IndieLand intervista in ESCUSIVA FLAVIO SEVERINI.

0

GIOVEDI 18 GIUGNO 2015
Dalle 23 alle 24 a IndieLand RKI
IndieLand intervista in ESCUSIVA
FLAVIO SEVERINI
Direttore Artistico Luglio Suona Bene e Auditorium-Parco della Musica

Torna, come ogni estate, il consueto appuntamento con Luglio Suona Bene, la manifestazione estiva di concerti sotto le stelle, a cura di Flavio Severini e organizzata dalla Fondazione Musica per Roma, che presenta una selezione di grandi star internazionali e di nuove proposte originali.

In esclusiva per IndieLand e Radio Kaos Italy Flavio Severini sarà ospite giovedì 18 giugno, in onda tra le 23 e le 24 in streaming su www.radiokaositaly.com e sugli FM 88.100 di Elle Radio (Roma e Provincia) per presentare l’edizione 2015 della kermesse.

L’occasione sarà ghiotta anche per una chiacchierata sulla gestione di oltre tredici anni di Parco della Musica.

Severini verrà intervistato durante l’intera ora del programma da Simone Mercurio, conduttore di IndieLand, trasmissione realizzata in partnership con la storica rivista Il Mucchio Selvaggio. Ospite giornalistico della puntata Ernesto Assante, critico musicale e firma storica de La Repubblica. La Cavea, lo spiazzo architettonico dell’Auditorium disegnato da Renzo Piano, ospiterà anche quest’anno tanti artisti di livello  internazionale   che si avvicenderanno su uno dei più grandi palcoscenici a cielo aperto, ormai divenuto un sito centrale nella vita culturale dei romani e una delle mete turistiche più frequentate della capitale.

Concerti esclusivi anche quest’anno come l’unica data italiana il 25 giugno per i Pet Shop Boys e per Bjork il 29 luglio. Inoltre, tra gli altri, in un cartellone che si può consultare sul sito www.auditorium.com:

Dream Teather (1/07), Counting Crows (4/07), Toto (5/07), la black music d’avanguardia di D’Angelo and The Vanguard (6/07), Of Monster And Men (8/07), Paul Weller (9/07), Burt Bacharach (11/07), Spandau Ballet (14/07), Lauryn Hill (13/07), Francesco De Gregori (15/07), Alessandro Mannarino (17-18/07), Ben Harper (20/07), Mark Knopler (21/07), Fiorella Mannoia (23/07), Damien Rice (25/07), Paolo Conte (27/07).

41 serate in cartellone negli spazi della Cavea lo spazio estivo dell’auditorium, quest’anno ampliata a 3700 posti, che sarà aperto il 20 giugno con una delle tre date “musical teatrali” di Gigi Proietti matàdor dello spazio anche il 26, 28 e 30 giugno e ancora il 7 luglio.
Si varia tra generi e artisti popolari come i vincitori di Sanremo fino a Il Volo (22, 23, 24/06) o Francesco Renga (27/07) fino alla musica, al rock più indie come consueto nello stile di questa storica kermesse giunta alla sua tredicesima edizione e guidata sin dal suo esordio nel 2003 proprio da Flavio Severini. “E’ una scelta la nostra quella di mischiare i generi in cartellone. Cerchiamo di accontentare tutti – spiega Severini nella sua unica intervista rilasciata lo scorso anno in oltre dieci anni – sempre a Simone Mercurio – per la rivista online Flanerì (www.flaneri.com).

“Il Parco della Musica punta da sempre alla qualità in tutti i bacini culturali ma senza, appunto, pregiudizi. Negli anni abbiamo avuto di tutto o quasi: Negramaro, Claudio Baglioni e Ligabue, rockstar come Bob Dylan, Sting, Nick Cave fino all’indie rock definito più di nicchia (ma che in realtà ha un suo pubblico molto attento e numeroso) come quello di Anna Calvi, John Grant e Jonathan Wilson”.
Negli occhi del pubblico della Cavea sono impressi concerti magici vissuti all’Auditorium. Dal “beach boy” Brian Wilson nel 2005 a Damien Rice con il suo doppio live, prima sul palco e subito dopo fuori nei giardini antistanti, fino a The National lo scorso anno. “E poi l’ultimo live italiano di Lou Reed – ricorda ancora Severini – la notte magica con Leonard Cohen, Nick Cave, che a novembre 2013 già alla seconda canzone ha fatto alzare tutta la platea camminando letteralmente sulla teste delle persone. Ho ricevuto persino una email di protesta
per questo, ma è la liturgia del rock signori!” E l’Auditorium è la sua Basilica.