Domenica 20 Marzo – LIBRARY KAOS presenta “Caro Poeta, Caro Amico” ” [Sound System Records] e “Mirroirs – Specchi” [Gruppo Albatros Il Filo]

0

Domenica 20 Marzo 2016 alle 18:00
Marcello Albanesi/ di Library Kaos
@Radio Kaos Italy [via Eugenio Torelli viollier, 17 Roma]
Libri: “Caro Poeta, Caro Amico”, “Mirroirs -Specchi”

“Caro Poeta, Caro Amico” a cura di Ignazio Gori e Claudio Marrucci e la collaborazione di Antonio Veneziani. Il progetto nasce da un’idea di Andrea Dal Monte, anche compositore e voce delle dodici tracce su CD allegato. Il giovane cantautore di Latina si è avvalso della collaborazione di John Jackson (noto collaboratore di Bob Dylan). Questo Disco-Libro è prodotto ed è edito dall’etichetta tedesca Sound System Records, in libreria dall’ottobre scorso. Una serie di poesie dedicate a Pier Paolo Pasolini firmate da intellettuali e artisti. Un modo di commemorare i quarant’anni della sua morte. Interviste ad alcuni personaggi che hanno vissuto esperienze di vita o di lavoro con il Friulano.
In Studio Antonio Veneziani, Claudio Marrucci e Andrea Del Monte che eseguirà dei brani tratti dal CD.

“Mirroirs – Specchi”: “Sono specchi, o meglio frammenti di specchi, queste composizioni, lucidi tanto da vedercisi dentro. In questa sua raccolta, densa e intensa, fragile e cogente, certamente ricca, unica e molteplice, Alfonso Canale ci dà un accesso privilegiato al mondo per come si specchia -ancora una volta- nella sua anima. Che tutto coglie, che tutto osserva, che si cerca, si interroga, mai doma. Fulcro della raccolta è il viaggio, connotato di sfumature psichiche e oniriche, che l’autore compie in queste pagine, in cui Alfonso Canale si propone nella sua duplice essenzialità di Io narrante e Io narrato.” (dalla prefazione)
Alfonso Canale, giovane poeta, usa il verso poetico per scandagliare la propria anima, le proprie emozioni e il suo stare al mondo. Le parole sono scandite da un ritmo moderno ma con un chiaro richiamo al classicismo, di cui -si sente e si avverte in modo chiaro- l’Autore si è nutrito. Le poesie scorrono veloci come questi tempi di oggi e lasciano il segno.