affermandosi così come scienza delle relazioni, che aiuti l’uomo a promuovere le sue risorse, le sue competenze, le sue qualità. In breve una psicologia che ha come intento ultimo il benessere dell’individuo e del contesto in cui vive, in grado di affrontare il sintomo come una risposta adattiva, occasione di crescita.

Lunedì 23 Novembre – AVD ospita i “TU”

0

Lunedì 23 Novembre 2015 alle 21:00
Emanuele & Federico Tacchia di AVD
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: TU

Chi sei TU?
I TU sono due anime che affiorano a tratti alterni per trovare una sintesi unica.
Una delle due anime è libera di vagare nel buio di una sala di ripresa affollata di pedali, effetti, chitarre e tamburi ed è l’anima dell’improvviso. L’altra invece è l’anima della canzone: sognata, scritta, provata, urlata e sussurrata e riprovata sempre al buio della stessa sala di ripresa.
Un duo che ha un suono grosso e due cervelli (fini) che nulla intendono lasciare al caso:

SEBASTIANO FORTE: chitarra, voce, loop, un sacco di altre cose. Nasce clarinettista e diventa suo malgrado chitarrista, polistrumentista eclettico e compositore. Con i Qbeta ha suonato al Social Forum Mondiale di Porto Alegre in Brasile e a quello del Mediterraneo a Barcellona, all’Austin City Limits Festival in Texas e al Primo Maggio di Piazza San Giovanni a Roma. Con il progetto L.E.D. ha prodotto “Life Emission Display” (Funkyjuice Rec.) distribuito in Europa, Stati Uniti e Giappone. Compone musica per il teatro e il cinema.

FEDERICO LEO: batteria, voce, pedali (malgrado sia un batterista troppo jazz per chi suona rock e troppo rock per chi suona jazz). Si è diplomato al biennio di Jazz al conservatorio L. Refice di Frosinone. Membro del collettivo romano d’improvvisazione musicale Franco Ferguson, ha suonato con i LUZ, Gronge X, Nidi d’Arac, Operaja Criminale, Bottega Glitzer, Valentina Lupi, Moheir, Stefano Scarfone, Koiko, Armaud.

Lunedì 23 Novembre – TIPS! ospita Paolo Bassotti & il “Maestro Mazza”

0

Lunedì 23 Novembre 2015 alle 23:00
Ant “A Tweed” De Oto di Tips!
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Per la puntata di TIPS ci saranno due ospiti in studio:

PAOLO BASSOTTI
paolo_bassotti

libro_paolo_bassotti
Nella prima parte mezz’ora del programma avremo in studio lo scrittore, critico musicale e musicologo Paolo Bassotti, autore del libro Sexy Rock. 50 storie di musica e rivoluzione sessuale (2014), 50 storie per raccontare come la musica abbia accompagnato i cambiamenti dei costumi sessuali, e del libro Lou Reed. Rock and Roll. Testi commentati (2012), entrambi per la casa editrice Arcana.

Il 6 Novembre si è inaugurata, a Roma, alla Galleria Parione 9, una mostra ispirata al libro, che ha riunito alcuni dei nomi più importanti dell’illustrazione italiana come Davide De Cubellis, Spugna (Tommaso Di Spigna), Matteo De Longis, Dario Panzeri e Petrella. La mostra è curato dallo stesso Paolo Bassotti insieme con Isabella Mazzanti e IDEA Academy di Roma.



GIANNI MAZZA

Noto personaggio televisivo, conosciuto ai più come “Maestro Mazza”, Gianni Mazza è un compositore, direttore d’orchestra e tastierista italiano.
Di formazione jazz, inizia la carriera come tastierista del gruppo dei Freddie’s, complesso noto sulla scena musicale romana degli anni sessanta; si dedica poi all’attività di cantante, partecipando nel 1965 al Festival degli sconosciuti di Ariccia. Dal 1966 diventa tastierista di Little Tony, e nel 1970 forma un gruppo che accompagna il cantante, The Ambassadors (con Enrico Ciacci alla chitarra, Alberto Ciacci al basso e Gianni Dall’Aglio alla batteria), e che incide anche a nome proprio; diventa inoltre direttore artistico della Little Records, etichetta di proprietà di Little Tony.
Nel decennio successivo realizza molti dischi di altri artisti, lavorando, per citarne solo alcuni, con: Loy e Altomare, Stefano Rosso, I Cugini di Campagna, Anna Melato, sua compagna dell’epoca e Renzo Arbore, per il quale realizza il primo LP dal titolo Ora o mai più, ovvero cantautore da grande.
L’incontro con Arbore si rivela importantissimo per la sua carriera e quindi raggiunge la grande popolarità con la partecipazione, negli anni ottanta, a programmi televisivi di grande successo: da Tutti insieme compatibilmente di Nanni Loy (1980)[1] a Telepatria International (1981)[2], da Ciao Gente di Corrado (1983-1984) a Quelli della notte (1984-1985), da Cari amici vicini e lontani a Indietro tutta! di Renzo Arbore, con il quale prosegue la fortunata collaborazione, offrendogli spesso sponde per le sue gag.
È stato direttore d’orchestra ancora in altri numerosi varietà della RAI. Ha inoltre preso parte, come compositore e due volte come attore, a otto film tra il 1977 e il 2001. Nel 1991 ha partecipato al Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte con la canzone Il lazzo, senza riuscire ad accedere tra i finalisti. Nel 1996-97 approda a Domenica in con Mara Venier e successivamente con Fabrizio Frizzi e nel 1997 ha pubblicato l’album Mazza… che domenica! edito da Carosello. Sempre con Fabrizio Frizzi dal 1991 al 1996 ha condotto la trasmissione televisiva Scommettiamo che…? di Michele Guardì andata in onda su Rai 1.
Fino al 2005 ha fatto parte del cast del programma di Rai 2 Piazza Grande di Michele Guardì condotto da Giancarlo Magalli, mentre dal settembre 2006 è passato a Buona Domenica su Canale 5. Nel 2009 incide un CD dal titolo: Tutta colpa di mia moglie edito da Rai Trade, che raccoglie alcune sigle celebri della Tv come: Zum zum zum, Cicale, Stasera mi butto, Dadaumpa ed altre, tutte rivisitate con il solito umorismo dissacrante che caratterizza da sempre la sua carriera musicale.
Dalla stagione 2009-2010 ad oggi è direttore d’Orchestra del programma di Michele Guardì Mezzogiorno in famiglia, condotto da Amadeus, Alessia Ventura e Sergio Friscia, in onda su Rai 2 il sabato e la domenica.

Con lui parleremo sopratutto di Funk e di anni’70

[Kaos Live Report + Interview]Hugo Race @Init 13/11/2015

0

Ant De Oto di Tips!
@Init [Roma]
Venerdì 13 Novembre 2015

Hugo Race è uno di quei musicisti che hanno tanto da raccontare e trasmettere sul palco.
A maggio è uscito “The Spirit”, il suo ultimo album in studio, il tredicesimo inciso con la sua storica band “True Spirit” e in questo novembre è partito il suo tour europeo con ben sei date nella sua amata Italia.
Il cantante e chitarrista di Melbourne ha infatti vissuto diversi anni in Sicilia e ha collaborato con numerosi artisti italiani (Cesare Basile, La Crus, Sacri Cuori, ecc.), coinvolgendoli nelle proprie produzione o dando vista a veri propri progetti musicali (Hugo Race Fatalists).
Il nuovo disco “The Spirit”, prodotto dall’etichetta tedesca “Glitterhouse Records”, è stato ben accolto dalla critica e dal popolo del rock-blues italiano ed è in effetti un gioiellino: le atmosfere cupe e polverose della musica di Race emergono ancora una volta in tutta la loro pienezza evocativa, confermando il mix di qualità e di impatto emotivo presente fin dai primi album del songwriter australiano.
Il concerto comincia verso le 23, con il pubblico dell’INIT (peraltro ignaro dei fatti che stavano avvenendo il quel momento a Parigi) diviso fra gli amanti del blues e delle atmosfere cupe dei True Spirit e gli altri giunti per assistere al successivo concerto dei Flipper, storica band punk/hardcore californiana. Particolare da non trascurare , considerando che la performance di Hugo Race & True Spirit risulterà coinvolgente e fruibile anche per coloro che avevano fatto il loro ingresso all’INIT in attesa del secondo concerto.
Il live parte subito con la magia della voce baritonale di Hugo, accompagnato dall’inseparabile chitarra e da una sezione ritmica robusta ed efficace, composta da batteria (Brett Poliness) , basso (Chris Hughes) e occasionalmente dalle percussioni. Dall’altro lato, eccezionale il contributo dei due polistrumentisti Nico Mansy (chitarra elettrica e tastiera) e dell’italiano Michelangelo Russo, che stupisce il pubblico con tappeti e assoli a colpi di armonica, tromba, moog ed effetti.
La band propone un repertorio avvincente e mai noioso, dove il blues elettrico si sposa con estrema naturalezza con le sonorità dark e new wave, che hanno caratterizzato il percorso musicale di Race assieme ai Birthday Party e i Bad Seeds di Nick Cave (Hugo Race è stato membro di entrambe le band durante la prima parte degli anni 80).
Spiccano sicuramente il singolo “Elevate my love”con un giro di basso deciso che ricorda gli album di qualche anno fa di Barry Adamson (anche lui ex Bad Seeds), il blues graffiante e cadenzato della fantastica “Man check you woman”, il sound torbido di “Dollar quarter”, nonché le numerose citazioni e i brani del passato, macchiati di toni dark e krautrock (“Mushroom”, dei tedeschi Can)
In sostanza, un concerto che non ha affatto deluso le aspettative dei fan e che ha conquistato anche il pubblico di fede noise/punk che attendeva la performance successiva dei Flipper.
Hugo Race si diverte, presenta spesso le canzoni in italiano e si congeda dal pubblico con un sincero “Vi amo!”.
Dopo lo show l’abbiamo incontrato nel backstage per una breve intervista fatta in collaborazione fra TIPS e INDIELAND per Radio Kaos Italy.


(Ascolta l’intervista!)

INTERVISTA HUGO RACE @ INIT, ROMA
(A: Antonio De Oto; H Hugo Race)
A: Siamo qui, per RKI, ad intervistare Mister Hugo Race, dopo aver apprezzato il suo concerto. Allora, prima domanda: il tuo ultimo album è uscito nel 2015 (The Spirit, ndr) e hai prodotto numerosi album. Perché, al giorno d’oggi, le band non fanno uscire album ogni anno durante la loro carriera come, ad esempio, succedeva a cavallo degli anni ’60-’70?
H: E’ vero. Le band, un tempo, facevano uscire due o tre album all’anno. Credo che la causa sia dovuta alla quantità di musica prodotta nell’arco degli ultimi vent’anni. Oggigiorno ci sono molti artisti che hanno inciso talmente tanti album, molto più che negli anni precedenti, che c’è solo più musica; quindi penso che la gente sia satura e quando penso di andare ad incidere un disco devo chiedermi perché lo sto facendo, se sto facendo un buon disco e se sto veramente creando qualcosa di nuovo o mi sto solo ripetendo.
Infatti con l’album “The Spirit” ho impiegato sette anni prima di inciderlo perché cercavo un’ispirazione. Chiesi ai musicisti della band di comporre l’album insieme a me. E’ stata la prima volta per me fare una tale richiesta. In passato avrei scritto l’album e solo successivamente avrei richiesto i musicisti. Questa volta ho voluto creare una situazione più intima con la band. Così abbiamo lavorato per tre anni per far uscire questo progetto.
A: Qual è la linea che hai tracciato dagli anni ’80 ad oggi? Hai lavorato con molte band, The Wreckery, Dirtmusic, Fatalists, l’esperienza con Nick Cave.
Qual è il filo conduttore che hai seguito?
H: Penso che quando abbiamo iniziato a produrre musica, parlo anche a nome di band della scena musicale di Melbourne degli anni ’80, era perché pensavamo che la musica in quel momento storico non era abbastanza di qualità. Volevamo divertirci con il tipo di musica che volevamo ascoltare. Melbourne era una città molto isolata e non avevamo la possibilità di acquistare facilmente album da Londra, New York o Los Angeles, quindi abbiamo dovuto sviluppare le nostre idee. Parlo per me stesso, ma forse è vero anche per le altre persone che hanno lavorato con me nei Bad Seeds e della scena di Melbourne, abbiamo messo insieme tutto ciò che sapevamo del vero Rock ‘n’ Roll e del Blues.
A: Si, infatti, sulla scena erano presenti molte band…
H: Effettivamente c’erano due concetti diversi per quanto riguarda le band: a Sidney la radio trasmetteva il blues di Detroit, mentre a Melbourne ce n’era un’altra di cui la gente scrive libri e si cerca ancora di darle un nome.
Ora come ora, credo che avesse a che fare con il blues, nel senso di riportarlo all’entusiasmo primordiale di quel genere di musica che non proveniva dalla mente ma dall’anima.
Era questa l’idea!

hugorace1_151113

A: Ultima domanda in italiano per Radio Kaos Italy. Ti chiediamo, visto che hai vissuto tanto tempo in Italia e collaborato con grandi artisti, che noi apprezziamo molto, come Cesare Basile e Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus), qual è il musicista italiano, se c’è, e quali sono i progetti italiani che ti hanno colpito in questi anni, che non hai conosciuto personalmente, ma con cui vorresti lavorare, che ti sono piaciuti e hai apprezzato particolarmente?
H: Difficile da dire. Come scrittore, come testi, io penso, personalmente, che Cesare Basile è molto forte. Non solo perché è un mio amico, ma perché lui è un uomo molto indipendente e segue la sua strada da sempre; perché ha prodotto cose meravigliose nel 1999 (Stereoscope, ndr), tanto tempo fa, e già sapeva esattamente cosa voleva fare. Ancora ascolto le cose che fa adesso. Infatti stiamo collaborando su alcune cose in questi giorni.
Dal punto di vista musicale, i Sacri Cuori mi hanno colpito moltissimo.
A: Tant’è che hai collaborato con loro per il progetto Fatalists.
H: Si. infatti ho iniziato a suonare con Antonio Gramentieri prima dei Sacri Cuori, eravamo amici e abbiamo suonato tanto. Poi lui ha fondato i Sacri Cuori, mentre riguardo il progetto Fatalist è stato costruito in maniera più organica.
Mi piace quello che fanno, nel senso che prendono un sacco di roba storica italiana mista con altre cose e sembra che indichi una strada per la musica italiana, magari in futuro. Nel senso di aprire la mente verso diverse forme di musica, perché se no fosse così la musica italiana rimane isolata, in Italia.
A: Noi di Radio Kaos Italy, siamo d’accordo con te su tutte queste tematiche anche perché cerchiamo proprio di supportare questo tipo di musica anche in Italia.
H: E’ molto importante. E’ una cosa importante da fare!
Traduzione: Azzurra Posteraro
Tecnico Audio, Post-produzione: Luigi Giannetti
Montaggio e simultanea: Simone Mercurio 
Intervista e live report: Ant De Oto

hugorace2_151113

Giovedì 19 Novembre – 45 SEKKI ospita gli “Union Drama”

0

Giovedì 19 Novembre 2015 alle 17:00
Drastiko di 45 Sekki
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Antonio Drastiko ospita gli Union Drama!
La band affonda le proprie radici in un panorama ricco e variegato che va dall’indie pop all’elettronica, passando per influenze dance per arrivare all’energia tipicamente rock. Sono le pietre miliari della musica contemporanea, anche molto diverse fra loro ,(Nine Inch Nails, MGMT, Blur, U2, Muse Subsonica, Daft Punk, Kasabian, Grandaddy, Maximo Park, Animal Collective, Flaming Lips).

Sintonizzatevi alle 17.00 su radiokaositaly.com, spaccano!

Giovedì 19 Novembre – ALT! ospita gli “Zman” e “A Toys Orchestra” in collegamento

0

Giovedì 19 Novembre 2015 alle 18:00
Giovanni Romano & Giulio Falla di Alt!
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

I Furti in casa non mettono a tappeto Radio Kaos Italy. Servirà ben altro. E quindi anche questa è una settimana densa di dirette.
Come tutti i giovedì fa capolino ALT! e il suo concentrato di musica indie, concerti, eventi, release e cavolate sparate dai nostri simpaticoni Romano & Falla.
Questa volta a trovarli ci sono gli ZMAN, un progetto nuovissimo di zecca e appena uscito. Fresco fresco di presentazione a Le Mura del primo album “Parade of Malice”, Zman è un progetto di Stefano Tocchi che si piazza fra il blues e la psichedelica. Insomma, una bella promessa che ci suonerà anche qualche pezzo in acustico nei nostri studi in vetrina.
E non finisce qua: avremo in collegamento telefonico A toys orchestra in occasione del loro concerto il 20 al Monk. I ragazzi al telefono annunceranno il fortunato vincitore dei biglietto per il loro concerto che ALT! e Ausgang vi regalano.
Insomma: piatto ricco mi ci ficco. ALT! è in onda il giovedì alle 18 sulle webfrequenze di Radio Kaos Italy.

Giovedì 19 Novembre – RADIO SUA MAESTA’ ospita i “Piano A”

0

Giovedì 19 Novembre 2015 alle 22:00
Giuliano Dj Piotto Piotto & Lucariello Cascione di Radio Sua Maestà
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Giovedì 19 Novembre, Radio Sua Maestà ci porterà ospite la Rock band romana PIANO A.
Il nome della band deriva dalla scelta di non accettare compromessi o “piani b” dalla vita, nella convinzione che la musica non debba essere una consolante via d’uscita dalla vita di tutti i giorni, ma una meravigliosa via d’entrata. I PIANO A si formano a Roma nell’estate del 2012. Sono una giovane band che suona Pop Rock in italiano.

Dicono di loro:
“I PIANO A sono un gruppo molto interessante e originale della nuova scena musicale italiana, il loro primo album è una bella sorpresa” – Vincenzo Mollica – TG1 DoReCiackGulp (RAI1)

“I loro tormenti d’amore, le loro speranze e la loro voce, i loro colori, questa é la nuova canzone italiana, é ricca di soluzioni non per forza estreme, un bellissimo pensiero, articolato e dolce. ” – EMERGENZA FEST

“melodie ritmate, con esplosioni improvvise da far venir voglia di alzarsi dalla sedia per ballare facendo sudare anche la nostra anima.”
– RELICS

In diretta su radiokaositaly.com dalle 22:00 alle 23:00!

Mercoledì 18 Novembre – OPEN SPACE sempre con molti ospiti

0

Mercoledì 18 Novembre 2015 alle 21:00
Vincenzo Santoro di Open Space
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Ospiti della puntata:
>> Sara Galimberti che ci farà ascoltare tra le tante cose il suo nuovo singolo “Danza”
>> Geppo SHOW che racconterà alcune delle sue barzellette che lo hanno reso popolarissimo sul web e a Tù Sì Que Vales
>> Frieda che ci farà vivere la sua musica attaverso i suoi nuovi progetti

Mercoledì 18 Novembre – EL MONO ospita gli organizzatori di “La peña Latina”

0

Mercoledì 18 Novembre 2015 alle 18:00
Amparo Devizi di El Mono
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Cosa significa promuovere e diffondere la cultura Latinoamericana a Roma?
Scopritelo su El Mono che mercoledì 18 novembre intervisterà gli organizzatori di un evento meraviglioso chiamato La Peña Latina Roma

Dalle 18:00 alle 19:00 su radiokaositaly.com

Que significa promover y difundir la cultura latinoamericana en Roma?
Descubrelo junto a El Mono, que miercoles 18 de noviembre entrevistarà los organizadores de La Peña Latina Roma

Martedì 17 Novembre – WHITE CANOTTA ospita lo street artist “Beetroot”

0

Martedì 17 Novembre 2015 alle 21:00
Alessandro Giglio & Valerio Nicolanti di White Canotta
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

White Canotta ha scoperto Beetroot in un progetto di riqualificazione di un parco a Torre Angela a Roma organizzato da Gesta Futurae (nostro ospite la scorsa stagione). Attualmente attivo nel progetto Caleidoscopio presentato sabato 14 novembre all’interno del complesso di Santa Maria della Pietà, e in Pinacci nostri, ha partecipato insieme ad altri artisti all’originale Temporanea. Alle 21 spaccate ci parlerà della nuova avventura “Hide & Seek”.
STAYTUNED!

Beetroot_img

Martedì 24 Novembre – NEWS DEL CASCO ospita il rapper “Diluvio”

0

Martedì 17 Novembre 2015 alle 20:00
Carlo Pascotto & Giulia di Lernia di News del Casco
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

News del Casco porta nella vetrina di Radio Kaos Italy il rapper romano Diluvio. Ascolteremo i racconti circa le sue esperienze musicali, dall’ambiente urbano ai palchi di X Factor!
Sicuri di non averlo visto in televisione? Allora vi lasciamo un video, così vi viene voglia di sintonizzarvi su radiokaositaly.com alle 20 spaccate!

Martedì 17 Novembre – 45 SEKKI ospita la web serie “Vegan Chronicles”

0

Martedì 17 Novembre 2015 alle 17:00
Drastiko di 45 Sekki
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Drastiko ci farà conoscere la web serie eticamente corretta e moralmente scorretta Vegan Chronicles!
Citandoli ve li presentiamo:
«Vegan Chronicles è una web serie comica sulle vicende di un normale ragazzo di venticinque anni che si trova a dover affrontare la realtà che lo circonda dopo aver fatto una semplice scelta: quella di smettere di mangiare carne, pesce, uova, latte e derivati e di evitare qualsiasi prodotto di origine animale».

Martedì 17 Novembre – On Board ospita Luca Creo “Skinny”

0

Martedì 17 Novembre 2015 alle 16:00
Umberto Scimitto & Sirolo Di Sera di On Board
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]

Il programma sulle tavole, che siano da skate, surf o snowboard non importa. Alle 16.00 un appuntamento con i ragazzi di On Board che ospiteranno Luca Creo detto “Skinny”, skater della crew R.oma F.ree S.kate.
Non siete curiosi di saper qualcosa sul come, quando e dove si va “on board” a Roma? Noi un sacco.
Sintonizzatevi sul nostro sito alle 16 spaccate!

Da oggi RKI ha il suo “Wall interattivo”!

0

Dopo l’inaugurazione del nuovo allestimento della sede non finiscono le novità,
da oggi abbiamo un Wall interattivo!

Avete Twitter? Cinguettate inserendo l’hashtag ‪#‎radiokaositaly

Avete Instagram? Hashtaggate ‬sempre con ‪#‎radiokaositaly

e finirete nella nostra TweetWall in sede!

E se proprio non riuscite a passare per vederla dal vivo, collegatevi a questo sito << QUI >>

Siamo o non siamo la miglior WEBRADIO d’Italia!?!?!?!

Oggi ore 23 nella vetrina RKI Napoleon Murphy Brock suona Frank Zappa

0

Martedì 3 Novembre
Vetrina RKI
di Simone Mercurio (IndieLand )

Serata di IndieLand quanto mai speciale e internazionale questa sera, martedì 3 Novembre ore 23 con superospite il grande musicista americano Napoleon Murphy Brock, sax e vocalist per tanti anni con il mitico Frank Zappa.

Con lui Riccardo Fassi e Tankio Band plays Zappa per presentare con la loro musica dal vivo un disco e un tour che porterà Napoleon & C. dal vivo a Roma il 6 novembre presso il CrossRoads Live Club. Dalle 23 in diretta streaming su www.radiokaositaly.com e in vetrina in via Eugenio Torelli Viollier 17. Con noi anche la giornalista “zappiana” Alessandra Izzo. Negli studi in vetrina di Radio Kaos Italy, ben visibili dalla strada (venite a trovarci in via Eugenio Torelli Viollier 17, zona Tiburtina, Largo Beltramelli), i due musicisti risponderanno alle domande del conduttore di IndieLand Simone Mercurio e suonerano dal vivo una gustosa ed esclusiva anteprima del concerto di venerdì 6 novembre.

Si tratta di uno dei progetti più interessanti su Frank Zappa dalla scomparsa del genio di Baltimora. Il grande compositore, arrangiatore e raffinato musicista jazz Riccardo Fassi e la sua Tankio Band dedicarono un cd al Maestro già subito dopo la sua morte. Ora tornano con il nuovo progetto “in concerto” con una sola imperdibile data, al Crossroads, per gli amanti di Zappa, di Fassi e della grande musica, accompagnati da uno dei musicisti ‘zappiani’ storici, ovvero Napoleon Murphy Brock. Il cantante, sassofonista e flautista statunitense, non solo ha condiviso il palco con Frank Zappa ma ha anche contribuito in diversi album del chitarrista tra il 1974 e il 1984. Inoltre Napoleon Interpretò il personaggio dell’Evil Prince nell’album-musical Thing-Fish, pubblicato da Zappa nel 1984. Dopo la morte del chitarrista, avvenuta nel 1993, ha partecipato a The Grandmothers e Zappa Plays Zappa, progetti musicali in omaggio allo stesso Frank Zappa.

Allevato dai nonni, il noto sassofonista e vocalista Napoleon Murphy Brock, apprende inizialmente la pratica del canto gospel, prima di studiare a scuola il clarinetto, per poi passare al sassofono tenore. Estremamente influenzato dal jazz, esordisce in piccoli gruppi di rhythm & blues e rock’n’roll e con un complesso denominato Gregarious Movement si esibisce nel circuito dei grandi alberghi, il che lo porta per un periodo alle Hawaii: in quel periodo viene casualmente ascoltato da Frank Zappa, che lo assume nel 1972 come vocalista e sassofonista per rimpiazzare Sal Marquez. Dopo quattro anni nel complesso zappiano, riforma Gregarious Movement e collabora con il tastierista Gorge Duke. Nel 1983 ritorna a collaborare con Zappa fino al 1984. Partecipa a realizzazioni discografiche quali Apostrophe, Roxy & Elsewhere, One Size Fits All, Bongo Fury, Zoot Allures, Sheik Yerbouti, Thing-Fish, You Can’t Do That On Stage Anymore. Apparve anche in alcune raccolte di materiale registrato durante i concerti delle band di Zappa in quegli stessi anni. Interpretò il personaggio dell’Evil Prince nell’album-musical Thing-Fish, pubblicato da Zappa nel 1984. Dopo la morte del chitarrista, avvenuta nel 1993, ha collaborato con la band The Grandmothers ed altri progetti musicali in omaggio allo stesso Frank Zappa quali Project Object e Dweezil Zappa. Nel 2009, il brano Peaches en Regalia (in origine appartenente all’album di Zappa Hot Rats) suonato da Brock con i Zappa Plays Zappa, vinse la 51ª edizione dei Grammy Awards per la migliore performance di rock strumentale dell’anno. Nel 2011 Brock ha pubblicato This Is What Frank Zappa Heard, album che contiene brani registrati con una piccola band nell’agosto del 1973, la sera in cui Frank Zappa era tra gli spettatori e ascoltò per la prima volta Napoleon Murphy Brock.

Oltre che come cantante e polistrumentista, Brock è conosciuto come compositore e produttore musicale.

RICCARDO FASSI

Nato a Varese, ha studiato musica al Liceo Musicale della sua città e si è poi diplomato in pianoforte presso il Conservatorio di Musica “L. Perosi” di Campobasso. Inoltre ha studiato composizione con Domenico Guaccero e Antonio Scarlato ed ha partecipato a seminari jazz con Leo Smith, Gary Burton e Barry Harris. Nel 1983 ha formato la sua orchestra “Tankio Band” che esegue sue composizioni o progetti speciali come il tributo a Frank Zappa, il brillantissimo “Serial Killer” e il recente ed originale lavoro sulla musica di Eric Dolphy. L’orchestra, tra le più importanti del jazz italiano, è stata votata più volte dalla critica, nel referendum annuale indetto dalla rivista Musica Jazz, tra le 10 migliori formazioni del jazz nel 2007, 2005, 2003, 2002, 1996 e 1991.

Riccardo Fassi

Come compositore e leader Fassi ha registrato 24 dischi di proprie formazioni, tra cui 7 con la Tankio Band, che hanno ricevuto entusiastiche recensioni, e vari interessanti cd con piccoli gruppi comprendenti Roswell Rudd, Steve Lacy, Gary Smulyan, Adam Nussbaum, Dennis Irvin, Steve Grossman, Antonello Salis, Brian Carrott, Flavio Boltro, Alex Sipiagin, Bill Elgart e numerosi dischi come collaboratore di progetti altrui.

Halloweed Reggae Party @Intifada

0

Halloween Reggae Party @Intifada
31 Ottobre 2015

Pirati..
Torna al Csa Intifada il reggae party di Halloween più atteso dalla capitale.

SABATO 31 ottobre , è Impossibile Mancare!

★HALLOWEED w BARBANERA -Pirates Reggae Party ★

Segui l’evento facebook per trovare le mappe dei tesori di Barbanera : Decine di forzieri contenenti consumazioni e ingressi omaggio nascosti per tutto il locale!

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

•Special guest from 99 POSSE :

► O’ZULU

► VALERIO JOVINE

► SPEAKER CENZOU

• Dancehall by :

Pakkia Crew The Green Family

Good Vybez – 10th Anniversary –
regaleranno 100 cd mix 100% Dubplates per festeggiare i 10 anni di sound .

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
N.B. VENITE VESTITI DA PIRATI PER AVERE INDICAZIONI PREZIOSE PER TROVARE LE MAPPE CHE VI CONDURRANNO AI FORZIERI DI BARBANERA CONTENENTI CONSUMAZIONI E INGRSSI OMAGGIO !
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
• free smoking area
• main stage + dancehall stage
• spacial partner :
AstarbeneRadioKaos Italy & Respect Project ”street wear”
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
CS INTIFADA – Via di Casal Bruciato, 15 – ROMA
Open: 23:00
ENTRY 7€

L’APERITIVO X :: SABATO 24 OTTOBRE

0

SABATO 24 OTTOBRE :: in occasione dell’inaugurazione dei nuovi studi, Radio Kaos Italy è orgogliosa di presentarvi L’APERITIVO X !
>> dj set, live music, food & drink culture, streetwear & tattoo expo… il tutto in diretta su radiokaositaly.com!

PROGRAMMA
h. 19:00 RKI REGGAE w/ On MY RADIO on Air-RADIO KAOS ITALY & Astarbene – RadioKaos Italy [ska reggae dancehall djset]
h. 20:00 Flair Project On AIR [drink culture]
h. 20:30 BeeRadio – Radio Kaos Italy
h. 21:00 On Board-Radio Kaos Italy
h. 21:30 Aidontbilivit – RadioKaos Italy
h. 22:00 RKI INDIE
h. 23:00 LE LARVE + Il Branco > LIVE!

+ presentazione della collezione invernale 2016 firmata Respect Project ”street wear”

+ esposizione di tavole e book dei tatuori del Mad Whale Tattoo Studio

BUFFET + DRINK + TESSERA 2016 :: 5 EURI!

“Vi ricordiamo che per partecipare all’Aperitivo X di questo sabato occorre possedere la tessera soci di Radio Kaos!
Per chi non l’avesse: è consigliato registrare il proprio pre-tesseramento, scrivendo direttamente alla pagina fb di Radio Kaos Italy NOME+COGNOME e INDIRIZZO MAIL, oppure mandando una mail a selectapensieri@gmail.com”

Powered by Selecta Pensieri

Avviso ai Soci di Radio Kaos Italy
Via Eugenio Torelli Viollier, 17 (METRO TIBURTINA FS)
www.radiokaositaly.com > web radio since 2009 😉

l_aperitivo_x_151024

[AffLiveReport] Dead Combo, Sergio Mendoza Y La Orchest, Calexico & Dj Scratchy – Final Report

0

ARIANO FOLKFESTIVAL@23AGOSTO
di SIMONE MERCURIO (IndieLand)

Quattro giorni indimenticabili, musica, lacrime e sorrisi in questo straordinarioo ventesimo
ArianoFolk Festival. Numeri importanti, oltre cinquemila presenze a serata per una rassegna
che è ormai una realtà internazionale stimato e apprezzato dai musicisti e dal pubblico
numerosissimo. Una pacifica e festosa invasione quella di giovani da tutte le parti d’Italia e non
solo. Accorsi ad Ariano Irpino al seguito delle loro band, dalla Sicilia, da Roma, dalla Puglia, e
qualche accento dal Portogallo, dal Messico, dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna ci è
sembrato di udirlo. Magia e potenza della musica SENZA frontiere.
Lo stupore e la forza di Barry Myers il mitico dj dei Clash letteralmente conquistato da Ariano e
dalla nostra “kool gang Radio Kaos” come ci ha definito, che conclude la lunga notte tra il 23 e
il 24 agosto lanciando dal palco le ambitissime tshirt di Radio Kaos Italy. Siamo in contatto con
lui e chissa che il suo Scratchy Sound non entri a far parte della Kaos family.
L’atteso live degli americani Calexico infiamma il pubblico dell’ultima serata con il duo Burns-
Convertino che si mischia e fonda con Sergio Mendoza Y Orkesta. L’apertura dell’ultima
serata alle 22 è molto d’atmosfera, quasi teatrale con i due portoghesi dei Dead Combo che
sono una bella scoperta e sorpresa per tanti. Seduti uno di fronte all’altro Tò Trips e Pedro V.
Gonçalves sciorinano una serie di brani fortemente d’atmosfera tra i suoni spaghetti western di
morriconiana memoria e Tarantino, mischiando il fado di Lisbona, città dal quale sono originari
i due, agli eco messicani e a slanci blues. Il richiamo alle santerie tipiche delle terre texmex è
anche nella scenografia scelta. Una sorta di macabro e colorato altare fatto di teschi colorati su
tappeto rosso è un richiamo esplicito alle usanze ancestrali tipiche del culto popolare
centramericano. Il pubblico è rapito dalle atmosfere dei due, lo spazio di Piazzale el Calvario si
va riempiendo e si accendono i due palchi.

dead combo

Inizia la festa con Sergio Mendoza cantante e frontband con la sua Orkesta, tastierista invece dopo
con i Calexico. La strategia dei due palchi uno di fronte all’altro è vincente per questa ventesima
edizione dell’AFF. Annulla di fatto le attese e i buchi musicali all’interno di serate multishow in
rassegne come questa. Palchi e relative regie sono speculari e primi di un concerto, quelli sotto al
palco per intenderci, diventano immediatamente ultimi nello show successivo. Così succede dopo i
Dead Combo con Sergio Mendoza, sonorità mambo texmex e grande appeal col pubblico che si
scalda, agita e poga le sonorità festaiole della formazione americana “di frontiera”.
Frontiera quella a cavallo tra Usa e Messico, affascinante, ricca di vita, storie, problematica ma
anche ricca di suoni e culture meticce. Frontiera, è il titolo tematico che questa ventesima edizione
dell’AFF per la prima volta in due decenni ha deciso di darsi. Scelta vincente quella del direttore
artistico Francesco Fodarella che dal palco salutando, ringraziando e presentando i Calexico
rivendica con forza:“Siamo contro i muri, contro le barriere. Fisiche e culturali. Siamo per
l’accoglienza, per le culture che si intrecciano e creano nuove culture con le radici, i piedi ben
piantati nelle terre di origine, ma con la testa al mondo. Questo è il pensiero dell’Ariano Folk
Festival!”. Applausi. E l’atteso show dei Calexico non delude. Già dal pomeriggio avevano allietato
la popolazone di Ariano che ascoltava da casa le loro prove. Chi si trovava invece nel piazzale già
dal primo pomeriggio per “lavoro” come noi della radio ha anche goduto di un minishow per pochi
eletti di cui vi rediamo partecipi qui:

L’interazione dei Calexico con l’orchesta Mendoza è forte e il duo Burns-Convertino con una
strepitosa formazione di musicisti sul palco alterna rock, psichedelia, citazioni dai Joy Division,
impennate di fiati messicani, e sonorità decisamente popolari in terra centramericana. Lo show
della band di Tucson in Arizona, inizia a mezzanotte e mezzo e termina oltre due ore dopo. Una
scaletta lunghissima e una festa di musica per la degna conclusione di una straordinaria
ventesima edizione. Conclusione? Beh ecco che arriva il mitico Scratchy sul palco e l’ultima
notte del ventesimo AFF si fa davvero piccola….

chiusura

[AffLiveReport] Tinturia, Bassanese & Mascarimirì @Ariano FolkFestival 22/08/2015

0

“Questo è un festival meraviglioso, fatto da gente che ama davvero la bella musica!” urla Lello Analfino al termine dello show con i suoi Tinturia che hanno aperto lo la terza serata musicale di questo ventesimo Ariano Folk Festival. Dalla Sicilia, Raffadali per la precisione, un’ora e mezzo di spettacolo per la band agrigentina che da il via a una serata qui ad Ariano fatta da una terzetto di artisti tutti italiani. A seguire infatti si alterneranno sui due grandi palchi della rassegna, Luca Bassanese e la sua Piccola Orchestra Popolare e i salentini Mascamirirì sul palco affiaccanti dai francesi di Nizza Nux Vomica.
Ma andiamo con ordine per raccontare questa giornata numero tre del festival.

APERIWORLD

Nonostante si sia tirato fino ore piccolissime nella notte precedente (non pochi sono tornati a dormire all’alba) a mezzogiorno erano già in tanti a Piazza del Plebiscito per il gustoso appuntamento con l’Aperiworld, tante leccornie e drink accompagnati da ben tre dj set d’eccezione. Dal Luca Morino aka Fitzcarraldo dei Mau Mau con una sequenza di brani mixati con due vecchi giradisci e altrettante casse acustiche d’annata. Per lui un’ora di djset fuori dall’ordinario con musica classica, tra opera, operetta e musica sinfonica. Chi avesse acceso Radio Kaos Italy in quel momento avrà sicuramente dubitato di essere realmente collegato con noi. Al’interno dei djset dell’ora di pranzo anche Salitre&Sassafras Soundsistema dalla Spagna e Wooho Revue dall’Australia.

BOOKZONE

Piccola pausa postprandiale – ci scommettiamo che molti siano andati a recuperare un po’ di sonno, e alle 17 iniziano i souncheck delle band della sera, mentre ci rechiamo alla BookZone dove il giornalista del Tg2 Andrea Covotta, nativo proprio di Ariano, presenta il libro di Nicola Savino “23 novembre 1080: il dramma , l’incanto, il disincanto. Un’occasione mancata” saggio/reportage sull’indimenticato terremoto irpino del 1980.

DJ SCRATCHY: Dai Clash a Radio Kaos Italy

Sono le 20 quando nella postazione di Radio Kaos Italy ospite graditissimo e d’eccezione arriva Barry “Scratchy” Myers meglio conosciuto come il “dj dei Clash”, perchè nel periodo 1978-1980 apriva tutti i concerti dei Clash, e in quel periodo partecipava a tante serate che si tenevano a Londra. Nel suo curriculum, tra gli altri, Ramones, The Cramps, Blondie, Iggy Pop, Dr Feelgood, Jon Spencer Blues Explosion, The Pogues, fino al 2002 quando ha fatto il “tourdj” nell’ultima tournèe di Joe Strummers and the Mescaleros. Dal 2006 collabora con i Gogol Bordello. Bene, Dj Scratchy questo personaggio fantastico e lunare, un signore sessantenne londinese più giovane di tanti giovani, sorridente e disponibile vede la postazione della nostra radio e si è illuminato. “Wow Kaos Radio!” ha esclamato, indossa la nostra maglia e parte per un’ora scatenata di djset speakerato sull’impronta con cui lo stesso Myers ha condotto per sette anni in una webradio newyorkese un programma dal titolo “Scratchy Sound” che oggi in diretta streaming e dal vivo ha anticipato la terza serata musicale del’Ariano Folk Festival. E chissà se Scratchy nella nuova stagione di Radio Kaos….
Intanto vi facciamo ascoltare un pezzo del Live-set che ci ha regalato!

LIVE: TINTURIA

Lo ska/rock/pop divertente, divertito e socialmente impegnato dei Tinturia come anticipato ha aperto la serata live. “La musica penso possa fare molto per cambiare in meglio questa società” ci ha detto Lello Analfino durante l’intervista nella postazione di RKI “I Tinturia sono sempre stati al fianco delle battaglie dei lavoratori, degli ultimi dagli immigrati, i cosiddetti extracomunitari – termine che trovo orribile perchè escludente – giovani, ragazzi, famiglie che scappano dalle guerre, dalle sofferenze della loro terra per cercare una vita più dignitosa” continua all’interno di una interessante intervista che potete ascoltare all’interno delo spazio podcast dell’Ariano Folk Festival sul sito di RKI. Il live dei Tinturia è travolgente, Lello canta e salta da grande animale da palcoscenico. Le incursioni del rapper Andrey Re donano un ulteriore tocco internazionale alla musica di un’ottima showband che canta quasi sempre in dialetto siciliano e che in terra di Trinacria è una istituzione da anni ormai, ben prima che il quintetto agrigentino sfondasse a livello nazionale grazie alle musiche per le colonne sonore dei film di Ficarra e Picone.

Gustatevi la nostra intervista:

LIVE: LUCA BASSANESE & PICCOLA ORCHESTRA POPOLARE

Cambio di paco e Luca Bassanese e La Piccola Orchestra Popolare letterlamente “infiammano” il numeroso pubblico, mai così coinvolto e danzante come durante l’esibizione dell’esplosivo cantautore vicentino. Un vero e proprio circo musicale quello di Bassanese, un insieme di richiami musicali che spaziano dalle sonorità balcaniche alla pizzica fino alle musiche felliniane di Nino Rota, a De Andrè, Celentano, Carosone, Capossela. “Si le mie influenze sono decisamente quelle – ci confessa Bassanese ai microfoni di RKI stanco ma soddisfatto al termine del suo show – Faccio una musica terrona anche se sono veneto, mi piace anche dare il mio contributo sociale attraverso la mia arte cercando di appoggiare battaglie come quelle dell’acqua bene comune e ricordando che sono esistiti personaggi straordinari come Don Andrea Gallo che ho avuto la fortuna di conoscere e che omaggio nell’ultimo mi disco con il brano “Ho conosciuto un uomo”. Un uomo il Gallo che ho amato e ho stimato perchè – ci dice commuovendosi – le sue parole e i suoi occhi mi mancano tanssimo. Invito i giovani e chi non lo conosce a cercare i suoi interventi in rete e i suoi libri”.

LIVE: MASCARIMIRI’ & NUX VOMICA

I palchi si alternano e scambiano e, “last but not least” live arrivano sul Tribunal Stage i salentini Mascarimirì capitanati dal corpulento e geniale musicista di Muro Leccese ma di origini rom Claudio “Cavallo” Giagnotti dal vivo con i nizzardi Nux Vomica.
Una vera istuzione i Mascarimirì nel Salento. Tra i primi nella seconda metà degli anni novanta a suonare la pizzica, oggi di gran “moda”, e a contaminarla restando con le radici ben piantate nella tradizione, con l’elettronica, il dub con dischi e esibizioni live.
Con l’ultimo disco “Tam” del 2014, Claudio “Cavallo” e la sua band sferrano un ironico attacco frontale alla musica salentina modaiola “Innanzitutto la nostra musica si chiama pizzica pizzica e non taranta e il suo strumento tipico si chiama tamburieddhru la cui traduzione è tamburo e non tamburello” ci dice Giagnotti durante l’intervista nel gazebo di Radio Kaos Italy, lo stesso Cavallo poi ci redarguisce ironicamente per l’esatta pronuncia del nome della sua band Mascarimirì, uno scioglilingua per chi non è pugliese, che è una sorta di esclamazione che possiamo tradurre con l’espressione “Madonna mia!”.
“Ne ho visti tanti di festival io, in giro per l’Italia ma non solo – afferma Cavallo, che è anche organizzatore di “Ballati!” storico festival della tradinnovazione della musica popolare che si svolge ogni anno ad agosto a Muro Leccese. Questo Ariano Folk Festival – continua – è davvero straordinario perchè si vede che è fatto con passione, professionalità e grande amore per la musica senza fronzoli commerciali!”.

DJ SET NOTTURNO E SONAZONE

A seguire e fino a notte fonda la musica e i balli del numeroso popolo dell’Ariano Folk Festival con il dj set degli spagnoli Lord Sassafras e la musica Sonazone nella campagna di Contrada Valleluogo con i djset di Mauro Basso & Tall Caps, Sisio Kes Records e Nicola Vernicchi Black Water, Mooove!

[AffLiveReport] Batida e molto altro @Ariano FolkFestival 21/08/2015

0

E’ passata la seconda giornata di festival qui ad Ariano Irpino, la musica live e’ sicuramente la protagonista principale del festival, si respira musica in ogni angolo della città. Oggi sono state aperte tutte le aree collaterali e se il primo giorno e’ stato difficile seguire tutti gli eventi, figuratevi oggi!Sempre a lavoro lo street artist “Sea Creative” nell’area Folkart.Si e’ parlato di fotografia presso la Cinezone (Biblioteca Comunale) con un masterclass tenuto da Valerio Bispuri, che sarà ospite ai nostri microfoni nei prossimi giorni, intanto potete ascoltare l’intervista a Roberto De Filippis coautore del documentario “L’oro vero – resistenze contadine”.

MIXCLOUD CINEMA

In questa seconda giornata aprono i battenti anche lo Spazio Teatro di cui postiamo un piccolo video qui sotto, ma non e’ assolutamente esplicativo, e’ un’ esperienza da vivere e non solo osservare dall’esterno!

https://www.facebook.com/sara.formentini.5/videos/10206751443698751/?pnref=story

Sono aperte praticamente tutte le aree esterne ad eccezione del Sonazone (Contrada Valleluogo) per la quale dobbiamo aspettare (trepidanti) la terza giornata!

A pranzo ormai non riusciamo a fare a meno di andare all’ Aperiworld (Piazzale Plebiscito), presso il “Bar Moderno”, che ad Ariano e’ conosciuto da tutti come “Da Gioso”, che e’ il nome del simpaticissimo proprietario.L’atmosfera e’ fantastica e sembra di conoscere tutti da tempo, poi gli artisti che si alternano nei dj set sono fantastici come la location!!!

aperiworld

La musica live ci prepara ad un percorso che ci porta a salire verso le vette più alte sia in termini musicali che fisici. Si parte dalla parte bassa di Ariano al Volkscamp, per iniziare la risalita verso il paradiso musicale ci incamminiamo verso il Corazone (via Russo Anzani). Dopo aver cenato o spizzicato a suon di musica continuiamo la nostra camminata verso le stelle impazienti di assistere agli altri live dell’Ariano Folkfest!

Si inizia nel migliore dei modi: la Mitica Hollie Cook. Sensuale bravissima miss dalle note suadenti e dalla voce indimenticabile insieme a tutta la sua band praticamente giovanissima che la accompagnava verso un viaggio in un mondo tutto a tema delle basi del raggae. stile e talento ha aperto il primo live direttamente dall’inghilterra la giovanissima Hollie ci ha travolto e fatto sognare preparandoci al seguito di quest’avventura!

A seguito dall’altro palco siamo stati solleticati dai fantastici El V and the Gardenhouse. Francia e Italia adesso si costeggiano esibendosi all’insegna anche loro del Reggae,pronti ad invadere la scena nazionale!nel 2013 La bend ha festeggiato i 25 anni di musica.Oltre a noi Radiokaositaly negli ultimi anni, numerosi passaggi nelle radio di mezzo mondo, dopo centinaia di concerti, collaborazioni illustri con artisti come TONINO CAROTONE, LITTLE TONY, TULLIO DE PISCOPO and more, i GARDENHOUSE si preparano a condividere il palco e il loro Reggae Latinoemiliano, con uno dei loro artisti di riferimento: SARGENTO GARCIA. Travolgenti esibizioni ritmo e cuore impazzito sono riusciti a trasmettere lanciando un unico grido di speranza: un solo mundo es posible, un mundo sin fronteras!

Ma non c’e’ fine, per sbalordirci sul palco lo spettacolo del grande Batida del portogallo. Parlando proprio di frontiere si sono esibiti attraverso temi politici e sociali, ricchi e Poveri tramite l’esibizione fantastica del ballerino formidabile che ci ha fatto aprire la bocca attraverso performance nota di un professionista. Live davvero teatrale e pieno di emozioni.

Al termine, sfiniti , abbiamo avuto una chiusura sensazionale grazie al Dj Scratchy! Grande l’inglese ricco di sorprese e brio esibizionista ha avuto la magia di farci scordare la tarda notte che ara sopraggiunta finendoci in bellezza anche questa sera. lo ricorderemo anche grazie al suo intervento direttamente in streaming sul piazzale Calvario dal nostro stand all’insegna della musica!

Si ringraziano per le foto Carlo Colucci e Fabiano Ventre.
Un ringraziamento particolare ai nostri partner: Pignata in Bellavista, Ristorante La Pignata, Sintesi Sud San Comaio – vero succo di oliva e Sistemi di copertura.

[AffLiveReport] Mau Mau e non solo @Ariano FolkFestival 20/08/2015

0

Mentre scriviamo queste righe in sottofondo ci sono i Forrò Miòr che si esibiscono ancora una volta live dopo il grande successo riscontrato ieri sera, ma non anticipiamo le cose e cerchiamo di seguire una sorta di filo temporale, sebbene sia estremamente difficile vista la mole di eventi collaterali organizzati per questa ventesima edizione dell’ Ariano Folkfest.

Prima dell’effettivo start della manifestazione 19 agosto durante il Pre Fest è stato presentato il film “Irpinia Mon Amour” di Federico Di Cicilia presso l’auditorium comunale. Ci siamo poi spostati nell’ affollatissima Piazza Duomo per la festa propiziatoria, che ci ha fatto ascoltare e soprattutto ballare le prime note di questo festival grazie al Dj set dello spagnolo Andy Loop, musica cibo e tanta buona gente!

La mattina si inizia alle 10:00 con lo Street artist “Sea Creative” nell’area Folkart (via San Leonardo) che abbellirà durante l’evento un muro di Ariano Irpino con i suoi personaggi. L’artista milanese nei prossimi giorni sarà ospite in radio della nostra Rachel Pellarini, quindi vi parleremo più dettagliatamente di lui nei prossimi giorni, stay tuned!!!

aff1

Nel pomeriggio la Cinezone (Auditorium comunale) ha proiettato il film “Alla ricerca di Vivian Maier” di John Maloof ed a seguire si è tenuto un seminario sui percorsi della fotografia curato da Luca Lombardi.

Si continua con il relax della Relaxafolk con un’area dedicata allo streatching nella Villa comunale.

Sempre alle 17:00 aprono i live pomeridiani del Volkscamp (Boschetto Pasteni) i romani “The Dirty Jobs”, seguiti dai conterranei “Super Dog Party” che ci fanno saltare e ballare a suon di rock’n roll/punk.

aff3

C’è davvero l’imbarazzo della scelta negli eventi collaterali da seguire ad Ariano Irpino, infatti mentre quanlcuno balla al boschetto altri assistono nella Bookzone (Centro pastorale San Francesco) al reading teatrale di Gaetano Franzese ed Annalisa Iovinella con letture tratte dal libro “La filosofia lascia tutto com’ è” di Mario Iadicola.

Per l’aperitivo si continua con la musica live dei Frau Ludwig + Lamuzgueule al Corazone (Via Russo Anzani).

Alle 22:00 finalmente tutto pronto…si può cominciare la magica serata al Folkstage.I gruppi si alterneranno tra il Tribunal stage ed il Atitlan Stage…avete capito bene, quest’anno l’area principale del festival è allestito con ben due palchi da cui le band si palleggiano la scena. Non c’è nemmeno il tempo di accorgersi della fine di un lie che si viene abbracciati dalle spalle con altra musica.
Circondati da mille luci e colori piatti di ogni specialità ariananina, giovani famigie e amici si apprestano ad avvicinarsi al Tribunal Stage.

forromior

Puntuali si esibiscono per primi i Forrò Mior caldi con il loro spirito nato nel nordest del Brasile esplodono con frizzanti repertori di samba e altre sorprese che sanno far ballare non solo il piazzale calvario ma anche tutta Europa!
Il quartetto include oltre ai classici del grande Luiz Gonzaga , splendidi brani di Ghilberto Gil,Tom Zè e altri brani inediti. Meravigliosi e coinvolgenti dopo averci fatto scaldare ci danno la carica per la grande orchestra Cesaria Evora.

cesariaevoraorchestra

Per la prima volta in italia dopo la morte dell’artista capoverdiana,le bravissime
Jenifer Solidade e Nancy Viera rendendo omaggio al’influenza e memoria straordinaria che la musica di Cesaria Evora aveva su tutto il mondo. Voci incantevoli accompagnate dai movimenti di fianchi che anche quì a stento riuscivano tutti a strare fermi al loro posto, l’orchestra ci ha regalato momenti magici.

maumau

Toniamo sul prima parco esattamente meno di un secondo dopo la chiusura dell’orchestra, si esibiscono i formidabili Mau Mau.
Secondo il dialetto Piemontese significa “quelli che vengono da lontano” magari scuri di pelle. Nome che riprende anche da quelli del gruppo della liberalizzazione inglese del Kenya.
Sono stati definiti una “cricca esagerata di travolgenti ethno rockers”. La band è nata nel 1991 con il brano “Tera del 2000” una sorta di manifesto ambientale e con il primo albun “Sauta Rabel” hanno vinto il premio tenco con tournèè in tutta europa,Nordafrica,Giappone,Iraq,Palestina.
Detto questo l’esplosione provicata dai Mau Mau ha risvegliato i nostri sensi più nascosti facendoci assaporare ogni ritmo della loro musica, oltre all’intrattenimento e alla simpatia del cantante.

Quasi per sfinirci come ultimo colpo di grazia per questa serata, abbiamo colui che ha fatto tremare la terra e fatto cedere anche le nostre ginocchia : Lord Sassafras direttamente dalla spagna, che ci ha messo K.O. non dimenticando però che la nostra terra non deve mai rimanere ai margini, direttamente dalla spagna con “Bella ciao” del partigiano in Remix originale solo per noi!

Ultima puntata della fantastica stagione di Open Space​ con Vincenzo Santoro​ su Radio Kaos Italy​.

0

Ultima puntata della fantastica stagione di Open Space​ con Vincenzo Santoro​ su Radio Kaos Italy​.
Chiudiamo in bellezza Special Guest Star Floriana Secondi​. La Showgirl dalla simpatia prorompente ci parla delle sue attività che la vedono protagonista dell’estate 2015. Esteban Morales​, protagonista dell’ultima stagione di Amici, ci presenta il suo singolo “Costellazioni”. Infine il cantautore più prolifico di Roma Indaco16​ già ospite del programma (autore della sigla) ci presenta alcune delle sue ultime composizioni. Di particolare interesse il connubio artistico con un altro “amico storico” di Open Space Rufus Dottor anche lui ospite della puntata.

STAY WIRED www.radiokaositaly.com
STAY TUNED 88.100 FM a Roma e Provincia.
Per info openspace.contatti@gmail.com
Scriveteci anche sulla pagina www.facebook.com/radio.openspace