Traccia corrente

Titolo

Artista

Ora in onda

Ora in onda


Nessun luogo è lontano

“Se desideri essere accanto a qualcuno che ami, non sei forse già lì?’’
Questo è il profondo interrogativo racchiuso in ‘’Nessun luogo è lontano’’ un racconto poetico pubblicato nel 1979 da Richard Bach, tanto breve quanto intenso.
Il libro si sviluppa intorno a un viaggio metaforico che il protagonista compie per andare a trovare una persona a lui cara, di nome Rae. Durante il percorso incontra un colibrì, un gufo, un’aquila, un falco e un gabbiano. A ognuno di loro ripete: ‘’ La piccola Rae sta crescendo, e io vado alla sua festa di compleanno con un regalo’’.
Gli uccelli si interrogano su questa frase svuotandola del suo significato originale. Elaborando nuovamente parola per parola, donano al protagonista una prospettiva completamente diversa. Il messaggio principale che trasmettono è che egli non ha bisogno di andare da Rae, perché in quanto persona che ama, se desidera esserle accanto significa che già si trova lì.
La riflessione più affascinante è incentrata sulla parola ‘’compleanno’’. Il protagonista spiega che ‘’compleanno’’ è il giorno in cui la vita di qualcuno ebbe inizio. L’aquila tuttavia fa notare che non esistono compleanni perché non siamo mai nati e mai moriremo, lasciando intendere che la nostra esistenza ha avuto inizio insieme a quella dell’universo.
Questo concetto richiama la legge di conservazione della massa, secondo cui la quantità totale di materia nell’universo rimane costante nel tempo ma varia forma e stato, in altre parole nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma. Questo libro ci ricorda che nessun vincolo materiale o temporale può separarci dalle persone a cui vogliamo bene e che il sentimento di amore che ci lega ai nostri cari è eterno, proprio come noi.