DUB FX LIVE@ROMA INCONTRA IL MONDO, VILLA ADA, 02 LUGLIO 2014

0

02 Luglio 2014: parte la nuova edizione di Villa Ada, Roma incontra il Mondo. Un appuntamento ormai fisso per tutti gli appassionati di musica live capitolini e non. Anche quest’anno la line-up del festival di conferma ad alti livelli, presentando una formazione italiana e internazionale d’artisti indipendenti e famosi per la loro originalità e ricercatezza: Timber Timbre, la coppia Teardo & Bargeld, Booker T Jones, Nouvelle Vague, I Cani, Calibro 35, Tre Allegri Ragazzi Morti, Buzzcock, Capovilla, Levante solo per fare qualche nome. E tra questi chi ha avuto l’onore di aprire le danze della suddetta data? Niente meno che Dub FX!

All’anagrafe Benjamin Stanford, l’artista australiano di origini italiane è salito alla ribalta grazie ad un perfetto quanto originale cocktail di hip-hop, raggae e drum’n’bass, per non citare i meravigliosi assoli jazz che molto spesso impreziosiscono i suoi brani. Che alla base del suo carisma e appeal ci sia anche il suo passato da artista di strada? Possibile, ma è un dato di fatto che Dub FX sappia il fatto suo in quanto a smuovere le folle.
Intanto la notte è scesa sulla magnifica ambientazione dell’immensa villa romana e una nutrita fila di persone continua anche a pochi minuti dall’inizio a incanalarsi nella fila per comprare i biglietti. Supereranno abbondantemente il migliaio. Dub FX ha il suo pubblico ormai fidato e sempre in continua espansione e questo live lo dimostra a pieno. La serata è fresca e nessuno può avere pretesti per non ballare e scatenarsi insieme al carico ed energico frontman. Un telecamerina è montata sopra il suo pad e ci mostra le mosse sul pannello alle spalle, intervallate da immagini più psichedeliche e scatti di strada. Anche il resto della band è ispirato e ogni performance ne risente in positivo. La pronuncia in italiano quasi perfetto introduce i brani, molti dei quali tratti dall’ultimo disco Theory Of Harmony. Il pubblico è ormai nel mood e alla fine si abbassa letteralmente su invito del cantante prima di spiccare un grande balzo per i beat finali. Non mancano i classici come “Love Someone” e allegre rivisitazioni di classici come “Banana Boat”. E per non far mancare nulla ai suoi fan, Benjamin alla fine si concede anche per foto e abbracci nello spazio del merchandising. Insomma, un grande personaggio, ma soprattutto un grandissimo artista. Quello giusto per inaugurare come si deve la lunga estate musicale di Villa Ada.

Articolo di Redazione