Traccia corrente

Titolo

Artista

Ora in onda

Ticket To Read

19:00 21:00

Ora in onda

Ticket To Read

19:00 21:00


Tutta l’energia dei KEMAMA a RKI


  Ph. Tamara Casula

“Ketty Passa è la donna di cui abbiamo bisogno in questo momento!”

È quello che ho pensato quando l’ho vista live quest’estate al Killljoy in apertura a Stef Burns: energica, positiva, un vero vulcano di creatività.

E la sua nuova band spacca. Si chiamano Kemama, sono un trio composto da Ketty Passa, Marco Sergi e Manuel Moscaritolo e mercoledì 17 novembre saranno ospiti di Tony Chinaski e Mel Moore a bordo della Mothership of Rock’n Roll, dalle 20 alle 22 su RKI.

 «In questo primo lavoro c’è la voglia di tornare liberi dalle restrizioni e dai blocchi emotivi, – raccontano – con un mix di testi riflessivi, consapevoli ma anche conditi dall’autoironia, necessaria e salvifica. Abbiamo raccontato un viaggio, proprio nel momento in cui non si poteva fare, mentre il mondo chiudeva i confini territoriali, e anche le  speranze, in un cassetto chiamato “Lockdown”. Ogni giorno in quel cassetto si è materializzato ciò che serviva per uscire dagli  schemi e non perdere la passione per la musica: rimanere fedeli a se stessi. “Testa o Croce” è un disco che suona “rock”, ma prima di questo è un rave  party di emozioni condivise tra amici, che dimostra quanto il genere musicale  non debba essere un limite, ma piuttosto una scelta. »

Chitarre propotenti, batterie rock e testi legati a esperienze personali e a denunce sociali molto attuali lo rendono un disco universale, oserei dire catartico, uscito in un periodo storico in cui c’è sempre più il desiderio di riconoscersi nell’altro, di stringersi in una collettività.

Il debutto con il singolo “Codice Rosso” è un vero e proprio urlo collettivo (in tutti i sensi, considerando le collaborazioni presenti: Omar Pedrini, Andy dei Bluvertigo, Cippa e Paletta dei Punkreas, Andrea Ra, Roberto Angelini) contro la violenza e la sensazione di solitudine che nel 2020 hanno regnato sovrane. Anche il secondo singolo estratto, “Come un Body Shaming”, si addentra in tematiche attuali e delicate: il brano paragona l’anno di assenza di lavoro e l’incapacità di trattare la musica come tale, attraverso misure di emergenza dedicate, al fenomeno del Body Shaming, un vero e proprio “insulto” alla bellezza e all’importanza dell’arte.

Vi abbiamo incuriosito a sufficienza?

Andate ad approfondire qui:

@kemama.music

Per seguire la diretta:

1) sito www.radiokaositaly.com

2) APP da Store

3) YouTube RADIO KAOS ITALY TV

 

Olivia “Cinnamon” Balzar

Ph. cover Dema Novakova