[Kaos Report + Interview] Organized Chaos, Lechuga & guests @Traffic Live 09/10/18

0

Martedì 9 Ottobre il Traffic Live Club ha ospitato due band internazionali di altissima caratura, Organized Chaos e Lechuga, spalleggiati dai romani Garden of Delights e Drakens Orden. La serata, pur segnata da un acquazzone, ha visto una discreta presenza di pubblico e le band si sono avvicendate sul palco con la voglia di regalare le loro migliori performance, cominciando dalla band melodic death metal Drakens Orden. Caricati dall’antico Ordine del Drago la band ci propone degli inediti di carattere e scalda per bene l’atmosfera distaccandosi dal filone Prog/Djent odierno e prendendo spunto da band come Amon Amarth e Insomnium, una band che ha le idee ben chiare e di cui certamente sentiremo parlare in futuro. Prima band headliner e si va con i cileni Lechuga capitanati da Benjamin Lechuga alla chitarra e sorretti da Felipe Cortès e  Marcos Sanchez proponendo brani inediti strumentali ricchi di tecnicismi e groove sudamericano in grandi quantità; la stessa band sorreggerà Vladimir Lalic e David Maxim Micic eseguendo i brani degli attesissimi Organized Chaos. La band ci propone brani dal nuovo album “Divulgence” uscito un anno fa e, soprattutto, un nuovo brano che nelle prossime settimane verrà rilasciato online, “Big Boy” anteprima italiana regalataci in vista di un nuovo EP. Di seguito l’intervista di Giuseppe Negri di Heavy Time vi porterà a conoscere meglio gli Organized Chaos, che speriamo di rivedere live molto presto! A chiuedere la serata i Garden of Delights con il loro Prog/Djent, i brani eseguiti sono Garden of Delights, Birth of chaos, Retaliation e la cover dei TesseracT “Phoenix”
i primi brani sono le prime due parti di una suite di 3 brani e parlano principalmente del rapporto tra la nascita dell’uomo e la musica prendendo come visione il dipinto di Bosch, mentreRetaliation” parla di un uomo che ha vissuto la sua vita dicendo bugie, finché la vita sotto forma di donna non gli fa pagare il conto trascinandolo in un profondo stato di solitudine e depressione.

Gallery completa a cura di Ilaria Toscano qui.