Traccia corrente

Titolo

Artista

Ora in onda

Ora in onda


Ebreo, uno spettacolo di David Parenzo

 

Lunedì 5 febbraio si è svolto al teatro Parioli lo spettacolo “Ebreo” di David Parenzo, giornalista e conduttore radiofonico.
Tra comicità, satira e tragedia Parenzo è riuscito a riassumere, senza sminuirla, la storia dell’ebraismo per arrivare al genocidio ebraico, avvenuto durante la seconda guerra mondiale, portando in video la testimonianza di una sopravvissuta ai Campi di Concentramento.
Seduti sulle rosse poltrone del Teatro Parioli sono le 21:15 e il sipario si apre, ancora nessuna luce accesa ma una voce dall’accento tedesco riempie la sala gremita; introduzione al viaggio che avremmo intrapreso da lì a un’ora e mezza dopo.
Dopo qualche minuto la luce e David Parenzo entra , il pubblico lo accoglie con un lungo applauso: lo spettacolo è iniziato.
L’opera è stata divisa in 7 capitoli (numero caro alla cabala ebraica), ed espletati partendo dall’epilogo per poi arrivare all’inizio, un viaggio a ritroso arricchito dalle voci fuori campo di
Enrico Mentana, Vittorio Sgarbi, Paolo Ruffini e Ale e Franz.
Con questo monologo Parenzo ha voluto provare a demolire dei luoghi comuni, strizzando l’occhio a Woody Allen, e navigare a vista tra i  pregiudizi che ci sono stati e ci sono tutt’ora.  Portandoci per mano a sentire il dolore degli uomini e delle donne del popolo Ebraico fino a toccare un genocidio che è bene ricordare.
Come è nostro dovere ricordare anche le bombe su Gaza e le stragi dell’Uomo. Guardarci allo specchio, noi uomini contro, a volte troppo ancorati al passato.
Articolo a cura di Carlotta Moretti