[Kaos Live Report] Metal For Kids @ Crossroads – 04/03/17

0

Torna al Crossroads di Roma, l’evento benefico organizzato dalla Fabertroy Entertainment: il Metal For Kids United, serata all’insegna del metal presso uno dei locali storici del circondario romano. Fabertroy Entertainment, in collaborazione con la Rock On Agency e Giancarlo Trotta Entertaiment, realizzano questo splendido festival che vede salire sul palco numerosi artisti di fama internazionale e non, uniti per portare l’evento alla sua perfetta riuscita; menzione speciale a Pierangelo Mezzabarba che come Efesto, dona il fuoco e le armi ai musicisti con i suoi fantastici amplificatori Mezzabarba Overdrive.

Headliner sarà Sir Russell Allen, devastante singer dei Symphony X, Trans Siberian Orchestra, Adrenaline Mob, Magni Animi Viri impegnato in prima persona proprio per il Metal For Autism, essendo sua figlia Ava autistica, causa che lo spinge a dare sempre il massimo sul palco, come successo al Crossroads.

Vari set si alternano per tutta la sera, cominciando dalla prog metal band Noumeno che apre le danze con “Technical Difficulties” dei Racer X per poi continuare con i loro brani. Un set energico e perfetto per scaldare gli animi dei fan.

Seconda band e via di heavy metal con i Timestorm, band del poliedrico Faber Troy che oltre ad impegnarsi con il Metal for Kids, imbraccia la sua Jackson e travolge i presenti con brani presi dal loro album Shades of Unconsciouness, poi seguiti da un nuovo inedito.

Terza band e i De La Muerte si scaldano (e ci scaldano) per bene facendoci ascoltare brani dal loro self titled album prima di presentarsi come band di supporto per Russel Allen che ci delizierà con alcune chicche.

Arrivano i momenti power della serata e si scambiano sul palco Morby con un set dei Domine, Secret Sphere con Aldo Lonobile e Roberto Messina (ex cantante della band) e Trick or Treat che ci fanno divertire e scapocciare come non mai. Menzione speciale per Leonardo Porcheddu ed Enrico Sandri che scendono raramente dal palco e rendono onore al termine “Resident Band”, stoici.

Prima del set di Allen, sale sul palco Brian O’Connor, ex cantante dei Vicious Rumors che spettina tutti con brani della sopracitata band, un frontman coinvolgente e impeccabile che fa capire ai tanti presenti come dovrebbe comportarsi un cantante sul palco, una furia della natura.

Sir Russel
sale sul palco e da lì in poi non ce n’è per nessuno, un frontman del genere non lo si trova spesso neanche tra i big, capace di cantare qualsiasi cosa partendo dai propri brani (Adrenaline Mob, Symphony X) per poi deliziarci (con vari guest agli strumenti come Andy Martongelli (Arthemis), Marko Pavic (Pavic), Alberto Rigoni (Badass, Vivaldi Metal Project), John Macaluso (Union Radio, ex Malmsteen, James La Brie) con alcune cover d’eccellenza, “Fool For Your Loovin” dei Whitesnake, “Holy Diver” e “We Rock” di DIO, pietre miliari della musica rock-metal.

Si parte con la Jam Session e sul palco si alternano i tantissimi musicisti presenti regalandoci brani dei Rhapsody, Megadeth, Pantera, Labyrinth, Judas Priest ecc per poi chiudere con “Highway Star” dei Deep Purple, cantata da Fabio Dessi (Arthemis), Morby (Domine), Erk Scutti (Klee Project) e Frank Marino (Union Radio) che vede la partecipazione di tutti i musicisti saliti sul palco.

Metal For Kids

La terza edizione del Metal for Kids United! volge al termine e la somma raccolta è di 2.420 euro devoluti alle famiglie con bambini affetti da autismo, il metal unisce a ha unito tutti per una causa giusta. Noi non vediamo l’ora di rivedere e riascoltare artisti di questo calibro sul suolo romano, detto questo… Alla prossima!