Giorno della Memoria: la musica e l’assurdità della guerra

0

giorno_della_memoria

Oggi è il Giorno della Memoria e chissà quanti articoli leggerete sul tema. Scrivere banalità su un tema del genere non è così difficile, quindi noi vogliamo ricordare con un linguaggio mai banale che per noi è il più naturale: la musica.

Anche se non è direttamente sull’Olocausto, “With God on Our Side” di Bob Dylan allude a quei “sei milioni”.

And then the second World War, it came to an end / We forgave the Germans and now we are friends / Though they / murdered six million, in the ovens they fried / The Germans now, too, have God on their side

“Auschwitz” di Francesco Guccini non ha bisogno di presentazioni.

Io chiedo come può un uomo uccidere un suo fratello / eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento, in polvere qui nel vento…


“La casa delle bambole”, detta anche joy division, è il romanzo di un’ex-detenuto nel lager di Auschwitz che si firmava Ka-Tzetnik 135633. E “No Love Lost” lo cita:

Through the wire screen, the eyes of those standing outside looked in/ At her as into the cage of some rare creature in a zoo. (…) No life at all in the house of dolls./ No love lost, no love lost”.

Non c’è cosa più assurda della guerra. “Story of Isaac” è il brano di Leonard Cohen che lo afferma con forza.

And if you call me brother now / forgive me if I inquire, / Just according to whose plan?” / When it all comes down to dust / I will kill you if I must, / I will help you if I can.

Ed il menù della memoria è:
13:00 – KAOS LUNCH ———-> #musica #immortaliDelRock
15:00 – ALTA FEDELTA’ ———-> #LadySometimesRecord #top5 #ospiti
16:00 – 100° DI LIBERTA’ ———-> #creatività #trasmissione #radiofonica #scientifica
17:00 – FATTORE C ———-> #santilli #luigiScarano
18:00 – EL MONO ———-> #musica #latina
19:00 – ASTARBENE ———-> #virtus #rivelazione
21:00 – THE 5TH ELEMENT ———-> #hip #hop
23:00 – ATAUD ———-> #sonorità #scure #maledette