Traccia corrente

Titolo

Artista

Ora in onda

Ora in onda


La nuova Penelope in Bridgerton 3

Penelope Featherington è la vera punta di diamante dei primi quattro episodi di Bridgerton 3, rilasciati da Netflix il 16 maggio. Interpretata da un’eccellente Nicola Coughlan, Penelope è un personaggio complesso: dolce e tenace, ingenua e perspicace, fragile e coraggiosa, ed è bellissima proprio nelle sue mille sfumature.

All’inizio della serie, Penelope abbandona gli abiti gialli e infantili che l’avevano contraddistinta e abbraccia uno stile più femminile e maturo. Attraverso nuove acconciature e nuovi abiti capaci di valorizzarla, Penelope scopre la propria femminilità e il proprio corpo, capace sia di provare desiderio erotico sia di suscitarlo. Nel libro di Julia Quinn, il glow up di Penelope coincide con la perdita di peso. Questo non succede nella serie, e la produttrice Shonda Rhimes ne ha spiegato la ragione: “Il suo aspetto non influisce minimamente sul fatto che possa far innamorare qualcuno di sé.”

Penelope riesce a trasformare la sua timidezza nel suo più grande punto di forza. Alle feste lei è in silenzio, parla poco, non balla, ma si limita ad osservare, a captare ogni sussurro e ogni pettegolezzo: è proprio questa sua anonimità che le consente di diventare Lady Whistledown, la sagace narratrice di scandali dell’universo di Bridgerton. La sua timidezza non la rende passiva e insipida, anzi, in numerosi momenti dimostra una forte determinazione e consapevolezza di sé stessa, come quando accusa Colin (Luke Newton) della mancanza di rispetto nei suoi confronti.

Come è successo a molte di noi almeno una volta nella vita, si sente sbagliata, sola e incompresa. Questi sentimenti sono amplificati per l’allontanamento della sua migliore amica Eloise, e la serie dedica grande spazio al distacco tra le due, ricordandoci come la fine di un’amicizia possa far stare male quanto una rottura sentimentale.

Aspettiamo con ansia la seconda parte della stagione, che sarà rilasciata da Netflix il 13 giugno, in attesa di scoprire quali sfide Penelope dovrà affrontare, e, soprattutto, pronti a tifare (ancora) per lei.

Articolo di Arianna Gnasso