Traccia corrente

Titolo

Artista

Ora in onda

MK ULTRA

15:00 16:00

Ora in onda

MK ULTRA

15:00 16:00


Dominio pubblico, l’OLTREVERSO della scena Under 25

“Nessuno può appropriarsi in maniera esclusiva di ciò che è di Dominio Pubblico, piuttosto ciascuno può prendere quel bene e goderne”.

 

Dominio pubblico, il progetto di audience development e community engagement rivolto a ragazzi Under 25, torna al teatro India di Roma dal 27 giugno al 2 luglio con lo Youth Fest, il festival multidisciplinare che quest’anno promette di rompere qualsiasi confine, direzione Oltreverso.

Il progetto, che festeggia in questa edizione il suo decimo anno di attività, si rivolge ai giovanissimi pronti a mettersi in gioco come spettatori attivi, in un percorso volto alla conoscenza della scena artistica contemporanea e alla produzione, promozione e organizzazione di un festival multidisciplinare. Lo Youth Fest, infatti, responsabilizza i partecipanti coinvolti, includendoli nell’intero processo di preparazione del festival. Dopo una visione guidata di numerosi eventi legati al mondo dell’arte contemporanea, sia performativa sia figurativa, e occasioni di incontro con gli artisti disponibili, i ragazzi imparano a capirne le dinamiche interne. Non solo, nella sezione Blog del loro sito, è possibile leggere diverse recensioni e restituzioni scritte da quella che appare come una vera e propria redazione!

Grazie a una costante quanto funzionale strategia di networking, Dominio pubblico ha il merito di aver ritagliato uno spazio ormai di prestigio nel panorama artistico contemporaneo e metterlo al servizio delle nuove generazioni, spesso considerate disinteressate alle arti, o semplicemente poco avvezze a sporcarsi le mani. Il progetto, nato dall’incontro delle direzioni artistiche di Teatro Argot Studio e Teatro dell’Orologio, con la collaborazione di Luca Ricci, è un’occasione di formazione e crescita, sia individuale sia professionale per chi non ottiene altrove considerazione, marchiato com’è dal nero sigillo della “prima esperienza”. E attenzione, i termini “under 25”, “giovane”, o ancora “alla prima esperienza”, non sono sinonimi di “serie B” per gli organizzatori di Dominio pubblico, anzi! I giovani chiamati a redigere il bando di selezione per gli artisti partecipanti al Festival, e che di fatto hanno svolto oneri e onori di una vera e propria direzione artistica, hanno svolto un lavoro rigoroso, meritocratico e attento ai dettagli. Ma il frutto di tanta perizia a chi si rivolge?

A discapito di quanto si possa evincere dal suo nome, lo Youth Fest NON è un evento rivolto esclusivamente ai giovani! Uno degli obiettivi dei ragazzi partecipanti è coinvolgere anche le generazioni più âgée, per offrire loro un assaggio delle loro potenzialità, trovare conferme o forse, più semplicemente, creare una comunità teatrale più unita, consapevole e libera dai pregiudizi.

Ci riusciranno? Vedere per credere!

Nella puntata di SCARAMOUCHE! di lunedì 26 giugno, agli sgoccioli del debutto, ne ho parlato con due ospiti d’eccezione, Marco Corte e Saverio Barbiero (dal minuto 26:40).