Kraftwerk @Rock in Roma 28/06/2019

0

Ostia Antica is so electro…

È questo l’unico commento da fare ad uno spettacolo magistrale come quello dei Kraftwerk. Tra immagini e suoni rivoluzionari, oggi come negli anni 70, questi quattro signori hanno animato e fatto sognare tutto il pubblico presente. E in mezzo c’è stato di tutto: politica, socialità, forza, sogno e tanto altro. C’è una cosa che non riesco ancora a chiarire e su cui mi sono interrogato ampiamente: ho assistito a un concerto? Le immagini, tutte rigorosamente in 3D, hanno senso senza musica? Quanto la musica è influenzata dalle immagini? La commistione è perfetta, lo spettatore assiste ad uno show a 360 gradi. La conclusione che ho trovato, però, mi soddisfa solo in parte, perché l’universo Kraftwerk è sicuramente più lungimirante, vasto e ricco di sfumature rispetto alla mia mente. Una cosa l’ho capita: vengono dal cielo e si muovono su quella navicella che ci hanno mostrato sul maxi schermo.


Mi azzardo ad aggiungere una cosa: questo evento è sicuramente il più vincente tra quelli proposti da Rock in Roma, soprattutto per chi ama, in particolar modo, la ricercatezza artistica. E la scelta dei Kraftwerk è visuale, visionaria, a tratti asfissiante, riflessiva e misurata. I suoni determinano i colori, i colori determinano lo stato d’animo. Suoni e colori insieme fanno uno show da 10 e lode. Grazie a Rock in Roma. E Music non stop.

Di Daniele Salvatori

Setlist:

Numbers / Computer World
It’s More Fun to Compute / Home Computer
Computer Love
The Man-Machine
Spacelab
The Model
Neon Lights
Autobahn
Geiger Counter / Radioactivity
Electric Café
Tour de France / Prologue / Étape 1 / Chrono / Étape 2
Trans-Europe Express / Metal on Metal / Abzug
The Robots
Pocket Calculator / Dentaku

Aéro Dynamik
Planet of Visions
Boing Boom Tschak / Techno Pop / Musique Non Stop