[Kaos Live Report] Notwist @Monk 06/04/2017

0

Un concerto attesissimo, una band che amiamo particolarmente, una serata live che si prospettava indimenticabile. E così è stato: ecco le foto di Marco Loretucci del magnifico concerto di ieri sera dei Notwist al Monk Club di Roma. Emozionatevi.

Setlist:

Signals

Come In

Kong

Boneless

Into Another Tune

Trashing Days

This Room

Puzzle

The Devil, You + Me

Run Run Run

One With the Freaks

Pilot

Encore:

Pick Up the Phone

Gravity

Consequence

Gone Gone Gone

Mercoledì 22 Giugno – ASTARBENE is BABABOOM FESTIVAL Launch Party W/ Pakkia Crew & Militant Dandy

0

Mercoledì 22 Giugno 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Bababoom Festival Launch Party W/ Pakkia Crew & Militant Dandy

Arriviamo ad un grande appuntamento per il collettivo di #Astarbene!

L’Aperireggae di mercoledì 22 Giugno is Launch Party del Bababoom Festival, che quest’anno si terrà dal 13 al 17 Luglio a Marina Palmense (Fermo), 4 stage e tanti ospiti tra cui Freddie McGregor, Richie Stephens, Mad Professor, I-Tal Skank, Jaka, Mr Joint e Inna Cantina, Baracca Sound, Macro Marco, Raina VillaAda e tanti, tantissimi altri.
#Astarbene vi regala un altro mercoledì carico di reggae music in compagnia di Pakkia Crew, uno dei sound più attivi nella capitale e il giovane Militant Dandy, dalle 18 al chiosco di San Paolo, dalle 19 in diretta su –> www.radiokaositaly.com !

NAH MISS IT !

Mercoledì 8 Giugno – ASTARBENE W/ RAINA from Villa Ada @ El Chiringuito Libre

0

Mercoledì 8 Giugno 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Raina from Villa Ada

Sempre in diretta dal chiosco più presa a bene della capitale, El Chiringuito Libre, torna il collettivo di #Astarbene con il Reggae Radio Show di Radio Kaos Italy !

Questa settimana un ospite davvero speciale per infuocare la yard di San Paolo, Raina from Villa Ada Crew, che ci presenterà durante la diretta il suo ultimo lavoro “Geneticamente Microfonato” e ci alliterà fino al sorgere del sole con la sua selezione e il suo showcase…pronti?!

#astarbene con zio #raina

Mercoledì 1 Giugno – ASTARBENE W/ Jimmy, Ientu & Viola outta Inna Cantina & Benfatto @ El Chiringuito Libre

0

Mercoledì 1 Giugno 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Jimmy, Ientu & Viola outta Inna Cantina & Benfatto

MASSICCI! Pronti al terzo mese di ASTARBENE AL CHIRINGUITO LIBRE ?!

Mercoledì partiamo con il nostro Giugno #bellocaldo e lo facciamo in grande con un altro gruppo di impennati che ci piacciono tanto:
Jimmy , Riccardo & Viola outta Inna Cantina Sound & Benfatto Live ShowCase!

Dalle 18.00 con lo spritz in mano e dalle 19.00 su –> www.radiokaositaly.com !

#astarbene #reggae #drago #show

[Kaos Press] – ASTARBENE meets PAOLO BALDINI & DUBFILES TEAM

0

Sabato 21 Maggio, Roma, CSA Intifada.
Sono passati circa sei mesi da quando La Tempesta Dub è passata per le stesse mura infuocando l’infuocabile e già si risente nell’aria la stessa elettricità.
Dopo giorni di nuvole e tempo incerto ecco che la capitale ci offre una serata calda e con tutte queste belle premesse sono arrivata presto sul posto insieme alla mia crew, adesivi in una tasca e flyer in un’altra, un bel computer sulle spalle e un’altra serie di cavi per portare in diretta questo eventone ai massicci poco fortunati che non sarebbero riusciti a venire a ballare sotto cassa.

E lì già li incontri, mischiati tra la massive, a chiacchierare con gli amici, a regalare sorrisi a chi li saluta, gli ospiti d’onore: Paolo Baldini e il team DubFiles .
Un’apertura affidata al LDM Sound System, così come l’impianto che ha sparato i potenti bassi nella sala e che festeggiava quella sera 17 anni, in compagnia della voce di Rankin’ Delgado.
La massive romana comincia a scaldarsi.
Un veloce cambio di atmosfera, quell’elettricità a cui accennavo prima entra in sala, dietro al mixer e microfono alla mano, e dopo un intro di qualche minuto che ti apparecchia alla magia, un “Ah” di Jules I e già mi rendo conto che sì, per la prossima ora e mezza ondeggerò con il sorriso stampato in faccia, “Dub Files experience” dicono.
Ci si scatena così, tune dopo tune, pull up dopo pull up, in un’esibizione che vede gli artisti stessi sorridersi tra di loro, presentarsi cantando e passare la palla anche ai canterini locali come Shak outta Muiravale Freetown.
Quando le vibrazioni e le connessioni si incontrano con degli artisti del livello di Paolo Baldini e del DubFiles Team (Jacob, L.O. & Jules I outta Mellow Mood) la serata non può che nascere e finire con la sensazione che non vorrai ascoltare altro fino al loro prossimo live.
Questo è stato lo scorso 21 Maggio al CSA Intifada, la riconferma che in Italia si sta facendo del bene reale per questa scena, cercando di portarla sempre più al livello successivo, essere internazionale e di qualità e questo è lo show di Paolo Baldini e del DubFiles Team, diverse realtà artistiche legate fra loro che si intersecano e si incastrano creando sempre uno spettacolo degno di nota e che davvero non delude mai, che sia alla Dub Academy del Rototom Sunsplash o all’Intifada di Roma, artisti genuini ed un maestro d’orchestra impeccabile.

PODCAST 21 MAGGIO @ CSA INTIFADA:

Ma ad Astarbene non è bastato questo sabato sera, e così dopo poche (molto poche) ore di sonno ci siamo buttati giù dal letto, abbiamo buttato giù dal letto Mista Baldini e Mellow Mood e ci siamo diretti negli studi di Radio Kaos Italy per un’intervista speciale e una bella chiacchierata sul neo album “DubFiles at Song Embassy, Papine, Kingstone 6”.
Di questo vi lasciamo il podcast, il video integrale e una serie di bellissime foto, perchè è stata una cosa meravigliosa per noi e non potevamo non potarcene ricordo con qualsiasi mezzo che la tecnologia ci offre.
Questa è la storia di uno studio in valigia, di un documentario unico nel suo genere, di un album registrato in “buona la prima” grazie a “un condensato di eroi conosciuti nell’isola”, di un viaggio nella mother land di questa musica che tanto amiamo e di un gruppo di persone che in punta di piedi ha tirato su un progetto di grande ispirazione per chi, come noi, cerca di raccontare la musica in levare nel modo più veritiero possibile.

Give thanks and enjoy it!

Speaker: Simone Cello
Photo: Amparo Devizi
Video Editing: Ariela Assin & Paolo Piddu
Recording: Max Di Santo
Writing: Nene Gilli

aka ASTARBENE CREW

VIDEO 22 MAGGIO @ RADIO KAOS ITALY:

PODCAST 22 MAGGIO @ RADIO KAOS ITALY:


Mercoledì 25 Maggio – ASTARBENE & PAKKIA CREW Presents: ATTILA @ El Chiringuito Libre

0

Mercoledì 25 Maggio 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Astarbene & Pakkia Crew presents Attila

Altro giro, altra corsa!
Il Collettivo di Astarbene continua imperterrito le sue somministrazioni di dosi massicce di good vibes a El Chiringuito Libre di San Paolo (Largo Beato Placido Riccardi) !
Questo Mercoledì ci spostiamo dalla scena romana e insieme alla Pakkia Crew e vi portiamo nel chiosco più presa a bene della capitale Attila The Barbarian, una delle voci più interessanti del panorama dancehall italiano!

Dalle 18.00 con lo spritz in mano bello carico a El Chiringuito Libre e dalle 19.00 in diretta su –> www.radiokaositaly.com , sempre FREE ENTRY e sempre FREE GOOD VIBES !

Mercoledì 18 Maggio – ASTARBENE w/ DUBASS SOUND SYSTEM & ALL TRIBES SOUND SYSTEM @ El Chiringuito Libre

0

Mercoledì 18 Maggio 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Dubass Sound System & All Tribes Sound System

#Astarbene Reggae Radio Show, Mercoledì 18 a El Chiringuito di San Paolo, sbarcherà per la prima volta con una serata tutta dedicata ai bassi con i suoi due ospiti: Dubass Sound System e All Tribes Sound !
Al collettivo di Radio Kaos piace assaporare ogni sfaccettatura di una cosa chiamata #ReggaeMusic e questa volta vuole regalarvi una #DubNight con i fiocchi !

Dalle 18 a Largo Beato Placido Riccardi, dalle 19 su –> www.radiokaositaly.com !

#astarbene #reggae #radio #show

[Waiting For] Distanze Relative @ TerraMatta

0

**DISTANZE RELATIVE**

Un’intera giornata all’insegna del Reggae e dell’Hip Hop, due generi musicali che nel corso del loro sviluppo hanno intrapreso vie parallele, incontrandosi e distanziandosi. Le radici che accomunano queste due culture avranno modo di azzerare le distanze e di ricongiungersi nello splendido, solare e suggestivo panorama della Campagna Romana.
Dalle prime luci del mattino fino a tarda notte si esibiranno tramite Dj Set, Live e Street Art alcuni tra i migliori artisti emergenti della scena di Roma e dei Castelli Romani.

PROGRAMMA EVENTO:

DJ SET:
– MISCELA RARA FAMILY a.k.a Sensi Tree Sound / Grow Roots Sound / Roaring Bass / Radical Underground & Dj Dibba (Reggae, Dub, Hip Hop and more… ALL DAY LONG!)

MAIN STAGE:

– HAWANA FAMILY
(https://www.facebook.com/hawanafamilyofficialpage/)

– DO YOUR THANG (https://www.facebook.com/doyourthangworld/)

STREET ART:
– Live Painting a cura di HAWANA CREW

DIRETTA LIVE STREAMING sul posto a cura di:
– #ASTARBENE & THE 5TH ELEMENT
[In diretta su //www.radiokaositaly.com/]

CONTRIBUTO ASSOCIATIVO €5

Per ricordarvi cosa succede quando Reggae e HipHop si incontrano nel giusto mood, vi riproponiamo il live set del Do Your Thang w/ #Astarbene–>

13103539_10207646889544639_6085369130465621003_n

Mercoledì 11 Maggio – ASTARBENE w/ PLAZA @ El Chiringuito Libre

0

Mercoledì 11 Maggio 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Plaza

Giunto al sesto appuntamento della stagione, l’aperireggae firmato #Astarbene torna a far ballare il chiosco di El Chiringuito Libre e dalle 19 i massicci in ascolto di www.radiokaositaly.com !

Ospite di questa settimana un giovane romano che ha già calcato importanti palchi diffondendo le suone buone vibrazioni in ritmo in levare: Andrea Piazza aka Plaza !

11218547_393363997535311_5609938860184462022_o

11698855_393364250868619_8258888251974969516_o

Classe 1980, comincia a studiare chitarra classica a Roma e a 14 anni, nel 1999, fonda la sua prima band ska-core con dei ragazzi del liceo The Monkey Ska.
Negli anni partecipa a vari progetti di gruppi musicali della provincia di Terni (Sullivan Family, Youth Oy’s), comincia a collezionare vinili di black music e si afferma come Dj in molte serate di Jungle & Drum’n Bass della penisola. Nel 2004 si trasferisce a Bologna dove, dal punto di vista musicale, si apre alla sperimentazione tra elettronica e rap con il collettivo Moka Sample.
Nel 2010 fonda il MadeOn Sound System, con cui gira l’Italia e apre serate, negli anni, per: Assalti Frontali, Mellow Mood, Lion D, Kalafro Sound Power, Boo Boo Vibrations, Adriano Bono e Reggae Circus, Villa Ada Posse, Kubla & Groove Militia e tanti altri. Collabora con la rapper calabrese Loop Loona, nel brano Zoompa. Nel 2012 canta nella storica formazione umbra Reggae Ragga Roots Band, ex-Reggae Fistols. A settembre incide per la produzione di Valter Vincenti (La Cucina) e Dj Scara il brano “Soul Music”, brano che apre alla collaborazione, che continua tutt’oggi, con Valter Vincenti e con l’etichetta One More Dub.
Nel 2013 Plaza continua a suonare nel collettivo Free Yard Band, riddim Band umbra che racchiude alcune tra le più belle espressioni del reggae centro italico. Nel Giugno del 2014 il pluripremiato artista Mobo 2011 e produttore, ALBOROSIE, decide di produrre le canzoni di Plaza. Nel settembre 2014 Valter Vincenti e Plaza volano verso Kingston, Jamaica, e gli Shengen Studios, per incidere il suo album d’esordio e a fine febbraio 2015 esce il primo singolo “The Holy Land”.

[Waiting For] Max Romeo & Charmax Band @ Csa INTIFADA

0

Sabato 28 Maggio @ Csa Intifada, Via Casal Bruciato 1
MAX ROMEO & CHARMAX BAND in concerto featuring Xana Romeo & Rominal
ROCKERS ARENA VOL. 3

Torna a Roma direttamente dalla Jamaica il “gentleman rudebwoy” MAX ROMEO. Dagli esordi nei primi anni Settanta ad oggi la sua musica rappresenta una delle fondamenta su cui poggia la storia del Reggae ed i suoi live sono un’ immersione profonda nel “roots” della musica jamaicana. A completare la serata sul “Main Stage” le note dei Seal’d In Vain e Astarbene, mentre sul “Dancehall Stage” le liriche veraci romanesche di Papa Cloaca che insieme al Baracca Sound System presenta il suo ultimo lavoro “Under mi Sound” e le selezioni di Pakkia Crew The Green Family.

Tutto l’evento sarà trasmesso in diretta da #Astarbene sulle frequenze digitali di www.radiokaositaly.com !
EVENTO FACEBOOK –> https://www.facebook.com/events/1094915187237591/?active_tab=highlights

13071763_1231166873561671_5031716948427620023_o

Max Romeo – HISTORY PILLS:(a cura di Piertosi – www.vibesonline.net)
Max nasce Maxie Livingston Smith il 22 novembre 1944 e dopo un’infanzia assai problematica a 17 anni registra il suo primo singolo ‘I’ll buy you a rainbow to put on your finger’ che arriva al secondo posto delle charts.
In quel periodo forma un gruppo vocale chiamato The Emotions, e dopo alcuni problemi con i suoi compagni di band si ritrova a lavorare per Bunny Lee, praticamente appena affermato nel music business grazie al successo di ‘My conversation’ di Slim Smith & Uniques.

Un simpatico aneddoto gli frutta il suo nome d’arte: Max stava parlando con una ragazza di mattina presto nella strada dove viveva e stava appoggiato ad una staccionata. Un suo conoscente lo vide passando per strada in bicicletta e quando ritorno’ indietro varie ore dopo Max era ancora la nella stessa posizione in compagnia della ragazza: ‘Stessa posizione per tutto quel tempo a corteggiare una ragazza, mi sembri Romeo!’ A Bunny Lee arrivo’ notizia del soprannome e lo battezzo’ artisticamente Max Romeo, appena prima di fargli registrare il famoso singolo ‘Wet dreams’.
Anche dietro questo disco c’e’ una storia interessante: nonostante Max avesse abbracciato da tempo il Rastafarianesimo, Bunny Lee lo costrinse a cantare questo brano dalle liriche sessualmente espLicite. Il risultato fu un enorme successo in UK a dispetto del fatto che il brano fosse bandito dalle programmazioni radio. Il grande successo frutto’ a Max una grande notorieta’ in UK ed il suo primo album, A dream’, nel 1970.

Nel periodo seguente Max Romeo lega il suo nome al terzetto Bunny Lee, Niney e Lee Perry ed alle loro reciproche collaborazioni: per Bunny Lee lavora in studio come backing vocalist, con Niney realizza una serie di capolavori come ‘Rasta bandwagon’, ‘Three blind mice’, ‘Aily and allaloo’, ‘Sixpence’ e ‘Babylon’s burning’, mentre con Lee Perry si pongono le basi per la realizzazione di importanti progetti futuri. Bunny Lee produce il suo secondo album ‘Let the power fall’ e la musica di Max Romeo fornisce un importante supporto alla campagna elettorale del PNP di Michael Manley che viene eletto grazie al suo impegno per migliorare le condizioni della gente del ghetto.

Max continua a connotarsi come un cantante impegnato con ‘Ginalship’, una denuncia alla corruzione della classe politica, ‘No Joshua no’, un ennesimo invito a Michael Manley a perseverare nella sua politica e con ‘Maccabee’s version’, un discusso brano contro la versione ‘ufficiale’ della Bibbia. nel 1975 esce ‘Revelation time’, un bellissimo album autoprodotto e registrato ai Black Ark Studios di Lee Perry (di recente Blood & Fire lo ha riproposto in versione restaurata): in questo periodo Max impiega una cospicua parte del suo tempo come braccio destro di Lee Perry e questa collaborazione frutta nel 1976 il suo album-capolavoro ‘War in a Babylon’. L’album contiene probabilmente i suoi brani migliori, dalla title track a ‘One step forward’, ‘Norman’ e la bellissima ‘Chase the devil’.

L’album viene pubblicato in tutto il mondo con successo dalla Island di Chris Blackwell e diventa un classico della storia del reggae, ma questa opportunita’ non cambia la vita di Max: due anni dopo la Island fa uscire sulla sua sussidiaria Mango l’ottimo ‘Reconstruction’ ma questo album non ripete il successo di ‘War in a Babylon’, per cui tra l’altro Max e’ stato pagato da Lee Perry pochi jamaican dollars. La partnership con il geniale produttore si rompe e Max Romeo si allontana un po’dalla Jamaica e dopo alterne vicende esce nel 1979 ‘I love my music’, registrato negli studi Bullwackie a New York City.

A questo punto dei cambiamenti coinvolgono il reggae con la morte di Bob Marley e l’affacciarsi di una nuova generazione di artisti: Max Romeo registra ancora un eccellente album ‘Holding my love to you’ avvalendosi della amichevole collaborazione di Keith Richards dei Rolling Stones, e continua ad esibirsi ed a registrare dischi anche se il suo nome e’ legato al reggae del glorioso decennio 1969-1979.
Tra i suoi recenti lavori abbiamo due album con Jah Shaka, ‘Tafari captain of my ship’ e ‘Our rights’, un mediocre album con Tappa Zukie dell’inizio degli anni ’90, ‘The cross and the gun’ e un bel disco registrato con Mafia & Fluxi in Inghilterra, ‘Selassie I forever’.
Il caso ha portato poi Max Romeo a registrare nel 1998 per la Satta Records uno dei suoi albums piu’ belli ed intensi di sempre proprio in Italia: ‘In this time’, l’album acustico in cui i suoni ‘antichi’ dell’ensemble romano Tribu’ Acustica fanno da contraltare alla sua ancor splendida voce ad eseguire nuovi brani e versioni acustiche dei suoi vecchi classici.

Mercoledì 4 Maggio – ASTARBENE w/ YagaYaga Sound & Weedaklan

0

Mercoledì 4 Maggio 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: Yaga Yaga Sound & Weedaklan

MERCOLEDì 4 MAGGIO LIVE DA El Chiringuito Libre (Largo Beato Placido Riccardi)!

#Astarbene Reggae Radio Show vi porta la reggae music per le strade di San Paolo, con tanto di spritz a due euro, ospiti che ve la fanno prende a bene e live painting dei fratelli che ci seguono da sempre.
Alle selezioni stavolta abbiamo chiamato due sound che a noi ci piacciono tanto, che hanno già sparso le loro buone vibes nella nostra vetrina e che non potevamo non richiamare nel chiosco più bello di Roma aka YAGA YAGA Sound & WeedAklaN sound !

Live painting a cura di Roots

Dalle 18 sul posto, dalle 19 in diretta su –> www.radiokaositaly.com !

#astarbene #reggae #radio #show #natiimpennati

Mercoledì 27 Aprile – THE 5TH ELEMENT ospita “Willie Peyote”

0

Mercoledì 20 Aprile 2016 alle 21:00
Dr. Greenspoon, Rubber Soul, William Pascal & Sir Scucchia
di The 5th Element (TFE)
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite: “Willie Peyote”

The 5th Element questa settimana si prepara al grande evento che porterà in diretta dal Quirinetta Giovedi 28 Aprile insieme a tutto il Do Your Thang: Willie Peyote & Frank Sativa con “Educazione Sabauda in gita”.
Mercoledì 27 su www.radiokaositaly.com i nostri quattro jedi dell’hip hop capitolino si faranno una chiacchierata preparatoria con Willie Peyote, che ci presenterà il suo nuovo album, già lanciatissimo al successo!

#the5thelement

[Waiting For] Willie Peyote “Educazione Sabauda” @ TEATRO QUIRINETTA

0

Giovedì 28 Aprile la Do Your Thang Records ospiterà l’unica tappa romana del tour italiano di Willie Peyote “Educazione Sabauda in gita”, con cui corona, assieme al fidato dj e beatmaker Frank Sativa, il successo che il suo ultimo cd sta avendo grazie all’audace miscela di Hip Hop, chitarre acustiche e influssi Jazz.
Il rapper torinese ha ricevuto ampio riscontro anche dalla critica, tanto da meritarsi l’attenzione di riviste a importante tiratura come Rolling Stone e Repubblica.
Si esibiranno assieme al rapper di Torino i romani Penny Wise e S.W.E.D. assieme al beatmaker Rubber Soul, che performeranno per la prima volta dal vivo “Down The Rabbit Hole”, un concept album dal suono pregno di Jazz e Soul. Il progetto, lanciato dal video del brano omonimo, è riuscito in una vittoriosa campagna di crowdfunding organizzata su MusicRaiser, resa forte dalle curatissime grafiche cartoon anni 50 ad opera di Francesco “Frita” Rita.
La forte ricerca di nuove sonorità, punto in comune tra Willie Peyote e gli artisti romani, ha vita al singolo “Gotham City”, presente in “Down The Rabbit Hole”, che verrà eseguito per la prima volta dal vivo per l’occasione.
Parteciperanno all’evento anche i Pugni in Tasca, gruppo Hip Hop romano che arrangerà con una band strumentale dal vivo in anteprima “Jean-Claude Izzo”, loro ultimo lavoro che prende il nome dal noto giornalista e che, come lui, vuole indagare storie di vita ai margini non sempre visibili ai più. L’inizio serata sarà affidato al DYT 4et: Dj Dibba, Dj Alan Beez, Rubber Soul e Doctor Greenspoon, la neo formazione che unisce i singoli talenti di turntablism, selecta e beatmaking in una miscela puramente live. Il suono troverà un degno alleato nella pioggia di arti visive che coloreranno il Quirinetta: dal live painting di Frita (che ha già curato le grafiche del progetto Down The Rabbit Hole), passando per le visual art di Tadhboy (gli occhi dietro la visione e la realizzazione del video “Neva HRD”) il tutto sorretto sulle fondamenta piantate da SoulWood, curatore dell’allestimento, cornice e struttura di tutto il quadro visivo.
La conclusione della serata viaggerà nei suoni di Dr. Twisted, eclettico dj dal sapore electroswing.

Tutto lo show sarà trasmesso in live streaming su www.radiokaositaly.com da The 5th Element

Costo Ingresso: 7 euro

Media partner:
Quirinetta
#Astarbene
Respect Project Street Wear

Mercoledì 27 Aprile – ASTARBENE w/ Red Gold Green Movement

0

Mercoledì 27 Aprile 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite:Red Gold Green Movement w/ Virtus, Janahdan, Wufer & Miss B-Ranks

Mercoledì 27 torna il Collettivo di #Astarbene con l’impennatissimo ‪#‎aperireggae‬ a El Chiringuito Libre !
A farvi ballare questa settimana ci pensa la Redgoldgreen Movement con VirtuS, Janahdan, WsW WUFER & Miss B-Ranks. In più ospite della puntata sarà Rastablanco from Radici Nel Cemento, che ci presenterà il suo nuovo album “Nessun Rispetto”.

Dalle 18 a 00 live dal chiosco più bello di Roma, dalle 19 on air su –> www.radiokaositaly.com !

‪#‎astarbene‬ ‪#‎reggae‬ ‪#‎radio‬ ‪#‎show‬ ‪#‎elchiringuito‬ ‪#‎spritza2euri‬ ‪#‎viecce‬ e ‪#‎supporta‬

Mercoledì 20 Aprile – ASTARBENE w/ SensiTree & Mastafire Crew

0

Mercoledì 20 Aprile 2016 alle 19:00
Jentu e Sealow
di Astarbene
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospite:SensiTree & Mastafire Crew

Terzo appuntamento il quel di El Chiringuito Libre per il collettivo di #Astarbene!

Oggi appuntamento “Reggae from Castelli” in compagnia delle sapienti selezioni di Riccardino from SensiTree e Dash from Mastafire Crew, che infuocheranno il chiosco di San Paolo a suon di Reggae Music, dal roots al raggamuffin, dal dub alla dancehall in vynil style!
Due realtà e due sound da sempre attivi nella scena grazie alla proposta di numerose serate, abbiamo avuto il piacere di ospitarli entrambi nella nostra vetrina di Radio Kaos Italy e ora non vediamo l’ora di portarveli live!

E non è finita: tante news, gli eventi della capitle e le chicche musicali dei nostri speaker Sealow e Ientu vi aspettano dalle 19 alle 21 su www.radiokaositaly.com e dalle 18 fino a 00 pieni di spritz a Largo Beato Placido Riccardi!

#staytuned #staybene

Mercoledì 20 Aprile – EL MONO ospita “COLETIVO DO BIGODE”

0

Mercoledì 20 Aprile 2016 alle 18:00
Amparo di El Mono
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Ospiti: Coletivo Do Bigode

Questo mercoledì El Mono vi porta alla scoperta delle sonorità brasiliane, con un ospite dal vivo in sessione acustica: il “Coletivo do Bigode”, il progetto nato a Roma nel 2013 che dà vita ad un repertorio di composizioni originali che raccontano del vissuto quotidiano e metropolitano, esprimendo un omaggio italiano alla cultura brasiliana e alla samba carioca.
Dalle 18:00 in diretta su radiokaositaly.com, seguiteci alla scoperta della musica brasiliana: dai tradizionali “samba de raiz” e “pagode de mesa” nati nelle periferie di Rio de Janeiro, al “funk” verde-oro; dall’universale e colta “bossa nova”, alle sonorità carnevalesche del “samba enredo” e delle “marchinhas” che con i ritmi travolgenti riescono a trasmettere tutta l’energia e l’allegria di un popolo in festa.

#staytuned #staymono #staylatin

[Kaos Live Report] O.B.F Sound System & Sir Wilson @ Defrag – 04/03/2016

0

Il 4 Marzo #Astarbene è andato al Defrag di Roma per il DUBOLOGY ACADEMY #14 // UNITED NATION OF DUB WEKENDER LAUNCH PARTY !

Noi abbiamo fatto una chiacchierata molto chillin’ con Rico outta O.B.F. Sound System (Francia) e Sir Wilson (Spagna), gli special guest della serata.
Abbiamo parlato di musica, di reggae culture, di influenze musicali, sound system culture, del lavoro di un artista dietro e sopra il palco, del doversi rimboccare le maniche per poter arrivare a dare alla scena il proprio contributo, perchè se le cose non ci piacciono bisogna spingere e prendere ogni insegnamento che la vita ti dà, con umiltà.

“It’s all about vibes and connection”

Ringraziamo All Tribes Sound e Dubass Sound System per averci ospitato ed averci dato la possibilità di conoscere questi due grandi artisti che, con il sorriso di chi crede nella forza delle buone vibrazioni, ci hanno raccontato la loro musica.

Speaker: Sealow
Video Editing : Ariela Assin & Federico Babusci
Photo: Amparo Devizi
from #Astarbene Crew

CANALE PODCAST: //www.radiokaositaly.com/artist/…
FOOLLOW US
https://www.facebook.com/astarbene/
//www.radiokaositaly.com/

[Kaos Live Report] Public Service Broadcasting live @ QUIRINETTA – 12/03/2016

0

I Public Service Broadcasting, duo di giovani londinesi con un look da “dandy” consumati, dichiarano di avere una missione: «insegnare le lezioni del passato attraverso la musica del futuro».
Il loro spettacolo audio-video nasce dall’utilizzo di “sample” tratti da vecchi spot e cortometraggi informativi commissionati dai governi USA e UK a partire dagli anni Quaranta e per tutto il periodo della guerra fredda, a cui si aggiunge tutta la strumentazione live composta da un set di basso, chitarra e batteria, più effetti elettronici e pad.
Recentemente hanno presentato il loro nuovo album “The Race For Space” (uscito lo scorso 2 febbraio per Test Card Recordings), con due show speciali presso il “National Space Centre” del Regno Unito seguiti da un lungo tour europeo, comprese le cinque date italiane.
Il Teatro Quirinetta è sold out. Tanta affluenza, forse dovuta anche al party after-show , con un pubblico un po’ chiacchierone ma tutto sommato attento.
Si parte un po’ in ritardo, alle 23:20 circa, il tempo di ordinare una birra e la band è sul palco iniziando a travolgere gli spettatori in un lungo viaggio spazio/tempo dove passato e modernità convivono in maniera paradossalmente “pacifica” e onirica.

20160312_concerto_publicservicebroadcasting

La tecnica dei musicisti non è strabiliante, le idee sono però freschissime, i sample audio (raramente comprensibili per il pubblico italiano) rendono le composizioni non banali e il tiro post-wave, con sfumature di elettronica e krautrock, della band è sicuramente coinvolgente. J. Willgoose Esq ( chitarra, banjo ed effetti), il bassista JF Abraham e ed il batterista Wrigglesworth suonano con piacere e si lasciano seguire nota dopo nota sullo sfondo dei bellissimi filmati d’epoca selezionati.
Salutano il pubblico più volte in modo divertito, utilizzando sempre un effetto per rendere le voci simili a quelle robotiche e quasi radiofoniche degli speaker dei filmati, ricordando anche le trasmissioni di messaggi fra astronauti e le basi NASA.
In effetti, il tema principale dello show, come accennato, è la conquista dello spazio e in particolar modo della luna, tema centrale durante tutta la guerra fredda (ripreso, con sonorità diverse, anche dai “nostri” YOUAREHERE nel loro ultimo album).
Il concerto giunge in modo fruibile alla conclusione e c’è spazio per un ricco bis e poco prima per l’acclamatissima “Go!”, penultimo singolo dei PSB uscito nemmeno un mese fa (23 febbraio).
La gente si diverte, c’è perfino chi balla e si lascia trasportare compiaciuto dal flusso di musica e parole.
Non male per questi giovani “dandy” post-moderni, che porteranno con loro a Londra sicuramente un bel ricordo del tour italiano e dalla data romana al Teatro Quirinetta.

Ant De Oto – Tips!

Link:
https://www.facebook.com/tipsradio
https://www.facebook.com/radiokaositaly
https://www.facebook.com/teatroquirinetta

[Kaos Live Report] Johnny DalBasso + The Bone Machine live @ Le Mura – 25/02/2016

0

Il giovedì sera, quando piove e la settimana ha bisogno di un’altra giornata di sforzo per finire, prendi l’autobus e vai a Le Mura, dove ad aspettarti c’è quel rumore cattivo che punzecchiandoti i nervi te li distende.
Sul palco sale un ragazzo in bretelle che imbraccia la chitarra. Piede destro sulla cassa e sinistro sul rullante della sua batteria artigianale, Johnny DalBasso è pronto per un live importante, quello che presentare il suo album appena uscito, “IX”. Lo conosciamo bene noi di Radio Kaos Italy e anche questa volta ci ha fatto scatenare coi nuovi brani che già sappiamo a memoria. Poi, un conto è averlo ospite durante le trasmissioni, un altro è essere noi ospiti del suo habitat naturale dove il volume può alzarsi e gli strumenti possono essere picchiati in malo modo. Johnny è una vera furia ma sa come trattare il suo rock’n’roll che è energia ma anche delicatezza trasudata dal blues sempre presente e dalla sua voce sì graffiante, ma piena di passione.
Johnny DalBasso è una macchina da guerra e a noi piace tantissimo.

E se la serata è iniziata bene, non può che continuare al meglio con The Bone Machine, una band che non ha bisogno di presentazioni nella scena musicale romana nella quale si inserisce grazie ai suoi segni di riconoscimento: rockabilly, garage, blues impastati per dare vita ad un rock’n’roll divertente e insieme curato dal punto di vista tecnico. Neanche con i tre omaccioni in maschere da wrestler messicani si riesce a stare fermi e, se a parole ci portano “giù nell’inferno”, con i fatti ci dimostrano che siamo ancora sulla terra e che qui si fa della musica live eccezionale, anche nei giovedì di pioggia.

[Kaos Live Report] Tortoise live @ MONK CLUB – 20/02/2016

0

Le aspettative sono alte per chi non ha mai assistito a un loro live ma, probabilmente, anche per chi ne ha già avuto l’occasione. Il live dei Tortoise è sold out, tant’è che parte del pubblico romano è costretto a fare dietrofront all’ingresso del Monk Club.
Il fermento e l’attesa sono attenuate dall’opening di Sam Prekop, collega d’etichetta della band (prodotto anche lui dalla Thrill Jockey), e il suo synth modulare che ha riscaldato a dovere il pubblico con un’elettronica minimalista, lanciando la folla nel giusto mood della serata.
Il passaggio di testimone avviene intorno alle 22.30, l’aria si fa quasi irrespirabile e il palco diventa invisibile per via della quantità di persone presenti. On stage ci sono due batterie speculari per John Herndon e John McEntire, un vibrafono, vari sintetizzatori, il basso di Doug McCombs e la chitarra di Jeff Parker.
I Tortoise usano poche parole se non per saluti e ringraziamenti, ma compensano il loro silenzio con la musica di cui sono autori. “The Catastrophist”, ultimo album pubblicato a sette anni di distanza dal precedente, sancisce ancora di più il legame che li ha sempre uniti alla città di Chicago, dove la band è nata alla fine degli anni ’80, che oggi è considerata il centro nevralgico della sperimentazione musicale americana.
L’intero live è una successione di suoni e ritmi coinvolgenti, soprattutto nella parte finale in cui il groove la fa da padrone non lasciando alcuna possibilità di rimanere immobili. Si passa da temi semplici a variazioni jazz e latine.
È proprio la sperimentazione musicale che viene messa in scena sul palco del Monk, in un susseguirsi di brani recenti e pezzi del passato in cui è piacevole perdersi.

[Kaos Live Report] Youth Lagoon live @ MONK CLUB – 18/02/2016

0

Lo scorso 18 febbraio Alta fedeltà era presente al Monk Club per uno degli ultimi live in assoluto di Youth Lagoon: circa due settimane fa, infatti, Trevor Powers ha annunciato la volontà di mettere la parola “fine” al progetto, affermando tramite Twitter di avere ancora molte cose da dire ma non più attraverso Youth Lagoon e che questa conclusione sarà solo l’inizio di qualcos’altro.
Dopo l’opening dei Mild High Club, band pop-folk californiana, alle 23.00 Trevor Powers sale sul palco, rivolgendo un fugace “come state?” alle centinaia di persone presenti che vengono immediatamente catapultate nel suo privato universo sonoro con “No One Call Me “e “Highway Patrol Stun Gun”, entrambe estratte dal suo ultimo album “Savage Hills Ballroom”. Subito dopo i synth intonano il motivo iniziale di “Cannons” che riporta invece alle origini del progetto Youth Lagoon: “The Year Of Hybernations” (2011) è infatti l’album con il quale l’artista ha esordito a soli 22 anni.
A questo punto Trevor sembra uscire dal suo stato ipnotico e si rivolge ancora al pubblico chiedendo “Vi state divertendo?”. Alla risposta esaltata dei presenti, risponde con un lapidario ed ironico “beh io no!” che serve da introduzione alla successiva canzone “Rotten Human” presentata come “una canzone sulle persone di merda”.
Da questo momento in poi l’artista ventisettenne pare immergersi totalmente nella sua musica, abbandonando ogni tipo di inibizione e iniziando a muoversi sul palco come un eccentrico direttore d’orchestra: rivolgendosi agli altri componenti, li invita a suonare sempre con maggior enfasi i pezzi successivi “Sleeps Paralysis” estratto dal suo secondo album “Wondrous Bughouse” (2013) e “Again”, una canzone sulla quotidianità oramai governata da social network ed Internet, per poi tornare con la traccia solo strumentale “Doll’s Estate”, in un’ atmosfera più intima e ovattata. A questo punto Powers chiede ai tecnici di spegnere le luci color pesca sul palco “mi sembra di stare su una spiaggia… Ma purtroppo non è così”. Si passa poi dai delicati suoni di “July” alla solitudine di “Officer Telephone” per arrivare all’accusatoria “The Knower” sulla quale Trevor riprende a danzare come un pazzo. Dopo aver presentato i componenti della band, chiude con “Kerry” e infine con la commovente “Dropla”. Richiamato sul palco per il bis ha deliziato i presenti con una versione ridotta di “Mute” e dopo aver ringraziato il pubblico ed essere rimasto solo sul palco con le sue tastiere, ha salutato con “17”.
Questo è stato dunque l’ultimo live romano di Youth Lagoon, che ci ha regalato qualcosina di più di un concerto, concedendoci il privilegio di entrare nel suo mondo, un mondo dove la musica non è solo show ma anche terapia contro le paure, le ansie, i dolori è il luogo dove materializzare i propri umori e le proprie eccentricità.
Il viaggio di Youth Lagoon si concluderà “definitivamente” il prossimo 11 giugno a Londra, rimangono quindi poche occasioni per ascoltarlo live, ancora non si hanno notizie su quando Trevor Power tornerà con un nuovo progetto, noi restiamo in attesa, curiosi di conoscere quale sarà la sua nuova identità.