[Kaos Live Report] Gemma Ray @Le Mura – 12/02/2017

0
L’affascinante voce britannica di Gemma Ray, dopo aver attraversato l’Italia, ha chiuso la tournée italiana a Roma, a Le Mura. È stato un concerto bellissimo, ed ecco i nostri scatti.

L’atmosfera è quella che abbineresti alla sua musica, così oscura e affascinante, fatta di giochi di luce in cui un sinuoso buio tende a dominare. Gemma Ray è tra le mie cantautrici preferite, senza dubbio: merito di quel songwriting così profondo, intenso e trascinante che continua a generare dischi di rara bellezza, come l’ultimo The Exodus Suite.

Dicevo dell’atmosfera: sì, quella de Le Mura è perfetta. Intima, accogliente e con poche luci puntate sui volti dei musicisti avvolti del nero della loro musica. Una serata inaugurata da un’altra voce femminile davvero notevole: Gris-de-Lin, abbracciata solamente della sua chitarra elettrica prepara come meglio non si può la scena a Gemma Ray.

Il tempo di qualche accordo affilato (letteralmente) e la sua voce così potente e ammaliante – accompagnata dalla stessa Gris-de-Lin alle testiere e alla batteria da Andrew Zammit – stende uno per uno tutti i presenti regalando una performance davvero indimenticabile organizzata dall’agenzia Tips! del nostro Antonio de Oto.

Ma in fondo, da un’artista della caratura di Gemma Ray, potevamo aspettarci di meno?

Nella speranza di rivederla il prima possibile dal vivo, non resta che rituffarci nel suo mondo musicale composto da brani così meravigliosamente noir e intrigante. Shake baby, shake.

Alessio Belli