Traccia corrente

Titolo

Artista

Ora in onda

Ora in onda


La colonna sonora della nostra vita – Mothership of Rock’n Roll torna giovedì 16 alla Cappella Orsini

Il rock’n roll e la settima arte? Un connubio perfetto. Ciò che rende indimenticabile una pellicola è spesso la colonna sonora. Che faccia da sfondo o sia protagonista, ha il valore fondamentale di creare una connessione emotiva con lo spettatore.
E’ da questo punto che si sviluppa la seconda tappa del viaggio della
Mothership of Rock’n Roll, che torna giovedì 16 dicembre nella magica atmosfera della Cappella Orsini.


Questa volta, infatti, si parlerà di cinema e colonne sonore con chi fa parte di questo mondo e ce lo può raccontare dal suo punto di vista.
Se ci pensate, è stato proprio il rock a fare da sfondo ad alcune delle più belle scene della storia del cinema. Basti pensare a The End sulla scena iniziale di Apocalypse Now, o ai Rolling Stones ne Il Grande Freddo o ancora alla scelta musicale perfettamente connessa al mood di Forrest Gump che va da Chuck Berry a Joan Baez passando per i Jefferson Airplane e Bob Dylan.
Diteci la verità, ogni volta che ascoltate You will never can tell di Chuck Berry non vi viene voglia di ballare come Mia Wallace e Vincent Vega in Pulp Fiction? La scena di Almost Famous quando tutti intonano Tiny Dancer sul tour bus, avrebbe avuto lo stesso impatto emotivo con un altro brano? E lo sapevate che anche ne la colonna sonora de “Il Gladiatore” c’è un filo nascosto che vi porta di nuovo nel mondo del rock?
E’ in questo contesto, sta storytelling, musica live e ospiti, che Tony Chinaski, accompagnato da Mel Moore alla chitarra, racconterà le storie e le connessioni che uniscono questi due mondi, quello del rock e quello del cinema, da sempre entrambi fabbriche di sogni.
Special guest: Noise From Nowhere e il regista Massimo Ivan Falsetta


_______________________
Info utili:
16 dicembre h. 21.00
ingresso €.15
info e prenotazioni: 340 2917900
Cappella Orsini, via di Grotta Pinta, 21 (adiacente Campo dei Fiori)
Olivia Balzar & Tony Chinaski